MENU
Chiudi
22/01/2019

Più risorse al fondo Imu-Tasi Salta la sanatoria delle spiagge

QN - Il Resto del Carlino

Giovanni Rossi ROMA IL DL Semplificazioni - mai nome fu meno azzeccato - approderà in aula al Senato nelle prossime ore, ma dopo una vigilia di frenetico lavoro delle commissioni Lavori Pubblici e Affari Costituzionali, con tanto di seduta notturna, uno slittamento appare inevitabile. I Comuni sono pronti a festeggiare: il fondo Imu-Tasi, tagliato dalla legge di stabilità a 190 milioni, tornerà a 300 milioni. Per accontentare l'Anci, i 5 Stelle hanno aperto il forziere del reddito di cittadinanza e prelevato 90 milioni dei 110 milioni mancanti. Ma dalle Regioni parte l'allarme: servono certezze sul reddito di cittadinanza o per i Centri per l'impiego sarà uno tsunami. LA POSTA per il reddito di cittadinanza 2019 ora ammonta a 5.894 milioni di euro, contro i 5.974 milioni previsti nella bozza dell'8 gennaio e i 6.110 della versione precedente (la legge di bilancio stanziava 7,1 miliardi, compresi i fondi ai centri per l'impiego). La gioia dei sindaci contrasta con il furore degli esercenti balneari morosi e alla fine abbandonati da una maggioranza compatta almeno su questo punto: la sanatoria sui contenziosi per i canoni pendenti non vedrà mai la luce, dietrofront di grillini e Lega. Si smaterializza la cosiddetta tassa sulla bontà. Sono state trovate le coperture (118 milioni quest'anno e 160 dal 2020) per riportare l'Ires sul no profit dal 24% al 12%. Com'era prima. I medici annunciano la sospensione dello sciopero di venerdì 25 gennaio, perché il Dl Semplificazioni - parola della ministra della Salute Giulia Grillo - attenuerà le strettoie della legge di stabilità, riaprendo di fatto la trattattiva per il rinnovo contrattuale atteso da 10 anni. Sarà invece rinviata la partenza delle nuove normative antincendio per scuole e nidi. PARTICOLARMENTE vivace il fronte agricolo-alimentare-energetico. Arriva la reclusione da uno a cinque anni per chi non attuasse le misure ufficiali fitosanitarie contro la diffusione della Xylella. L'opposizione di marca Pd segnala invece «l'autogol» della maggioranza con l'autorizzazione all'utilizzo di latte in polvere per la produzione di formaggio (su richiesta europea). «Così non si difende il Made in Italy», denuncia la deputata del Pd Maria Chiara Gadda. E i dem attaccano anche sul caso appalti senza gara fino a 150mila euro: nessun cambiamento, la norma resterà. Così «si rischia di favorire la mafia», spiega Salvatore Margiotta. M5S aggira l'accussa proponendo un ddl ad hoc per aggiornare l'intero codice degli appalti. Lega e M5S appaiono compatti e lavorano alla quadra persino sul caso trivelle. Il compromesso proposto dai 5 Stelle è questo: proroga delle concessioni e delle 'coltivazioni' in essere, ma stop per due anni dei permessi di prospezione o di ricerca idrocarburi, in attesa di un 'Piano per la transizione energetica sostenibile'. Si tratta, senza sosta. © RIPRODUZIONE RISERVATA SCHEDA

Sicurezza negli asili

Slitta l'adeguamento delle norme antincendio nelle scuole e negli asili nido. Un emendamento prevede il rinvio dal 31 dicembre 2018 al 31 dicembre 2021 e al 31 dicembre 2019 delle novità


Deroga anti Xylella

Le misure fitosanitarie anti-Xylella «ivi compresa la distruzione delle piante e dei prodotti delle piante contaminate», dovranno essere attuate «in deroga a ogni disposizione vigente»


Volontariato

Le coperture necessarie per riportare l'Ires dal 24% al 12% sul settore no profit «le abbiamo trovate, questo è l'importante». È quanto ha affermato il sottosegretario al Mef, Massimo Garavaglia


Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore