MENU
Chiudi
06/11/2018

Ufficio turistico che pasticciaccio per la gestione

Il Messaggero

IL BANDO
Un'apertura delle buste già avvenuta, ma senza commissione. E ora una commissione che dovrà giudicare un unico concorrente. Ma sull'affidamento dell'ufficio turistico, i misteri non finiscono qui. L'unico che finora è stato svelato (almeno per intuizione) è che a gestire il servizio sarà di nuovo la Promotuscia, la stessa società che ha vinto l'appalto con la giunta Michelini, ha ottenuto una prima proroga - non per l'intera Pensilina, solo per lo sportello tourist office - fino a ottobre, e ora ne avrebbe un'altra. Pare, perché di ufficiale sull'albo pretorio del Comune non è stato pubblicato nessun atto di allungamento fino ai tempi della nuova assegnazione.
Un passo indietro. Il nuovo bando è scaduto il 5 ottobre. L'importo messo a gara era di 53mila euro lordi per un anno, con possibilità di rinnovo. Il servizio sarebbe dovuto partire dal 1° novembre, ma finora è stato espletato un unico passaggio: l'apertura delle buste il 29 ottobre da parte degli uffici del Comune. «Sarà solo un controllo formale. Verranno verificati gli allegati e - aveva spiegato il sindaco Giovanni Arena - se si vedrà che non è stato presentato quanto richiesto dal bando, le domande non saranno ammesse». Cosa è successo? Che uno dei due concorrenti è stato escluso.
Si tratta di un'Ats (associazione temporanea di scopo) denominata Cuore d'Etruria, che include la Proloco Viterbo, la Confartigianato e il gruppo Carramusa. Perché l'esclusione? Sembre che le modalità di costituzione dell'Ats indicate nella documentazione di gara - è stato comunicato - non risultano conformi alle prescrizioni, in quanto la quota di esecuzione dichiarata non risulta in misura maggioritaria in capo al soggetto mandatario (la Promotuscia, ndr), essendo prevista una quota paritaria tra tutti i partecipanti. Inoltre, altro motivo di esclusione riguarda il requisito economico finanziario per cui viene dichiarato dalla mandataria un fatturato pari a 0 per tutto il triennio di riferimento, né viene inserita alcuna documentazione che attesti il requisito. E allora resta solo la Promotuscia.
Renato Vigna
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore