MENU
Chiudi
17/10/2018

Lavori al palazzo comunale grazie ai soldi della Fondazione

Il Tirreno - CARLO BARDINI

Con oltre 170.000 euro verrà sostituita la centrale termica (da gasolio a metano) e proseguiranno gli inteventi di restauro di Villa Vittoria san marcello Via alle demolizioni chiusa la strada ai camion santa caterina
San MarcelloArrivati dalla Fondazione Caripit 172.500 euro per finanziare gli interventi di riqualificazione energetica del palazzo comunale di San Marcello (95.500) e dare inizio ai lavori necessari per proseguire gli interventi di Villa Vittoria, che ormai da diverso tempo si sono arenati. Presto, proprio in questo autunno, partiranno anche le gare d'appalto per assegnare i lavori che, presumibilmente, inizieranno dalla prossima primavera. «Innanzitutto - afferma il primo cittadino Luca Marmo - vorrei ringraziare la Fondazione per il sostegno ricorrente agli investimenti che sostengono la nostra comunità. Poi, entrando nello specifico degli interventi che andremo ad eseguire posso dire che per quanto riguarda il palazzo comunale San Marcello è previsto la sostituzione della centrale termica che al momento andava a gasolio, sostituito dal metano. Un intervento che prevede complessivamente un intervento economico di gran lunga superiore ai 100mila euro- La Fondazione Caripit, quindi, ci ha dato una bella boccata di ossigeno. Questa è un'operazione che, non solo considera il risparmio energetico, ma anche l'impatto ambientale. A breve, proprio in questo autunno partirà la gara d'appalto per la ricerca della ditta e facendo due conti, i lavori veri e propri partiranno dalla prossima primavera».Stessa cosa per quanto riguarda Villa Vittoria, il cui prosieguo degli interventi necessari è previsto per i primi mesi del 2019, e con la gara d'appalto in questo periodo autunnale. In questo caso, però, cambia la cifra dell'investimento, poiché per completare la struttura la stima è che manchino ancora 1.300.000 euro. «Come ebbi modo già di spiegare - afferma Marmo - abbiamo già a disposizione 900mila euro (più i 77mila della Caripit ndr) ma non bastano. Devono essere eseguiti tutti i lavori, dagli impianti in genere all'arredo e quanto altro. Con questa prima cifra, a a parte gli impianti idraulici e di riscaldamento nella loro interezza, saremo in grado di portare a termine solo tre dei cinque piano che compongono Villa Vittoria. E con questo intendo dire che saranno pronti per accogliere personale. Per i restanti due piani siamo alla ricerca di finanziamenti, che si aggirano intorno ai 400mila euro». Per Villa Vittoria sono allo studio tre ipotesi: portarci gli uffici dell'Unione dei Comuni, trasferirci l'archivio storico e portarci alcuni uffici comunali, quelli attualmente separati come i servizi sociali e quelli scolastici. --CARLO BARDINI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore