MENU
Chiudi
08/01/2019

«Mezzi fatiscenti e turni da massacro» Gli spazzini di Avr pronti alle barricate

QN - La Nazione

«MEZZI fatiscenti, senza fanali e manutenzioni degli impianti frenanti, con gomme lisce e in condizioni igieniche vergognose, veri e propri catorci usati per svolgere un servizio pubblico di fondamentale importanza». Parte da qui il durissino j'accuse dell'Unione Sindacale di Base di Pisa contro l'Avr e in particolare la raccolta porta a porta di rifiuti, un servizio che l'azienda, un colosso da circa due mila dipendenti con sede legale e amministrativa a Roma, svolge per conto della Geofor nei comuni del lungomonte pisano, mentre in città, su mandato dell'amministrazione comunale, si occupa di spazzamento e porta a porta dei negozi. Per dire che ciò che era stato ipotizzato nei mesi scorsi si è puntualmente verificato: «Avevamo preannunciato che queste situazioni erano gravemente rischiose per l'incolumità dei lavoratori e dei cittadini - ha detto ieri l'Usb di Pisa in una durissima conferenza stampa - e di fatto si sono verificati gravi incidenti e infortuni nella più totale indifferenza dei vertici aziendali. Le soluzioni non sono mai state trovate con l'azienda che ha cercato di correre ai ripari su questioni ormai diventate ingestibili e che hanno messo in discussione l'effettuazione dei servizi: nella sostanza sono stati noleggiati in fretta e furia dei mezzi dopo che, per giorni, alcuni servizi sono saltati per mancanza di attrezzature». A ciò si aggiunga il fatto che «molti mezzi che avevano qualche guasto sono stati portati a riparare a Roma poiché le officine locali avevano cominciato a trattenerli in attesa che Avr pagasse gli arretrati» ha aggiunto Stefano Teotino, responsabile dell'Ufficio Lavoro Privato dell'Usb di Pisa. POI CI SONO i problemi di natura organizzativa: «I lavoratori sono chiamati a turni di 12 ore e oltre per sopperire ad una chiara mancanza di personale, continuano le carenze sull'effettuazione dei servizi che molto spesso non sono svolti e ad Ospedaletto, sede cui fanno capo un'ottantina di dipendenti, i nuovi spogliatoi sono stati realizzati solo dopo il nostro esposto presentato alla Procura della Repubblica il 7 settembre scorso». DA ALLORA, però, i problemi sono tutt'altro che cessati. Ecco perchè l'Usb di Pisa ha dichiarato lo stato di agitazione e giovedì salirà le scale di Palazzo Medici per incontrare il prefetto: nell'occasione «denunceremo tutte le problematiche chiedendo d'intervenire sulle questioni penalmente rilevanti. Lo sciopero è scontato, ma non ci fermeremo qui: stiamo preparando un'integrazione all'esposto che depositeremo alla Procura chiedendo d'individuare e perseguire i responsabili di tali azioni e a tutte le amministrazioni comunali nelle quali Avr opera d'intervenire e non fare orecchi da marcante e a Geofor d'intervenire sull'operato dell'azienda assumendosi la responsabilità di quei lavoratori che stanno mandando avanti il servizio in queste condizioni». «Concretamente a giugno andrà in scadenza il subappalto per il porta a porta nei comuni del lungomonte: chiediamo - conclude Teotino - che il servizio torni ad essere svolto direttamente da Geofor. Nei giorni scorsi abbiamo incontrato il presidente Fortini cogliendo da parte sua disponibilità in tal senso: presto, però, dalle parole si dovrà passare ai fatti». Francesco Paletti Gli incidenti

In più occasioni negli ultimi tempi si sono verificati incidenti che hanno visto coinvolti mezzi Avr con il freno a mano che non funziona. Travolto anche un bambino a Cascina


L'escalation

«I lavoratori sono chiamati a turni di 12 ore e oltre per sopperire ad una chiara mancanza di personale. E ad Ospedaletto, sede con un'ottantina di dipendenti, i nuovi spogliatoi sono stati realizzati solo dopo l'esposto alla Procura del 7 settembre scorso»


Gomme lisce e freni in avaria

Mezzi senza fanali, coi freni che non funzionano e le gomme lisce. «Molti di questi - denuncia Usb - sono stati portati a riparare a Roma poiché le officine locali avevano cominciato a trattenerli in attesa che Avr pagasse gli arretrati»

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore