MENU
Chiudi
28/11/2018

Refettorio: qualche ritocco al progetto Turinetti e si parte con la costruzione, dopo aver sistemato via Capitano Gatti

Il Canavese - edizione Cirie'

SCUOLA Il Comune invita le ditte interessate a presentarsi per l ' appalto del primo lotto di opere, entro la fine dell ' anno
M AT H I (vre) Via libera alla realizzazione del nuovo refettorio scolastico. Precisiamo: entro fine anno si darà il via al primo dei due lotti. Inerente l'arretramento del muro di cinta di Villa Bosso per creare lo spazio (tra il cortile della palestra e l'attuale ingresso della scuola su via Capitano Gatti) per garantire l'ampiezza sufficiente della strada per il passaggio dei mezzi di soccorso. Questo è il primo passo che permetterà, entro la fine dell'anno in corso di appaltare i lavori di quella che, nell'avviso di interesse alla realizzazione del progetto, pubblicato dal Comune e rivolto alle ditte, viene definita come " r iqualificazione di via Capitano Gatti " . Nel 2019 si darà il via alla realizzazione del secondo lotto. Ovvero la costruzione del nuovo locale mensa che occuperà in piccola parte anche il cortile della palestra, concentrando la fetta più cospicua di metri quadrati di costruzione nell'area della scuola dove, oggi, c'è l'atrio di ingresso, quello storico. La progettazione non sarà necessario farla. Oppure, in questo caso ri-farla. Perchè la Giunta del sindaco Ma u rizio Fariello utilizzerà il progetto realizzato dalla passata Amministrazione dell'ex sindaco Tommas o Turinetti . " Un progetto che abbiamo ritenuto valido, al passo con i tempi, innovativo e rispondente alle necessità della scuola - commenta l'assessore ai Lavori Pubblici Enrico Ghibau do - Oltre che per l'estetica che richiama materiali, colore e stile della parte di ampliamento realizzata qualche anno fa. Insieme all'ufficio tecnico comunale abbiamo previsto soltanto alcune modifiche che sono delle migliorie. Prima di tutto la rampa di accesso per i disabili che non era prevista dall'ingresso principale del refettorio e che noi abbiamo invece voluto real i zz a re " . Appaltare entro fine anno il primo lotto ed entro il settembre 2019 il secondo lotto significa avviare il conto alla rovescia di quando, finalmente, alunni e docenti della scuola Primaria e Secondaria potranno lasciare gli umidi e scomodi locali dell'attuale locale mensa per trasferirsi nel nuovo refettorio. Ma non solo. " Rispettare questi termini dell'appalto significa non perdere il finanziamento di 200mila euro, derivante dalla Regione e che andrà per la costruzione del refettorio - aggiunge Ghibaudo - Denaro che abbiamo rischiato di perdere a causa dell'anno di commissariamento del Comune ma che siamo per fortuna riusciti a prorogare spiegando all'Ente finanziatore i motivi del ritardo nel proseguimento dell'opera. In più c'è anche un altro finanziamento, di 65mila euro. E' quello assegnato dalla Regione, grazie al consigliere Celestina Olivetti, qualche settimana fa. Erano soldi destinati al finanziamento della piazzetta di via Capitano Gatti, che è già ultimata. Il problema è che ormai tutte le ditte e professionisti che hanno lavorato per realizzarla sono stati pagati. Abbiamo così chiesto di poter destinare questi 65mila euro al refettorio e la richiesta ci è stata accordata perchè i lavori che andiamo a realizzare sono inerenti alla stessa strada dove è situata la piazza. Grazie alla circolare del 3 ottobre che permette ai Comuni di poter gestire più liberamente i loro avanzi di amministrazione - proce de l'assessore - Abbiamo deciso di utilizzare la somma di 135mila euro per la quale abbiamo già fatto una variazione di bilancio, in Giunta. I 200mila euro serviranno per il primo lotto, comprese modifiche al progetto, burocrazia e tutto ciò che concerne un appalto e successivi lavori. I 200mila euro di finanziamento, invece, saranno utilizzati per la costruzione del refettorio. Nella modifica al Dup (Documento Unico di Programmazione) abbiamo inserito la somma di 500mila euro totali come costo del refettorio e tutti i lavori connessi. Una cifra che è stimata, quindi non certa. Sarà sicuramente un importo infer iore " . Roberta Vernè

IL NUOVO REFETTORIO «IN NUMERI», I COSTI

500mila euro

65mila euro

200mila euro

135mila euro

L ' IMPORTO TOTALE DELLA SPESA STIMATA Sicuramente l ' importo sarà di minore entità DALLA REGIONE PIEMONTE Erano destinati alla piazza di via C. Gatti IL FINANZIAMENTO REGIONALE Prolungato fino al 19 settembre 2019 DI AVANZO DI AMMINISTRAZIONE Finanzieranno i lavori del primo lotto

Foto: ENRICO GHIBAUDO A s s e s s o re


Foto: VIA C.GATTI Area del cantiere

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore