MENU
Chiudi
05/01/2019

Navona, scatta l’inchiesta: «Atti falsi per aprire i banchi»

Il Messaggero - Michela Allegri

L'INDAGINE
Fascicolo della Procura dopo le denunce del Campidoglio sul mercato della Befana Dieci i venditori a rischio: hanno mentito su precedenti penali e qualità della merce UNA SETTIMANA FA L'ULTIMO BLITZ DELLA MUNICIPALE: MULTATE 40 POSTAZIONI SULLE SESSANTA PRESENTI NELLA PIAZZA ACQUISITE TUTTE LE AUTOCERTIFICAZIONI PRESENTATE PER IL BANDO E RISULTATE IRREGOLARI
Dichiarazioni false nella documentazione da allegare al bando per aggiudicarsi un banco in una delle piazze più famose della Capitale: piazza Navona, in occasione della kermesse natalizia e del mercato per la Festa della Befana. La denuncia è arrivata nelle scorse settimane in Procura ed è partita dal Campidoglio. E ora una decina di venditori rischiano l'iscrizione sul registro degli indagati per falso. Dagli accertamenti, infatti, è emerso che avrebbero mentito sulla merce da esporre e avrebbero anche omesso di dichiarare precedenti penali e carichi pendenti, nonostante fosse stato espressamente richiesto. Una negligenza su cui indaga il pubblico ministero Carlo Villani, che ha aperto un fascicolo sulla vicenda e che ha già acquisito le autocertificazioni irregolari. Il bando, che aveva suscitato polemiche per le modalità di assegnazione dei posteggi, con l'aggiudicazione della maggior parte dei banchi da parte di componenti della famiglia Tredicine, permette agli operatori di beneficiare della licenza fino all'edizione 2025/2026. L'ASSEGNAZIONE Il fatto che la Festa fosse stata catalogata come "fiera", aveva ` imposto agli uffici del dipartimento Attività produttive l'obbligo di considerare tra i criteri di aggiudicazione dei banchi l'anzianità degli operatori. Circostanza su cui si era espressa l'Anticorruzione, che aveva ravvisato un'anomalia: era stata sommata l'anzianità di servizio con quella di iscrizione al registro delle imprese. Anche l'Antitrust aveva sollevato dei dubbi sul mancato rispetto della libera concorrenza: la famiglia Tredicine nel 2017 aveva ottenuto 17 banchi, saliti poi a 20 con gli ultimi avvisi pubblicati dal Campidoglio per assegnare i posteggi vuoti. IL BLITZ In Procura arriveranno anche i verbali della Polizia locale, che il 28 dicembre ha fatto un blitz nella piazza per controllare i banchetti di chi ha ottenuto la licenza per l'occupazione di suolo pubblico. Nell'80 per cento dei casi, la merce messa in vendita risultava non tracciata. E molti oggetti non corrispondevano a quanto dichiarato: balocchi di vetro che in realtà erano di plastica e lecca-lecca privi di certificazione. Tutta la merce irregolare è finita sotto sequestro, i venditori sono stati multati e il comando generale della Polizia locale ha chiesto al dipartimento Attività ` produttive del Comune la revoca delle concessioni. In due posteggi sono stati anche messi i sigilli. Su più di 60 postazioni controllate, sono stati redatti addirittura 40 verbali, con multe che vanno dai 50 ai mille euro. Nei casi più eclatanti, la contravvenzione arriva a cinquemila euro. In due casi, a gestire il banchetto non c'erano i regolari titolari dei posteggi, vincitori del banco. Circostanza sulle quali gli inquirenti faranno ulteriori approfondimenti. I più colpiti dalle sanzioni sono componenti della famiglia Tredicine che, come successo negli anni passati, hanno ottenuto la maggioranza dei banchi. LE LICENZE Intanto prosegue l'inchiesta del pm Alberto Galanti sul racket delle licenze per i venditori ambulanti della Capitale: un fascicolo parallelo a quello che rischia di portare a processo Augusto Proietti - ambulante a capo di una vasta rete di venditori itineranti - e altre 19 persone, compresi due funzionari del III municipio, accusati di avere concesso decine di autorizzazioni a esercitare l'attività a familiari e "soci" del re degli ambulanti. Ora il pm Galanti sta indagando sul mercato nero delle licenze, per capire se ci siano altri pubblici ufficiali coinvolti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Controlli della Polizia municipale tra le bancarelle di piazza Navona


Foto: (foto FABIANO/ TOIATI)

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore