MENU
Chiudi
22/10/2018

Paola, enti locali sott’inchiesta Quanti sospetti di corruzione

Gazzetta del Sud

Il procuratore Bruni guida le indagini sul malaffare nelle istituzioni
Sotto la lente dei magistrati è finita la gestione della pubblica amministrazione in numerosi Comuni della costa tirrenica Tutti i blitz già eseguiti dalla guardia di finanza e dai carabinieri la cui attività investigativa va avanti
Francesco Maria Storino PAOL A Tentativi di corruzione dell ' elettora to, appalti spezzatino, affidamenti diretti a ditte amiche, documenti taroccati, ma anche minacce o presunte tali. Il malaffare nelle amministrazioni pubbliche è al centro delle indagini della Procura di Paola. Fascicoli imponenti di inchieste istruite o in attesa di essere concluse. Unico comune denominatore i Municipi e i loro amministratori: sindaci, assessori, dirigenti e consiglieri comunali sono finiti nel mirino del procuratore capo Pierpaolo Bruni. In particolare le indagini sono affidate a guardia di finanza e carabinieri che stanno scovando in diversi enti attività illecite. Diversi i comuni che sono stati in questi mesi coinvolti, mentre altri sono attualmente al centro dell ' attenzione degli inquirenti. U n ' attività di quelle importanti. Amantea è stato il centro più nel mirino. La Procura ha indagato (per poi proscioglierla dalle accuse) sull ' ex sindaco Monica Sabatino e sul padre Giuseppe Sabatino (attualmente a processo a Paola) per voto di scambio in concorso. Ma le attività nel centro nepetino non si sono fermate. A ridosso dell ' ultima competi zione elettorale sono spuntate altre due indagini. Una ha coinvolto l ' ex consigliere regionale Franco La Rupa e il consigliere comunale Marcello Socievole, poi dimissionario, l ' alt ra istruita dalla guardia di finanza l ' ex assessore Rocco Giusta anche lui dimissionario anche se l ' inchiesta in questione non ha toccato direttamente il comune di Amantea. Giusta è finito all ' attenzione della magistra tura per il caso su una presunta truffa a regione e provincia (Factotum). Socievole e La Rupa, attendono l ' even tuale richiesta di rinvio a giudizio della Procura, mentre Rocco Giusta sarà in aula dal gip il 7 novembre. Sempre ad Amantea l ' assessore Emanuela Pa ti è finita nel ciclone dell ' inchiest a sulla Multiservizi su affidamenti diretti e turbative d ' ast a. Andiamo a Guardia Piemontese. Il sindaco Saverio Rocchetti è finito in manette per poi essere assegnato ai domiciliari. Avrebbe assegnato illecitamente un alloggio popolare. E avrebbe bonificato i locali del comune che erano oggetto di intercettazioni ambientali della Procura. In manette oltre a Rocchetti era anche finito in estate il sindaco di Aieta, Gennaro Marsiglia. In carcere con due imprenditori, implicati nella gestione di diversi appalti pubblici a Buonvicino, Maierà e altri centri dell ' alto Tirreno cosentino, per la raccolta dei rifiuti, il servizio assistenza scolastica per persone diversamente abili, il servizio di supporto dell ' ufficio tributi, le mense scolastiche. Nell'inchiesta è finita anche la moglie di Marsiglia. Chiuse le indagini la Procura dovrà richiederne il rinvio a giudizio. Passiamo ad Acquappesa dove al termine di un ' indagine a riguardo di un appalto è finito a processo il sindaco Giorgio Maritato. L ' accusa è quella di abuso d ' ufficio. Il primo cittadino è oggi a processo assieme a Giosè Marchese, legale rappresentante della società " Servizi ecologi ci " . Avrebbero violato dal 2014 al 2016 la normativa degli appalti per le forniture di servizi pubblici.

Foto: Pa o l a La Procura è l ' epicentro del sisma giudiziario che sta facendo tremare gli amministratori degli enti locali della costa tirrenica

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore