MENU
Chiudi
04/10/2018

I contributi per gli impianti sportivi Domande da presentare entro ottobre

Eco di Bergamo - LAURA ARRIGHETTI

Regione Risorse a fondo perduto attraverso due diversi bandi, per complessivi 12 milioni Tempo di bandi anche per la sicurezza del territorio (piccoli Comuni), la scuola e il digitale
Scadrà il prossimo 19 ottobre la possibilità per i Comuni di presentare a Regione Lombardia una domanda di contributo per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi. Il bando consente di ottenere finanziamenti a fondo perduto per garantire l'utilizzo in piena sicurezza delle strutture sportive, qualificando l'offerta dei servizi per gli utenti, anche attraverso la realizzazione di spazi che favoriscano l'abbinamento tra la pratica motoria e la valorizzazione delle risorse ambientali.

«Gli interventi ammissibili - spiega Mauro Bertelli, dello studio IE&SS che affianca i Comuni nella presentazione delle domande di finanziamento e di partecipazione ai bandi pubblici - riguarderanno la realizzazione di nuove strutture o l'ampliamento e riqualificazione di impianti sportivi esistenti, il miglioramento degli spazi per i servizi di supporto all'attività sportiva e la creazione di spazi aggiuntivi ed aree sussidiarie». «L'agevolazione finanziaria assegnabile a ciascuna domanda - prosegue l'esperto - è fino al 50% delle spese ammissibili e nel limite di soglia massima pari a 150mila euro e minima di 50mila euro».

Previsti 8 milioni di euro a fondo perduto, eventualmente incrementabili - nel corso del triennio - fino a 15milioni di euro, in caso di disponibilità di bilancio. Si tratta di un'opportunità interessante per le amministrazioni che potrebbero addirittura ottenere un contributo del 100% del valore del progetto grazie ad altre modalità di finanziamento.

«Il bando regionale - ricorda Bertelli - è infatti compatibile con altre modalità, come le agevolazioni del Credito Sportivo. Si tratta quindi di un'opportunità ghiotta per i beneficiari che, oltre ai singoli Comuni, possono essere enti locali in forma associata, i proprietari di impianti sportivi di uso pubblico o i titolari di diritto di superficie inseriti nell'Anagrafe regionale degli impianti sportivi».

Da lunedì un secondo bando

Sempre in ambito sportivo, la Regione aprirà lunedì prossimo, 8 ottobre, un altro bando a sportello del valore complessivo di oltre 3 milioni di euro per assicurare fruibilità e attrattività degli impianti sportivi, anche da parte di persone con disabilità. Anche in questo caso sarà prevista un'assegnazione di contributi a fondo perduto in conto capitale per interventi, già programmati e in avvio di realizzazione entro fine 2018, relativi alla riqualificazione di strutture esistenti e al rinnovo delle attrezzature sportive. «In questo caso - dichiara ancora l'esperto - la domanda deve essere presentata dall'8 al 22 ottobre in forma telematica per mezzo del Sistema Informativo e potrà contenere al massimo due interventi anche di diversa tipologia. L'agevolazione finanziaria sarà determinata nella misura dell'80 per cento delle spese ammissibili, con un massimo di 500mila euro e un minimo di 10mila».

«I progetti che risulteranno finanziati - precisa Bertelli - non potranno beneficiare di altro contributo regionale. Possono presentare domanda i Comuni con popolazione inferiore a 100mila abitanti e le Unioni dei Comuni in qualità di proprietari degli impianti sportivi di uso pubblico».

Territorio, scuola e digitale

In ottobre si chiudono anche altri bandi regionali, a partire da quello per la messa in sicurezza del territorio e per la manutenzione urgente di fabbricati pubblici. Possono parteciparvi i Comuni sotto i 5mila abitanti. Messi sul tappeto 2 milioni; l'intervento è finanziabile fino al 90%, con un tetto di 40mila euro. Le domande vanno inviate agli Uffici Territoriali Regionali entro le ore 24 di martedì prossimo, 9 ottobre.

Tempo di bandi anche per la scuola: la Regione mette a disposizione, per l'anno 2018/19, oltre 5,3 milioni di euro per i servizi di trasporto scolastico e l'assistenza per gli studenti (di scuola secondaria superiore) con disabilità fisica, intellettiva o sensoriale. I Comuni interessati devono presentare la domanda di contributo, esclusivamente tramite il sistema informativo Siage, entro il 31 ottobre.

Infine l'adesione dei Comuni ai servizi per i pagamenti elettronici, per aderire al Portale Pagamenti regionali e al servizio Spid - Gel. Le domande dovranno giungere entro il 15 ottobre via posta elettronica certificata all'indirizzo presidenza@pec.regione.lombardia.it.

Tutti i dettagli sui bandi sono disponibili nella sezione apposita sul sito ufficiale di Regione Lombardia.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore