MENU
Chiudi
29/12/2018

Ricostruzione post-sisma Lavori finiti entro il 2024

Gazzetta di Reggio - M.P.

La tabella di marcia dell'amministrazione comunale tra edifici privati e pubblici Per i primi assegnati 110 milioni totali di contributi e sono ora attivi 71 cantieri reggiolo
REGGIOLO. Continueranno fino al 2024 i lavori della ricostruzione post-sisma a Reggiolo. Il termine è quello previsto per la ricostruzione degli edifici pubblici. La giunta comunale si è data infatti l'obiettivo di assegnare prima tutti i contributi per la ricostruzione ai 360 edifici privati danneggiati entro la fine del dicembre 2020. Un obiettivo ambizioso, ma raggiungibile grazie alla costante collaborazione della Regione e alla professionalità dei tecnici. I privatiNel corso del 2018 sono state evase, con assegnazione di contributo, 34 pratiche. Delle 360 iniziali mancano ancora 56 pratiche da istruire. Le assegnazioni di contributo totali ammontano a oltre 110 milioni di euro e attualmente sono attivi 71 cantieri per la ricostruzione di edifici privati. Il lavoro portato avanti in questi anni è stato rilevante per l'avanzata e la sistemazione di via Matteotti e del centro storico. gli edifici pubbliciLa ricostruzione di edifici pubblici è partita più a rilento a causa della normativa più stringente rispetto alle gare d'appalto sia della progettazione che per l'aggiudicazione dei lavori. A questo si sommano i tempi necessari per i controlli e le richieste di integrazione sulle progettazione delle opere da parte delle autorità regionali e della Soprintendenza di Bologna. Stanno terminando i lavori di restauro e rifacimento dell'edificio "Nuovo 32" con l'ultimazione della parte esterna di accesso al palazzo, con gli allacciamenti, la pavimentazione, il ripristino del giardino a nord e con l'acquisto degli arredi tecnici per l'Auditorium e per le altre sale oltre all'ottenimento delle autorizzazioni di agibilità dai parte dei vari enti. Sono iniziati i lavori per il restauro di palazzo Sartoretti, futura sede municipale, e la conclusione del cantiere è prevista tra 24/30 mesi. Per il teatro "Rinaldi" si stanno ultimando i documenti necessari alla gara d'appalto per l'assegnazione dei lavori, che dovrebbero iniziare entro la primavera del 2019. Anche il sipario è in fase di restauro e, una volta sistemato, verrà collocato nella sala del ridotto. La progettazione definitiva ed esecutiva della scuola media Umbertina è stata ritardata perché ci si è avvalsi della normativa nazionale, introdotta con la finanziaria approvata a fine 2017 dal Governo Gentiloni, che ha recepito, su nostra iniziativa e tramite la Regione, il "miglioramento sismico" dell'edifico scolastico in quanto le norme precedenti si limitavano al solo "ripristino dei danni".I progettisti incaricati hanno perciò rivisto i calcoli strutturali approfondendo la valutazione statica dell'edificio uniformandolo alla normativa aggiornata per rendere l'edificio anche sismicamente più sicuro. Oggi, dopo la richiesta di integrazioni da parte della Soprintendenza, è al vaglio delle autorità regionali e in attesa del nulla osta definitivo che permetterà di bandire la gara per l'assegnazione dei n lavori. Per la scuola elementare di Villanova, la chiesetta di San Prospero in via Trieste e l'antica cappella sono iniziate le progettazioni per il restauro. Per la Rocca medievale è stato affidato lo studio di fattibilità preliminare per ottenere i visti tecnici e finanziari dalla Regione. Il nulla osta per la progettazione definitiva dovrebbe arrivare entro il 2019. -- M.P. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore