MENU
Chiudi
01/09/2018

Piscina ai privati, parte il piano per fare cassa

Il Centro

Chieti, l'amministrazione affida a un architetto un incarico da 33mila euro per progettare le opere da mettere a bando. Fino a giugno proroga a Teateservizi
CHIETI Con il concerto jazz del Walter Ricci Trio, ieri sera, è finita l'estate della piscina comunale che resterà chiusa da oggi fino al prossimo 17 settembre. Da quel giorno ripartiranno le attività. Il Comune ha prorogato fino al 30 giugno prossimo l'affidamento della gestione alla Teateservizi, la partecipata al 100% comunale. Per questo breve periodo di 9 mesi e mezzo, l'obiettivo è incassare circa 18mila euro. Ma, in base ai documenti appena approvati, l'amministrazione va avanti sulla strada della privatizzazione dell'impianto ipotizzando guadagni futuri: con l'approvazione del bilancio in consiglio comunale, il sindaco Umberto Di Primio aveva blindato la decisione dell'esternalizzazione. Adesso, l'amministrazione ha affidato a un architetto, Vincenzo Perinelli di Chieti, l'incarico da 33mila euro per un progetto per la manutenzione straordinaria dello Stadio del nuoto. Intorno a quel progetto ruoterà, poi, la gara d'appalto che sarà curata dalla responsabile unica del procedimento Maria Luigina Pia Vernaci , funzionaria comunale del settore sport. L'obiettivo del Comune è portare a termine un project financing, scaricando il peso dei lavori di cui ha bisogno la piscina sul privato e incassando anche un canone di locazione: «Trattandosi di un contratto misto, per la parte relativa ai lavori», dice la determina che ha dato il via alla procedura, «occorrerà elaborare un progetto unico di fattibilità tecnica ed economica e progetto definitivo da porre a base di gara, sulla base del quale gli operatori economici che parteciperanno dovranno proporre un progetto esecutivo». Sarà l'architetto Perinelli a preparare gli atti: è una gara importante per l'amministrazione Di Primio. Affidare la piscina ai privati è uno dei principali rimedi adottati per fare cassa e ridimensionare il buco da 10 milioni di euro che ha scatenato un'indagine della Corte dei conti sulla «sana gestione» del Comune. A Perinelli toccherà il compito di stilare il progetto per «l'intervento di miglioramento sismico delle gradinate delle piscine esterne e delle opere di manutenzione straordinaria delle strutture e ammodernamento degli impianti tecnologici». Intanto, per le prossime settimane, l'impianto resterà chiuso: durante l'estate la vasca interna è stata svuotata per i lavori di manutenzione e pulizia. Il ritardo del Comune nella proroga alla Teateservizi ha comportato lo slittamento della riapertura: da lunedì dovrebbe essere pronto il calendario con l'apertura delle iscrizioni in segretaria dalle 9 alle 19,30. Toccherà all'amministratore unico della Teateservizi, Carlo Festa , trovare presto un partner per consentire agli agonisti di allenarsi e gareggiare: il contratto con la Sportlife di Pescara è scaduto e, ora, potrebbero arrivare una proroga o una nuova gara d'appalto. (p.l.)

Foto: Una gara di nuoto alla piscina comunale di Chieti

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore