MENU
Chiudi
26/10/2018

Riprendono i lavori al ponte L’anno di stop è il passato

La Nuova Ferrara - A.B.

Riassegnato l'intervento La struttura pre-esistente sarà invece demolita Marchi: «È una bella notizia specie sul fronte della viabilità» OSTELLATO
OSTELLATODopo un anno di stop dipeso dal fallimento dell'impresa appaltatrice, sono ripartiti i lavori di costruzione del nuovo ponte di Ostellato, secondo stralcio del progetto di adeguamento dell'idrovia ferrarese. Completamento dell'opera prevista tra fine anno e i primi mesi del 2019.cantiere riaffidato «Abbiamo riaffidato i lavori al consorzio cooperativa Ciro Menotti di Ravenna - spiega l'architetto Massimo Mastella della Provincia di Ferrara, responsabile dei lavori - e alla ditta esecutrice Edilnet di Fornace Zarattini. Quello che si sta completando è un ponte cosiddetto "strallato" con strutture in acciaio e pile che reggono stralli in cemento armato». Il ponte, già asfaltato e dotato di impianto di illuminazione pubblica, attraversa il canale navigabile e congiunge i due lati della strada provinciale 1 per Ostellato. Gli operai stanno realizzando il raccordo con l'abitato di Ostellato e con la strada del mare, in direzione Comacchio. Il costo complessivo dell'intervento è pari a 1.652.080,89 euro, cofinanziati dalla Regione e dall'Unione Europea. «L'idrovia resta una priorità per la Regione - dichiara la consigliera regionale Marcella Zappaterra -; ci sono stati ritardi per il passaggio di competenze dalla Provincia, che era stazione appaltante, alla Regione, ma il timing per il prossimo anno conferma che si procede».Il nuovo ponte di Ostellato, già sottoposto a collaudo statico con mezzi pesanti carichi di ghiaia, comporterà la demolizione di quello pre-esistente e la realizzazione di un accesso stradale al cimitero. Per Andrea Marchi, sindaco di Ostellato «la costruzione del ponte è una bella notizia, in primo luogo sotto il profilo della viabilità. Andrà infatti a sostituire l'altro ponte, che comunque avrebbe richiesto futura manutenzione. Non da ultimo, si andrà a mettere in sicurezza - prosegue Marchi - la viabilità verso il cimitero, sarà inoltre sistemato il parcheggio attiguo e rifatta la scalinata di accesso». Si punta così a riqualificare tutta l'area sotto il profilo della viabilità e dell'accessibilità. l'asse idroviarioMobilità turistica e locale, ma anche trasporto merci su acqua. Questi gli indirizzi progettuali dell'asse idroviario ferrarese, ma ci sono appalti ulteriori della Regione in arrivo per il 2019, mediante l'impiego di risorse da avanzo vincolato per circa 10 milioni di euro. «Sono previsti interventi sul ponte Madonna di Fiscaglia per 2,5 milioni - conclude Zappaterra -, 3,5 per l'innalzamento del ponte ferroviario di Ferrara, 2,5 per il Ponte Bardella ed altrettanti per l'escavo della darsena di Ferrara». --A.B. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore