MENU
Chiudi
05/12/2018

Il car sharing unisce tutti i poli universitari

Gazzetta del Sud

L ' Ateneo presenta il servizio sperimentale
La start-up " P i sta " m et te in strada in questa fase iniziale almeno 25 vetture
Una fase sperimentale, poi il servizio sarà definitivamente istituzionalizzato. L ' Ateneo ha deciso di puntare sul " car sharing " . Ieri mattina, nella sala Senato, si è tenuta una conferenza stampa per presentare l ' avvio del servizio rivolto a studenti, docenti e personale tecnico amministrativo dell ' Università e curato dalla società " Pista Srl " , start up a vocazione sociale che ha ideato il progetto. All ' incont ro con i giornalisti hanno preso parte il rettore Salvatore Cuzzocrea, la prof.ssa Adele Marino, " mobility manager " dell ' Ateneo, Giacomo Caselli, presidente di " Pista Srl " e Piero Bonino, " business developer " di " Targa Telemat ics " , partner di " Pist a " . Il piano di car sharing ha l ' obiett ivo di facilitare ulteriormente il collegamento dei poli universitari. Durante la fase iniziale, la flotta di veicoli di cui usufruirà l ' utenza universitaria sarà costituita da 25 autovetture (14 smart fortwo e 11 smart forfour). La tariffazione è unica per tutte le categorie di utenza. In particolare, vi è una tariffa di iscrizione, € 30, che include un welcome bonus di 30 minuti, e una tariffa a consumo, al minuto, di € 0,30, per la smart fortwo, e € 0,32, per la smart forfour. «L ' Ateneo - ha dichiarato Cuzzocrea - ha abbracciato con entusiasmo questo progetto, in questa fase di crescita avremo il compito di far comprendere ai nostri studenti l ' impor tanza del car sharing in una città universitaria come la nostra». «Ringraziamo l ' Ateneo di Messina - ha detto Caselli - che sin da subito, con la stipula della convenzione nel mese di luglio 2017, ci ha spalancato le sue porte consentendoci di sviluppare l ' idea per collegare i vari poli universitari. Le attuali 25 autovetture a disposizione degli utenti universitari potranno essere aumentate, in base alle esigenze. Dal punto di vista tecnico, l ' utilizzo dei veicoli sarà molto semplice e garantito dall ' apposita app. Stiamo dialogando con il Comune per consentire l ' utilizzo gratuito degli stalli con strisce blu del centro cittadino, che andranno ad aggiungersi agli stalli già predisposti». «Esistono due modelli di car sharing - ha aggiunto Bonino - : è possibile ritirare l ' auto e riconsegnarla nello stesso posto o riconsegnarla in un posto diverso. Quest ' ul timo caso, è stato preso ad esempio da " Pist a " e contribuisce a far entrare Messina in una ristretta cerchia di 55 città che fanno uso di questo metodo, più veloce e meno dispendioso». «Il car sharing - ha concluso la prof. Marino - , permetterà di mettere in collegamento tutto l ' Ateneo. Le auto sono già in funzione e gli stalli sono disponibili a Papardo, Annunziata e Policlin i co » .

Foto: Una delle vetture " Battez zata " dal rettore davanti all ' Universit à

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore