MENU
Chiudi
02/10/2018

Il ricorso al Tar non c’è Il circolo Tennis Biella rimane senza gestore

La Stampa - marco perazzi

Secondo gli ex dirigenti c'è tempo fino al 7 di ottobre per presentarlo ma i tempi si allungano di molto. Napolitano: "Siamo dispiaciuti"
L'ennesima fumata nera è arrivata ieri mattina, ma la telenovela legata alla gestione del Tennis Biella si arricchisce dell'ennesima puntata. A ieri infatti del fantomatico ricorso da parte dei vecchi gestori al Tar non vi è traccia perché la cancelleria del tribunale amministrativo di Torino nulla aveva ricevuto. «Ma il termine secondo gli ex dirigenti della struttura di via Liguria scade il 7 ottobre - dice l'assessore allo Sport Sergio Leone -. Questo ci blocca e fintanto che il Tar non si sarà espresso noi abbiamo le mani legate. Il disagio è anche del Comune di Biella, che pensava di aver risolto il problema, ma che ci vede costretti ad aspettare. I problemi dell'impianto? L'ufficio tecnico ha fatto un sopralluogo, è stato redatto un verbale per cui i nodi verranno al pettine. È un passaggio epocale, portato dal nuovo bando e noi abbiamo applicato la legge. Poi è chiaro che prima si risolve la questione meglio è per tutti». I nuovi gestori

La cordata che fa capo a Cosimo Napolitano e Gianfranco Damilano evidenzia come «il Comune avesse 60 giorni a partire dal 17 luglio per firmare il contratto e quindi consegnare l'impianto, ma siamo il 2 ottobre e ieri, convocati dall'amministrazione, nella persona dell'architetto Patergnani, responsabile di tutto il procedimento, pensando di poter finalmente firmare il contratto, ci siamo trovati di fronte all'ennesimo nulla di fatto. Il motivo? La mancata risposta del loro legale su come procedere». Ma c'è anche un altro aspetto su cui la nascitura Biella Tennis Academy punta il dito: «Il Comune non ha ancora comunicato tempi e modi con i quali intende effettuare tutti gli interventi manutentivi per ripristinare il decoro della struttura, in linea con quanto era previsto dal bando».

In stand-by

L'impianto è rientrato nella disponibilità del Comune all'inizio di settembre, ma a distanza di diverse settimane nulla si è mosso. «Per risolvere il problema ieri abbiamo inviato una formale diffida ad adempiere all'amministrazione, all'attenzione del responsabile del procedimento - conclude Napolitano -. Personalmente provo un grande dispiacere per questa situazione, perché siamo molto mot ivati a lavorare per fare i nostri interessi, ma anche quelli della cittadinanza, che in questo momento è fortemente penalizzata dall'impossibilità di usufruire dell'impianto sportivo di via Liguria. Mi è spiaciuto ricevere errate informazioni, come quella dell'assessore Leone, che mi aveva chiesto ancora un po' di tempo in attesa dell'udienza davanti al Tar, a suo dire prevista il 26 settembre e risultata del tutto infondata. Ad oggi non c'è traccia di alcun ricorso».

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore