MENU
Chiudi
25/10/2018

Gestione delle strisce blu, si punta a rifare il bando entro fine anno

Il Centro - Luca Venanzi

L'obiettivo del Comune è evitare l'ennesima proroga e migliorare le condizioni per i cittadini Tacchetti: «Stiamo verificando, se sarà possibile il passaggio all'Asmel accelereremo la pratica»
ROSETO Rifare il bando per i parcheggi a pagamento entro fine anno, in modo da affidarne la gestione definitiva per due anni, fino al 31 dicembre 2020, entro il 31 gennaio 2019, ed evitare così l'ennesima proroga. E' questo l'obiettivo del vicesindaco Simone Tacchetti , che probabilmente riuscirà a trasferire la pratica dalla stazione unica appaltante della Provincia di Teramo all'Asmel, l'associazione per la sussidiarietà e la modernizzazione degli Enti locali, alla quale il Comune di Roseto ha aderito nello scorso consiglio comunale. « Devo però parlare con il segretario generale prima», dice Tacchetti, «ma credo che ci siano concrete possibilità del passaggio del bando dei parcheggi a pagamento all'Asmel, in modo da accelerare la pratica». Resta il fatto però che, oltre ai ritardi della Provincia, c'è stata anche l'asta andata deserta il 6 settembre, che ha costretto il Comune a concedere la sesta proroga: la prima, infatti, fu fatta per due mesi, gennaio e febbraio, poi un'altra ancora per tre mesi, da marzo a maggio; il Comune sperava che la stazione unica appaltante riuscisse a preparare il bando entro giugno, ma nulla, e allora ecco la terza proroga per altri due mesi, giugno e luglio. Dalla Provincia fecero sapere che forse, entro agosto, il bando sarebbe stato indetto, ma ci fu un altro ritardo, e la consequenziale quarta proroga per il mese di agosto. Il 5 agosto, finalmente, è stato ultimato il bando ma, in attesa della scadenza del 6 settembre, il Comune di Roseto ovviamente ha deciso per una quinta proroga per tutto il mese di settembre. La gara deserta, però, è stata una doccia fredda per l'amministrazione comunale, che sperava di poter affidare il servizio almeno da ottobre. «E' chiaro che in questa situazione», spiega il vicesindaco, «la società che gestisce attualmente i parcheggi a pagamento, che comunque sta facendo un lavoro egregio, non riesce a garantire appieno tutti i servizi, come per esempio gli abbonamenti, che invece riuscirebbe a fare se avesse la gestione definitiva per due anni ormai, visto che sarebbero dovuti essere tre se tutto fosse andato come da programma». C'è comunque la possibilità per i cittadini di fare l'abbonamento trimestrale a 40 euro, possibilità che per 9 mesi non hanno avuto. «Per i non residenti, invece, l'abbonamento trimestrale ha un costo di 80 euro», precisa Tacchetti, «invariati i mensili, ossia 15 per i residenti e 30 per i non residenti». Il costo orario è quello di sempre, ossia un euro ogni ora frazionabile, e le strisce blu sono attive dalle 9 alle 20, con domenica e festivi esclusi. «Con il nuovo bando ci potrebbe essere anche la possibilità di reintrodurre l'abbonamento settimanale», conclude il vicesindaco, «e potrebbero aumentare anche i parcometri, se qualche ditta lo proponesse». ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: In vista un nuovo bando per i parcheggi a pagamento di Roseto

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore