MENU
Chiudi
27/11/2018

Fisco, burocrazia e lavoro, i macigni che schiacciano le imprese

Giornale di Merate

Il presidente Daniele Riva, durante l' assemblea annuale, ha rilanciato le richieste di Confartigianato Imprese: modificare la normativa sugli appalti; firmare il decreto sulle nuove tariffe Inail; decretare la fine del Sistri; tutelare il made in Italy; tasse anche per i giganti del web; bollette energetiche più leggere; tenere come riferimento le piccole imprese nei provvedimenti POLITECNICO GREMITO Alcune immagini dell'Assemblea di Confartigianato Imprese Lecco; a destra il presidente Daniele Riva Econo
LECCO (gcf) In uno scenario politico ed economico sempre più complesso gli artigiani hanno bisogno di una guida che tenga la barra dritta. Senza rinunciare al cambiamento. «Non serve una rivoluzione tout court - ha esordito il presidente di Confartigianato Imprese Lecco, Daniele Riva, aprendo lunedì scorso l'assemblea annuale al Politecnico di Lecco - Basterebbe iniziare dalle basi, dai tre macigni che stanno schiacciando i nostri imprenditori: fisco, burocrazia e lavoro. Sono queste le tre leve su cui premere con forza. Servono misure che vadano verso la creazione di un ecosistema favorevole alle imprese artigiane, andando a incidere su fiscalità, digitalizzazione, innovazione, ricerca, internazionalizzazione, riduzione dei costi dell'energia, credito e formazione». Anche per gli artigiani l'Europa e i mercati esteri non sono più tabù. «Per le nostre aziende non è immaginabile avere a che fare solo con il mercato italiano: abbiamo bisogno di allargare i confini e di esportare sempre di più il nostro know how all'estero». Riva è convinto che «l'Europa non è un'entità a se stante e che consideriamo "cattiva" e incurante delle STORICI ARTIGIANII vincitori dell'edizione 2018 del Premio Fedeltà Associativa nostre necessità. In Europa le nostre aziende ci sono. Ma dobbiamo poter contare su una classe politica forte, che sappia combattere per le nostre esigenze. Chiediamo ai politici di portare avanti con serietà e impegno gli interessi delle micro, piccole e medie imprese, che in Europa sono il 99% delle attività». Riva ha poi ringraziato il segretario generale Vittorio Tonini e tutta la squadra di Confartigianato per gli sforzi profusi nella crescita dell'associazione che ha saputo cogliere le nuove esigenze degli associati, dall'Ufficio estero e competitività allo Sportello Europa, dall'accompagnamento per gli adempimenti della privacy alla fatturazione elettronica, fino al welfare. Il presidente ha quindi sottolineato la forza del Sistema Lecco, la collaborazione proficua tra Regione Lombardia, Camera di commercio, università, ricerca e imprese. Dopo la nota dolente dedicata al fisco, ecco quella legata alla burocrazia. «Ci chiediamo se i nostri bisogni siano altrettanto chiari al mondo politico. Il peso della burocrazia nel nostro Paese è molto più elevato rispetto alla media dei Paesi europei. La complessità delle procedure è ritenuto un problema dall'84% degli imprenditori». Toni severi, infine, sulla Legge di Bilancio che sta per essere varata dal Governo: «Confartigianato condivide l' impostazione espansiva della manovra, anche a debito, purché contenga più spese per investimento e riduzione della tassazione rispetto a un assistenzialismo a pioggia. Bisogna liberare risorse per lo sviluppo, suscitare fiducia e aspettative di crescita in consumatori, imprese e investitori. Siamo contrari all'abrogazione dell'entrata in vigore dell'Iri; preoccupa la mancanza della proroga del blocco dei tributi locali e chiediamo la totale deducibilità dell'Imu corrisposta sugli immobili strumentali delle imprese. Siamo rammaricati per la mancata proroga del superammortamento e chiediamo di verificare l' effettiva copertura delle esigenze del Fondo di garanzia». L ' assemblea si è chiusa con l' assegnazione del Premio Fedeltà assegnato a Tavola Angelo Giorgio (Airuno), Autoservizi Cazzaniga (Barzago), La Pavimenta (Calolziocorte), C.R.L. (Civate), Seriplast (Dolzago), Scatolificio Galbiatese (Galbiate), Zagni Federico (Merate), Tecnoassistenza Caldaie (Oggiono), Enrico Colombo Idraulico (Olgiate), Autoriparazioni Marchetti (Pescate), Fazzini Siro (Premana), Magni Carlo (Primaluna), Frigerio Antonio Arredamento (Rogeno), Caverio (Taceno), F.G. (Valgreghentino), Cartotecnica Brianza (Barzago), Piazza Guido (Cesana), Rusconi Carlo (Civate), Ing. Bove (Valmadrera), G.P.R. (Valmadrera), Castelletti Alfonso (Pasturo). Un premio speciale infine è stato assegnato a Viganò. Luigi (Oggiono).

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore