MENU
Chiudi
01/09/2018

Un bando per l’integrazione felice

Il Trentino

Il «BONUS GRATITUDINE»
I laboratori di comunità finanziati con i 200 mila euro riconosciuti dallo Stato al Comune per l'accoglienza dei profughi
ROVERETO Non c'era alcun vincolo sull'utilizzo dei fondi che lo Stato ha trasferito ai Comuni più virtuosi nell'accoglienza agli stranieri, il cosiddetto "Bonus gratitudine". Ma a Rovereto la giunta ha deciso di impiegarli - si tratta di 500 euro a migrante, per un totale di circa 200 mila euro per gli immigrati accolti nel 2016 -, anzi reinvestirli, su un bando che creai situazioni più favorevoli all'integrazione. Con i fondi che Stato ha dato ai «Ospitalità - spiega l'assessore alle politiche sociali Mauro Previdi, che ieri ha presentato il bando non significa solo dare da mangiare e da bere. Vogliamo creare nuove opportunità, su cinque piste che abbiamo individuato per dare prospettive di migliore integrazione agli stranieri e per favorirne l'accettazione da parte della comunità». Il bando è rivolto a tutti i soggetti che già lavorano nel campo o vogliono intervenire a sostegno dell'integrazione, in massima parte associazioni. «L'obiettivo - spiega Ada Maria Bianchi, dirigente del servizio attività sociali - è di aiutare la comunità ad essere più solidale, non solo con gli immigrati ma anche nelle relazioni sociali di tutti i giorni». Le cinque aree su cui si articola il bando sono molto diversificate. La prima, la più ampia, è l'ambito culturale, e riguarda interventi per lo sviluppo di comunità, per la sensibilizzazione, la formazione e l'informazione sui temi dell'inclusione sociale, dell'uguaglianza, dell'accoglienza, della cittadinanza attiva, della conoscenza delle culture e della geopolitica dei paesi in via di sviluppo. La seconda riguarda l'ambito "Donne e bambini": lo scopo è sostenere nello sviluppo di abilità personali le mamme straniere attraverso l'approfondimento della lingua italiana l'educazione e l'accudimento dei figli in riferimento ai modelli di vita occidentali, la cura del sé e l'economia domestica, e per i bambini, favorire l'accesso alle agenzie sportive, culturali e educative. Il terzo ambito è "Vita sociale" e riguarda in particolare l'integrazione sociale dei richiedenti asilo attraverso iniziative di socializzazione (sportiva, artistica, associazionistica) e la conoscenza e la fruizione delle opportunità offerte dalle istituzioni culturali della città (biblioteche, musei e via dicendo). La quarta traccia è "Valorizzazione dei luoghi", e comprende interventi di animazione, cura e ripristino di spazi cittadini «in una logica di tutela dei beni comuni, che vanno manutentati» sottolinea Previdi. Il quinto ambito, forse il più importante, è "Percorsi di autonomia": la funzione è di promuovere l'indipendenza (abitativa ed economica, prima di tutto) degli stranieri. Il bando vede la partecipazione attiva del Cinformi, che collabora nella selezione dei progetti. Per Previdi «questi ragazzi stranieri cercano di affrancarsi, cercano un futuro qui. Dobbiamo insegnare loro dei mestieri, aiutarli a diventare indipendenti, a mantenere sè stessi». L'intenzione è di finanziare almeno cinque progetti, uno per area, ma l'auspicio è che siano ben di più. Gli interessati possono accedere anche con finanziamenti esterni. Prima di tutto, verrà stilata una graduatoria. Poi si decidetrà come ripartire i fondi. A questo proposito, stanno arrivando altri fondi del "bonus gratitudine", quelli relativi al 2017, che dovrebbero portare nelle casse del Comune altri 200 mila euro. «Vogliamo promuovere innanzi tutto i valori del vivere bene insieme, a prescindere da razze e religioni». Intanto ieri ha salutato il servizio attività sociali Benchelh Badr, 22 anni, studente di scienze internazionali che ha concluso il suo anno di servizio civile, riscuotendo l'apprezzamento di tutto l'ufficio. (gi.l.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA La presentazione del bando con l'assessore Previdi, Ada Maria Bianchi, Lorenza Marchiori e Benchelh Badr

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore