scarica l'app
MENU
Chiudi
04/01/2019

Raccolta rifiuti, emessa ordinanza dal sindaco per scongiurare disagi

La Gazzetta Del Mezzogiorno

ATTO D'URGENZA IN ATTESA DELLA GARA-PONTE FINALIZZATA ALL'APPALTO DEFINITIVO VALIDO PER TUTTI I COMUNI DELL'«AMBITO»
Destinataria la «Gial Plast», che garantirà il servizio ad appalto scaduto
l OSTUNI. Ordinanza del sindaco contingibile e urgente per l'associazione temporanea di imprese (Ati) «Gial Plast srl e Bianco Igiene Ambientale», al fine di garantire la prosecuzione del servizio di igiene urbana in attesa che si completi la procedura di gara d'appalto biennale «dei servizi di igiene ambientale», dopo che il 13 dicembre scorso sono state aperte le buste delle 4 offerte delle imprese concorrenti alla gara. Permanendo le esigenze dell'emissione della precedente ordinanza sindacale (n. 184 del 9 agosto scorso) e non essendo conclusa la procedura di gara d'appalto biennale dei servizi di igiene ambientale ma ravvisata la necessità e l'urgenza che si possa garantire la continuità della raccolta porta a porta e dei servizio di igiene ambientale, al fine di evitare «gravi pericoli per la salute pubblica», il sindaco ha emesso la disposizione. «Si ordina - si legge nel documento del primo cittadino - la prosecuzione del servizio fino al prossimo 28 febbraio, alle condizioni tecnico-prestazionali e di esecuzione dei servizi di cui al contratto rep. 3134 del 29.8.2012 e degli ordini di servizio e disposizioni esecutive adottate dal comune in epoca successiva alla stipula del contratto e sino ad oggi». Come si ricorderà, il contratto d'appalto con l'Ati «Gial Plast srl-Bianco Igiene Ambientale» è scaduto il 15 maggio 2017 e, nelle more dell'appalto unico d'ambito, con delibera di Giunta del 1.6.2017 fu prolungato il servizio fino al 13 maggio 2018. Il sub commissario dell'«Ager», preso atto delle criticità tecniche nella documentazione progettuale rilevate da alcuni comuni dell'«Aro» e in particolare da quello di Fasano, invitò i comuni con contratti in regime di proroga, ad avviare le procedure di affidamento dei servizi di raccolta, spazzamento e trasporto Rsu a livello comunale. Si tratta quindi di una procedura d'urgenza che varrà per un arco temporale sino al 28 febbraio, in attesa che il servizio possa essere riaffidato tramite la gara-ponte. E la stessa gara-ponte sarà un altro passaggio preliminare, nelle more dell'appalto definitivo e unico per tutti i comuni che rientrano nell' Aro Br3. A tutt'oggi, infatti, è in corso la procedura di gara d'appalto biennale. Ma nel frattempo l'«ATI Gial Plast-Bianco Igiene» continuerà a svolgere il suo lavoro nonostante l'accoglimento del ricorso presso il TAR di Lecce, che annulla l'estensione temporale dell'appalto secondo le modalità di proroga del quinto d'obbligo. Il Tribunale amministrativo regionale, lo scorso 23 luglio, infatti, aveva accolto il ricorso presentato dall' Ati Gial Plast Bianco contro l'estensione temporale dell'appalto con il quinto d'obbligo disposta dal comune di Ostuni, con delibera di giunta dell' 8 maggio scorso. Il Tar ha annullato quel provvedimento, ed ora amministrazione comunale e azienda appaltatrice hanno avviato una serie di incontri per rendicontare servizi già effettuati, attività in corso e gestione del personale.

FINO AL 28 FEBBRAIO

L'ordinanza vale fino alla data della gara-ponte, fissata per il 28 febbraio

INCONTRI IN ATTO

Comune e azienda hanno avviato incontri per fare il punto sui servizi gia' svolti e quelli da programmare


Foto: RACCOLTA RIFIUTI Il servizio non subira' contraccolpi