MENU
Chiudi
12/10/2018

Ponte sul Po in sicurezza entro la primavera

Gazzetta di Mantova - RICCARDO NEGRI R.N.

I lavori sono stati affidati ad un'associazione di imprese di Parma. L'intervento si concluderà tre mesi prima del previsto casalmaggiore
CASALMAGGIOREI lavori di riqualificazione e messa in sicurezza del ponte Casalmaggiore-Colorno saranno affidati a un'associazione di imprese di Parma. La Provincia di Parma (stazione appaltante) sta stringendo i tempi: se non insorgeranno contrattempi, i lavori potrebbero essere terminati entro la fine della primavera 2019, in anticipo rispetto al mese di settembre che era stato inizialmente prospettato. Ieri, in seduta pubblica presso la sede dell'ente, sono state aperte le buste contenenti le offerte.Nei giorni scorsi l'apposita Commissione provinciale aveva seminato le offerte tecniche: le cifre sono state pertanto inserite nel programma informatico di valutazione, e gli esiti proiettati in tempo reale su un grande schermo. L'applicativo ha calcolato in automatico l'esito finale. Il bando privilegiava il contenimento dei tempi dell'intervento, le sue modalità tecniche e l'organizzazione delle imprese: tali elementi hanno pesato per l'80 per cento sul punteggio finale, mentre l'offerta economica ha pesato per il 20 per cento. Al primo posto della gara d'appalto si è piazzata (con 90,96 punti) l'ati composta dalle ditte Primo Micheli Officine Meccaniche e Coimpa Consorzio Stabile Imprese Associate. L'ati parmigiana si è imposta su Preve Costruzioni di Roccavione (Cuneo, 90,76 punti); Paolo Beltrami di Paderno Ponchielli (Cremona, 81,72 punti); associazione di imprese Lietti di Bregnano (Como) ed Engeco di Milano (79,73); associazione di imprese Edilmecos di Vinovo (Torino), Lavori & Costruzioni di Alcamo (Trapani) ed Edil 2000 di Martirano Lombardo (Catanzaro). L'offerta Micheli-Coimpa non presenta anomalie: già oggi pertanto la Provincia effettuerà l'aggiudicazione provvisoria. Occorrerà poi attendere i 35 giorni previsti dalla legge per eventuali ricorsi. «Dopo l'aggiudicazione definitiva - afferma Gabriele Annoni, dirigente del Servizio viabilità e presidente della Commissione - contiamo di rendere subito operativo il cantiere. Gli accordi coi proprietari dei terreni su cui si dovranno svolgere i lavori sono già stati stipulati». «Compatibilmente con la normativa - nota Gianpaolo Serpagli, delegato provinciale alla viabilità - stiamo procedendo celermente su tutti i fronti. Una volta consegnati i lavori, per la loro esecuzione, grazie alla premialità data dal bando alla riduzione dei tempi, ci vorranno 150 giorni: l'intervento dovrebbe quindi concludersi entro la primavera 2019, in anticipo di tre mesi rispetto al calendario iniziale». --RICCARDO NEGRI BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore