scarica l'app
MENU
Chiudi
28/06/2019

«La piscina comunale chiude»

QN - La Nazione

«OTTO posti di lavoro sono a rischio perché il Comune non ha ancora fatto uscire il bando pubblica per la gestione della piscina comunale, che ora rischia di chiudere per sempre». Lo denuncia il segretario della Slc Cgil, Massimo Basilei, rendendo pubbliche le preoccupazioni dei lavoratori ma anche della società assegnataria degli ultimi nove anni, la Canottieri Arno, che sarebbe pronta quindi a licenziare i suoi dipendenti effettivi e i 20 collaboratori che garantiscono durante l'anno tutte le attività rivolte ai circa 6-800 fruitori al giorno della struttura: dai corsi per bambini e disabili, alla pratica agonistica, dal nuoto libero alla pallanuoto. Da 8 anni infatti la Canottieri gestisce l'impiabnto in regime di proroga, ma a un mese dalla chiusura per la pausa estiva non ha ricevuto notizie dal Comune per la stagione che prende il via nel prossimo autunmno e quindi sono già state sospese tutte le prenotazione ela programmazione delle attività. «IL SEGRETARIO provinciale della Cgil - prosegue Basilei - ha indiviato una lettera all'assesosre competente, Raffaele Latrofa, per chiedere notizie. Ma non abbiamo mai ricevuto risposta. E' stato proprio Latrofa, quando era sui banchi dell'opposizione, a definire scandalosa la prassi dell'assegnazione temporanea e promettendo da assessore un bando pubblico che mettesse in regola la situiazione. Ma è passato un anno e il bando è ancora non c'è, così come non abbiamo avuto alcuna rassicuirazione, anzi, dell'inserimento nello stesso di una clausola di salvaguardia sociale che tuteli i posti di lavoro». Il sindacato non entra del merito di quelle che definisce «legittime scelte politiche circa il metodo di gestione della piscina» ma promette battaglia per tutelare i laboratori e avverte: «Dalle informazioni che abbiamo - spiega Basilei - sarebbe pronto un bando che prevede l'affidamento per un anno più un altro. Ma il tempo passa e l'ufficialità non arriva. Il 31 luglio la Canottieri chiuderà la stagione e ad agosto la piscina sarà chiusa per la pausa estiva. Così rischia di non aprire mai più. il nostro timore infatti è che per il Comune essa non sia una priorità e il bando più il tempo passa e più rischia di andare deserto, con conseguenze nefaste per i lavoratori ma anche per centinaia di utenti che rischiano di vedersi improvvisamente privare di una struttura sportiva pubblica». Gabriele Masiero La vicenda

La Canottieri Arno che gestisce la piscina da anni termina l'attività a fine luglio. Poi lascerà