MENU
Chiudi
07/10/2018

Gare d’appalto, il valore della certificazione

Fortune Italia - Francesco Chierchia

BRIEFING
Ne parla Tìziana Carpìnelto, presidente di UnìonSoa, realtà leader del mercato
IN ITALIA LE IMPRESE che h a n n o intenzione di partecipare ad una gara d'appalto necessitano di una certificazione obbligatoria. In altre parole, di un documento necessario a dimostrare, in sede di gara, la capacità dell'impresa di realizzare (direttamente o in subappalto) le opere pubbliche per cui ha deciso di partecipare al bando. Si tratta della cosiddetta 'Attestazione Soa', così definita in quanto a rilasciarla, su diretta autorizzazione dell'Anac, sono esclusivamente le 'Società Organismi di Attestazione'. Ne parla Tiziana Carpinello, presidente di UnionSoa, realtà leader del mercato delle certificazioni, anche alla luce di quanto avvenuto negli ultimi mesi, in cui sicurezza delle opere pubbliche e trasparenza nelle gare d'appalto hanno monopolizzato il dibattito politico. Rispetto al passato, oggi le Soa autorizzate dall'Anac si sono più che dimezzate. Come legge questo trend? "Ad oggi le Soa autorizzate dall'Anac sono 17, a fronte di un picco di autorizzazioni in passato pari a 62. È evidente che in questi anni il mercato ha conosciuto una selezione che non può che far bene all'efficienza e alla credibilità del nostro settore. Il nostro è un compito estremamente delicato, che presuppone conoscenze e competenze tecniche di alto profilo". Il vostro campo d'azione è particolarmente specifico. In quest'ottica quali sono le difficoltà maggiori legate alla vostra attività? "Senza dubbio la difficoltà maggiore è determinata dall'impossibilità di accedere direttamente alle banche dati pubbliche. Riteniamo che il sistema potrebbe essere migliorato e reso più efficiente attraverso il riconoscimento alle Soa dell'accesso alle banche dati pubbliche, agevolando il lavoro di verifica, valutazione e controllo svolto dal personale altamente qualificato delle Soa. Oltre a semplificare il lavoro, l'accesso diretto e disintermediato alle banche dati pubbliche consentirebbe di snellire e accelerare le procedure di qualificazione, a vantaggio non solo delle imprese ma di tutto il sistema degli appalti pubblici".

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore