scarica l'app
MENU
Chiudi
29/12/2018

La scuola e il teatro i nodi da sciogliere Appalti nel 2019

Gazzetta di Mantova - Vittorio Negrelli

Il sindaco ha tracciato il cronoprogramma per i lavori Per la primaria bisognerà attendere l'anno 2021-2022 pegognaga
PEGOGNAGA. Il 2018 sta per concludersi e per il Comune di Pegognaga rimangono aperti alcuni problemi sul versante delle ristrutturazioni post sisma. In particolare la questione riguarda gli edifici scolastici e il teatro comunale, per i quali permangono gli ultimi nodi progettuali che sono in fase di definizione. Il sindaco Dimitri Melli nell'ambito del tradizionale scambio degli auguri fra la giunta e le associazioni, ha infatti accennato che i progetti di restauro sono in fase di definizione esecutiva e nel 2019 è previsto l'appalto dei lavori dei due cantieri di via Roma e successivamente del contenitore teatrale di via Verdi. Nei mesi scorsi il Comune ha affidato allo studio Polaris di Mantova l'incarico del progetto di recupero esecutivo del plesso delle primarie "De Amicis" e "Vittorino da Feltre", per una spesa complessiva di 100mila 295 euro. Questa scelta è un significativo passo avanti nel lungo e complesso iter progettuale della ristrutturazione degli edifici delle scuole di via Roma, restauro già finanziato da tre anni per di 7,6 milioni. In un incontro promosso dal Comune e dal comprensivo, gli assessori Stefano Cagliari e Francesca Tellini e Ugo Bernini dello studio Polaris hanno ufficializzato il crono programma. Nei primi mesi del 2019 sarà consegnato il progetto definitivo di restauro che sarà scomposto in due lotti e due cantieri edili operativi, in modo che entro giugno 2019 sia possibile bandire la gara d'appalto e l'affidamento dei lavori. I lavori dureranno 20 mesi, pertanto il cantiere dovrà essere chiuso entro la metà del 2021 e quindi consentire l'inizio dell'anno scolastico 2021-'22.Per quanto riguarda il teatro, la giunta ha conferito a Florindo Lanfredi un incarico di assistenza al Rup per seguire le procedure di assegnazione dei rilievi e delle diagnosi, delle progettazioni specialistiche e della validazione del progetto relativo alla gara d'appalto.Nell'ordinanza del 1 agosto 2018, il commissario delegato per l'emergenza terremoto ha assegnato al comune un contributo di 3 milioni per l'adeguamento sismico dell'Anselmi. Nell'aprile 2016 la giunta aveva assegnato all'ufficio tecnico l'incarico della progettazione del recupero del teatro, ma in relazione alla complessità dell'intervento di ristrutturazione del contenitore teatrale ed accertato che il personale del Comune non dispone delle competenze necessarie per supportare il responsabile del procedimento, si è reso necessario l'incarico di assistenza al Rup di Lanfredi. --Vittorio Negrelli BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI