MENU
Chiudi
25/08/2018

L’asilo riparte dopo il caos «Ma le cuoche penalizzate»

Il Gazzettino

PONZANO
«Lunedì 27 agosto riprenderanno regolarmente le attività del nido comunale. Anche le posizioni delle ultime due lavoratrici, la cuoca e l'aiuto cuoca, saranno sistemate e tutto procederà senza complicazioni».
L'ASSESSORE
Ieri l'assessore Katja Turk ha chiarito lo stato dell'arte, reduce da un colloquio con il personale. «Abbiamo fatto l'impossibile per salvaguardare posti di lavoro e aspettative del personale. Si è tutto concluso in maniera positiva. Ammetto che forse ci siamo mossi in ritardo e gli intoppi burocratici estivi non hanno aiutato, ma l'asilo riprende regolarmente da lunedì». Così l'amministrazione risponde alle affermazioni dei che, nelle scorse settimane, avevano manifestato molte preoccupazioni sulla cessione alla cooperativa, senza dare garanzie ai 7 dipendenti che lavorano nella struttura. «Non è vero che vogliamo vendere l' asilo ribatte Katja Turk, assessore al Sociale il nuovo codice degli appalti di fatto ci obbliga a darlo in concessione. Pensiamo per tre anni più tre. Siamo riusciti a mantenere tutte le posizioni lavorative, e abbiamo fatto i salti mortali per riconoscere ai lavoratori il massimo possibile economicamente». Il problema in particolare riguardava due posizioni: la cuoca e l'aiuto cuoca. «Due posizioni difficilmente compatibili con un organico comunale- riflette Turk- che abbiamo tuttavia cercato di salvaguardare al meglio, anche perchè in uscita. Una andrà in pensione al termine di quest'anno e la seconda il prossimo». Dal Comune spiegano inoltre che molti servizi erano già stati esternalizzati. «L'asilo di Ponzano è stato uno degli ultimi a rimanere in parte comunale». La giunta Bianchin sottolinea infine che nessuna retta è stata toccata.
LA POLEMICA
Soluzione ottimale? I sindacati sostengono di no. «I nostri timori si sono rivelati fondati spiegano Marta Casarin della Fp Cgil e Silvia Carraretto della Cisl FP quest'anno come sigle sindacali abbiamo lavorato molto per evitare l'esternalizzazione del servizio e salvaguardare la tenuta occupazionale all'Asilo Nido di Ponzano Veneto. Se da un lato, infatti, per le educatrici si è trovato un percorso di riqualificazione presso il Comune, altra sorte sta toccando al personale delle cucine. Nonostante le ripetute rassicurazioni da parte di tutti Amministratori e Segretario Comunale in primis che nulla sarebbe cambiato, le dipendenti delle cucine si troveranno a essere assunte dalla Cooperativa che ha vinto la gara come socie lavoratrici, quindi con l'applicazione del contratto delle cooperative sociali. Questo, a pochi mesi dal loro pensionamento».
Elena Filini

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore