MENU
Chiudi
09/11/2018

Il Viminale finanzia i rimpatri

ItaliaOggi - MASSIMILIANO FINALI

Il ministero dell'interno ha pubblicato due bandi che distribuiranno le risorse del fondo Fami
E l'assistenza ai migranti. Sul piatto ci sono 32 mln
Sostenere i progetti di rimpatrio volontario assistito e migliorare l'assistenza a supporto dei migranti sono gli obiettivi di due bandi che distribuiranno risorse del Fondo asilo, migrazione e integrazione 2014-2020. Il ministero dell'interno ha pubblicato i due bandi stanziando la somma complessiva di oltre 32 milioni di euro. I bandi sono già aperti e prevedono due scadenze differenziate nel corso del mese di dicembre 2018, per le quali i potenziali benefi ciari possono avvalersi della piattaforma telematica https://fami. dlci.interno.it/fami/. Il bando per il supporto ai migranti L'avviso pubblico per la presentazione di progetti da fi nanziare a valere sull'obiettivo nazionale 2.3 «Qualifi cazione dei servizi pubblici a supporto dei cittadini di paesi terzi (capacity building)» ha una dotazione di 20 milioni di euro. Sono ammessi a presentare proposte progettuali a valere sul bando, in qualità di soggetto proponente unico o di capofi la, esclusivamente le regioni ordinarie, le regioni a statuto speciale e province autonome, gli enti locali, loro unioni e consorzi, gli enti pubblici, le aziende ospedaliere ovvero singole articolazioni purché dotate di autonomia fi nanziaria ed altri soggetti. I progetti dovranno migliorare i livelli di programmazione, gestione ed erogazione dei servizi pubblici ed amministrativi rivolti ai cittadini di paesi terzi. L'azione intende promuovere le competenze del personale della pubblica amministrazione, favorire l'innovazione dei processi organizzativi nell'erogazione di interventi per migliorare l'effi cienza dei servizi, sviluppare reti istituzionali, nonché sviluppare azioni di governance multilivello, attraverso un approccio integrato alla pianifi cazione degli interventi. L'avviso, pertanto, intende migliorare, attraverso l'attivazione di tali interventi, la qualità del servizio offerto ai cittadini di paesi terzi, destinatari indiretti delle azioni sopra indicate. Le attività progettuali dovranno concludersi entro il 31 dicembre 2021. Il contributo copre fi no al 100% delle spese ammissibili, con un minimo di 50 mila euro. Il bando scadrà il 18 dicembre 2018. Il bando per i rimpatri volontari L'avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sull'obiettivo nazionale 2 «Misure di rimpatrio», in particolare la lettera g) «realizzazione di interventi di rimpatrio volontario assistito e reintegrazione per favorire il processo di reinserimento dei rimpatriati nei paesi di origine». Sono ammessi a presentare proposte progettuali a valere sul bando, sia in qualità di capofi la che di partner, le regioni ordinarie e le regioni a statuto speciale, gli organismi ed organizzazioni internazionali, gli enti e organizzazioni senza fi ni di lucro. Il bando selezionerà progetti volti a realizzare interventi di rimpatrio volontario assistito e reintegrazione a favore di almeno 2.700 cittadini di paesi terzi, vulnerabili e non, ammissibili per il rimpatrio volontario assistito, comprensivi di misure di reintegrazione per favorire il processo di reinserimento dei rimpatriati nei rispettivi paesi di origine. Ciascuna proposta progettuale dovrà prevedere almeno le seguenti attività: orientamento, informazione e counselling pre-partenza compresa la defi nizione del piano di reintegrazione; organizzazione logistica e misure pre-partenza; presa in carico nel paese di origine e attuazione del piano di reintegrazione; coordinamento, gestione e promozione. L'avvio delle attività dovrà essere previsto non oltre la prima decade di febbraio 2019 e la conclusione entro e non oltre il 31 dicembre 2021. Ciascuna proposta progettuale dovrà prevedere interventi a favore di minimo 200 cittadini di paesi terzi per una dotazione massima di 900 mila euro. La proposta può prevedere un numero maggiore di interventi, fi no a un massimo di 2 mila cittadini di paesi terzi, con una dotazione massima di 9 milioni di euro. Il contributo copre fi no al 100% delle spese ammissibili. Il bando scadrà il 6 dicembre 2018.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore