scarica l'app
MENU
Chiudi
30/12/2018

In cerca di un gestore per il cinema Giacosa e il Café du Théâtre

La Stampa - alessandro mano

Aosta, bando del Comune per l'affidamento delle due strutture L'assessore Marzi: "Cerchiamo proposte che stimolino il pubblico"
Duemila euro al mese per gestire il Café du Théâtre; 1.100 per il Teatro Giacosa. Ma se, un'azienda (o una cordata) decide di prendere in gestione entrambi gli spazi del palazzo municipale di Aosta, il canone mensile scende da 3.100 a 2.170 euro al mese, con il solo storico cinema teatro che arriverebbe a costare meno di 200 euro al mese. È la proposta del Comune di Aosta per gestire, per sei o nove anni, i due spazi di sua proprietà. La formula sarà quella della concessione. I canoni d'affitto sono indicati come base d'asta; le offerte da presentare entro le 12 di venerdì 15 febbraio 2019 dovranno proporre il rialzo migliore.

Con un'ulteriore clausola: se arriveranno offerte per gestire bar e teatro insieme, le buste con le offerte per i due singoli lotti separati non saranno nemmeno aperte. «Ci rivolgiamo a qualsiasi operatore economico che voglia gestire entrambi gli spazi, insieme. Il Teatro Giacosa si trova nel pieno centro storico, negli ultimi anni ha proposto numerose iniziative» dice l'assessore comunale al Patrimonio, Carlo Marzi. L'obiettivo? L'eventuale gestore unico potrà «elaborare proposte che meglio potrebbero incontrare o stimolare il pubblico che oggi fruisce in modo separato delle due attività commerciali, eventualmente anche tramite la messa in opera di alcuni interventi di modifica degli spazi entro i vincoli previsti».

Le due concessioni sono scadute il 31 agosto. Da allora il bar, gestito dalla Csm di Moustafa Moutazakki sas, ha chiuso i battenti. Il Giacosa è rimasto aperto: a novembre, la cooperativa Dreamlight e il Comune sono arrivati a un accordo per l'acquisto degli arredi della sala, rifatti a spese del gestore di recente: dopo una richiesta di 150 mila euro, l'accordo è arrivato per 97 mila. La concessione è stata prorogata, in attesa del nuovo bando e della nuova gestione.

La concessione dei due singoli locali prevede una durata di sei anni; sarà possibile se non arriveranno offerte per quella congiunta. Per i due locali insieme, la concessione durerà «da un minimo di sei a un massimo di nove anni, in funzione dell'offerta», con uno sconto pari a circa il 30 per cento dei canoni. Il bando sarà aggiudicato con il criterio dell'offerta economicamente vantaggiosa. Il bando è pubblicato sul sito del Comune, www.comune.aosta.it. Per informazioni è possibile contattare l'ufficio Patrimonio, inviando un'email all'indirizzo patrimonio@comune.aosta.it o telefonando al numero 0165/300588 durante l'apertura al pubblico, da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12 e lunedì, martedì e giovedì anche dalle 14 alle 16.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI