MENU
Chiudi
06/08/2018

Finanziamenti PMI / 2

ItaliaOggi Sette - CINZIA BOSCHIERO

up piemontesi innovative in relazione ai fondi Por Fesr 2014-2020, Asse 1, Azione 1.4.1 - Contributi per piccole e micro imprese. Il bando, approvato dalla Giunta regionale, con delibera n. 812 del 18 maggio 2018 vuole sostenere l'avvio, l'insediamento e lo sviluppo di nuove iniziative in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, operanti prioritariamente nel campo dei settori dell'alta tecnologia e ad alto contenuto innovativo. Punta a promuovere e far crescere start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione a elevato contenuto innovativo, cogliere i nuovi drivers del mercato, generare nuove opportunità occupazionali. Il bando si rivolge alle piccole e micro imprese regolarmente costituite e per i progetti di avvio di attività (tipologia A) possono presentare domanda le imprese costituite successivamente al primo gennaio 2015 e per i progetti di espansione di start up già avviate (tipologia B) possono presentare domanda le imprese costituite dopo il 2 luglio 2013. Per gli interventi di tipologia A sono ammessi costi riguardanti per esempio macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali; affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto); acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne; spese di costituzione; spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25mila euro); consulenze esterne specialistiche non relative all'ordinaria amministrazione. Mentre per gli interventi di tipologia B sono ammessi costi riguardanti per esempio acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. Le imprese con sede legale esterna alla Regione Emilia-Romagna potranno acquistare solo sedi produttive nel territorio regionale (max 50% del costo); macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali; spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto); acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne; spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% del costo totale del progetto); consulenze esterne specialistiche non relative all'ordinaria amministrazione. Si possono inoltrare le domande sino al 15 novembre. R i f e r i m e n t i : h t t p : / / f e s r. r e g i o n e . e m i l i a -romagna.it/opportunita/richiesta-di-finanziamentitramite-sfinge-2020 - Sportello imprese - dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00 tel. 848.800.258 - Sfinge2020 Tel 06.99.330.300 SETTORE INNOVAZIONE REGIONE LAZIO Contenuto: è aperto un bando relativo al Por Fesr Lazio 2014 - 2020 con un budget di 4 milioni di euro della Regione Lazio che mira a promuovere la creazione di startup innovative e sostenere le loro prime fasi di avviamento (cd. pre-seed) al fine di renderle interessanti per il mercato del capitale di rischio e consentire loro di reperire la finanza necessaria per consolidare l'idea di business. Parallelamente, l'iniziativa punta al rafforzamento del legame tra il mondo della ricerca e le imprese attraverso la promozione di spin-off della ricerca. Startup e spin-off costituiscono un volano per la crescita economica e l'occupazione, specie quella giovanile e di alto profilo, nei settori ad alta tecnologia. Le modalità di intervento consentono al contempo di promuovere l'iniziativa privata degli operatori che, nella delicata fase del preseed, sono in grado di fornire alle startup innovative sostegno anche non esclusivamente finanziario (ad es. i cd. business angels): tali operatori costituiscono parte fondamentale dell'ecosistema abilitante favorevole alle startup, a cui sono dedicati sinergicamente anche altri strumenti nell'ambito del programma regionale Startup Lazio. Al fine di diffondere esperienze positive a vantaggio di giovani talenti, i beneficiari potranno essere invitati a presentare i progetti agevolati in eventi / pitching session / give back session organizzati da Lazio Innova o dalla Regione Lazio per la promozione e divulgazione delle attività riguardanti il Por Fesr 2014-2020. Una riserva di 2.500.000 euro è destinata inizialmente al sostegno degli spin-off della ricerca, lasciando fin da subito 1.500.000 di euro a sostegno delle Startup Innovative. Nell'ambito di ognuna delle due tipologie di intervento (sostegno alle iniziative di spin-off della ricerca o alle startup innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza più in generale) è prevista una riserva di un milione di euro destinata alle richieste che coinvolgono investitori terzi e indipendenti. Decorsi sei mesi dalla data di apertura dello sportello, le risorse eventualmente residue saranno rese disponibili indistintamente per le due tipologie di intervento. Possono presentare domanda startup innovative (ex dl 179/2012) costituite dopo la data di pubblicazione dell'avviso. Le imprese beneficiarie devono costituirsi prima della firma dell'atto di impegno e, al più tardi al momento della richiesta della prima erogazione, devono essere iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese italiano dedicata alle startup innovative e avere sede operativa nel Lazio. Specifiche condizioni consentono di qualificare, ai fini dell'Avviso, la Startup innovativa come Spin-Off della Ricerca. Il contributo è concesso ai sensi del Regolamento Generale di Esenzione (651/2014) e può coprire fino al 100% delle spese ammissibili. La scadenza è il 30 settembre. L'agevolazione è un contributo a fondo perduto riconosciuto a fronte di spese ammissibili, effettivamente sostenute e rendicontate, e commisurato agli apporti di capitale e, nel caso di spin-off della ricerca, anche agli apporti di tempo lavorativo da parte di uno o più «soci innovatori» della startup innovativa, comunque entro i valori minimi e massimi di seguito indicati. Startup innovative: il contributo concedibile è pari al massimo al 100% dell'apporto di capitale fornito dai soci, entro un minimo di 10mila euro e un massimo di 30mila euro. In presenza di investitori terzi e indipendenti (investitori professionali, business angels, raccolta tramite equity crowdfunding) che apportino capitale in misura pari ad almeno 10 mila euro, il contributo massimo concedibile è pari a 40 mila euro. Gli investitori terzi e indipendenti non possono in nessun caso acquisire la maggioranza del capitale sociale, anche per effetto della conversione degli strumenti finanziari di quasi-equity eventualmente sottoscritti. Per gli spin-off della ricerca il contributo concedibile è pari al massimo alla somma del valore dell'apporto di tempo lavorativo fornito dai soci innovatori nel primo anno e del valore dell'apporto di capitale. L'apporto di tempo lavorativo deve rappresentare almeno il 50% del totale degli apporti validi. Il contributo agli spin-off della ricerca è concedibile entro un minimo di 10 mila euro e un massimo di 100 mila euro. L'ambito di operatività dei progetti deve riferirsi alle filiere individuate nella Smart Specialisation Strategy e ai settori ad alta intensità di conoscenza (Kia). I progetti agevolabili devono riguardare l'avviamento di attività imprenditoriali che riguardino beni e servizi prodotti o da produrre nella o nelle sedi operative nel Lazio e devono essere basati su una soluzione innovativa da proporre sul mercato, già individuata al momento della presentazione del progetto sebbene da consolidare in taluni aspetti più operativi, che soddisfi esigenze che rendano il progetto scalabile, anche sui mercati internazionali; avere dei soci e/o un team dotati di capacità tecniche e gestionali che assicurino il proprio impegno allo sviluppo del progetto anche in termini di apporto tecnologico e lavorativo; prevedere un Piano di attività a un anno che, anche tramite il consolidamento e l'integrazione del capitale tecnologico (es. prototipazione e protezione della proprietà intellettuale) e del capitale umano iniziale, al fine di garantire la completezza delle competenze nell'ambito del team, e quant'altro opportuno (sviluppo strategie commerciali e finanziarie, ricerca di partner ecc.), renda credibile che il progetto entro tale termine risulti di interesse per gli operatori operanti nel mercato del capitale di rischio dedicato alle startup (cd. early stage). Sono ammissibili anche apporti di capitale effettuati tramite piattaforme di equity crowdfunding. L'istruttoria è svolta da Lazio Innova a supporto delle valutazioni che saranno effettuate da una apposita Commissione, sulla base dei criteri definiti dal Comitato di Sorveglianza del Por. Le erogazioni saranno effettuate dietro presentazione di rendicontazione, a saldo, delle spese ammesse in sede di istruttoria ed effettivamente sostenute. La possibilità di ottenere una anticipazione (da un minimo del 20% a un massimo del 40%) è subordinata alla presentazione di una fideiussione a copertura dell'importo erogato a titolo di anticipo. Al momento dell'erogazione, a eccezione dell'anticipo, deve essere stato effettuato l'apporto di capitale (versamento) o di lavoro (su time report) in misura almeno proporzionale alle spese rendicontate. La presentazione delle richieste avviene con procedura a sportello che prevede la verifica di ammissibilità in ordine di arrivo delle richieste che possono essere presentate tramite il portale GeCoWeb Riferimenti: www.lazioinnova.it - numero verde 800.989.796 SETTORE INNOVAZIONE REGIONE CAMPANIA Contenuto: Con Decreto Dirigenziale n. 274 del 19/12/2016, pubblicato sul Burc n. 90 del 27/12/2016, è stato emanato l'Avviso pubblico Erasmus startup in Campania - Borse di mobilità per startupper, giovani imprenditori, o aspiranti imprenditori- a valere sul Por Campania FSE 2014/2020. Circa 2 milioni di euro per il triennio 2017-2019 per la mobilità internazionale di startupper, spin-off, o aspiranti imprenditori campani presso incubatori, acceleratori, academy internazionali e altre strutture di supporto allo startup di impresa. Obiettivo dell'intervento è sostenere l'internazionalizzazione del capitale umano regionale, con particolare riferimento al mondo della ricerca e dell'innovazione, stimolando la mobilità internazionale di giovani talenti campani. Possono beneficiare del finanziamento startupper, giovani imprenditori e aspiranti imprenditori campani che vogliano partecipare a progetti di sviluppo dell'imprenditorialità, innovazione e ricerca, potenziare le strategie di marca, vendita e marketing grazie al rapporto con il soggetto ospitante oppure migliorare o perfezionare il proprio prodotto/servizio, anche attraverso prove laboratoriali, attraverso un'esperienza internazionale di durata da uno a sei mesi. Assieme al programma Erasmus Plus - Mobilità Individuale in Campania che ha rafforzato azioni di mobilità per studenti delle università campane con uno stanziamento complessivo pari a 3.900.000 euro per il prossimo triennio. I beneficiari sono startupper, giovani imprenditori e aspiranti imprenditori campani che vogliano recarsi presso imprenditori esperti, presso Atenei. La scadenza è il 31 dicembre 2020. Riferimenti: http://www.fse.regione.campania.it/opportunita/erasmus-startup-campania SETTORE INTERNAZIONALIZZAZIONE REGIONE CAMPANIA Contenuto: si segnala un bando del Por Fesr in vigore sino al 2020 per la valorizzazione degli investimenti aziendali - Asse 3 Competitività - Azione III.3.c.1.1. Vengono elargiti fondi per investimenti produttivi, incluso l'acquisto di macchinari e impianti, inseriti in adeguati Piani di sviluxda della dimensione aziendale e del regime di aiuto scelto. Si possono presentare domande sino al 31 dicembre 2019, data di chiusura dello sportello. Riferimenti: SiAge - http://www.siage.regione.lombardia.it - www.finlombarda.it SETTORE INTERNAZIONALIZZAZIONE REGIONE EMILIA ROMAGNA Contenuto: è aperto un bando che cofinanzia progetti di promozione internazionale dei consorzi in Emilia Romagna. La Regione promuove i processi di internazionalizzazione delle imprese regionali attraverso i programmi promozionali proposti dai consorzi per l'internazionalizzazione accreditati. Possono presentare domanda consorzi per l'internazionalizzazione con sede legale in Emilia- Romagna, costituiti da imprese prevalentemente con sede legale o unità operativa in Regione. Possono essere coperte spese quali partecipazioni a fiere, spese promozionali, spese di incoming relative alla ospitalità di operatori esteri in Italia, spese di consulenza, realizzazione o il rinnovo del marchio consortile e sito internet del Consorzio, spese di personale relative ad attività di direzione, coordinamento, segreteria organizzativa, amministrazione o ad attività dirette alla realizzazione del progetto, spese forfettarie di funzionamento. L'agevolazione prevista dal presente bando consiste in un contributo quantificabile fino al 50% della spesa ammissibile. Il contributo non potrà comunque superare l'importo di 149.900 euro. Saranno esclusi i progetti con spesa complessiva ritenuta ammissibile dalla Regione inferiore a 30 mila euro. Riferimenti: http://fesr.regione.emilia-romagna.it/ opportunita/richiesta-di-finanziamenti-tramite-sfinge-2020 SETTORE INTERNAZIONALIZZAZIONE REGIONE PIEMONTE Contenuto: è aperto un bando di sostegno alle imprese artigiane in Piemonte per la partecipazione a EIMA 2018 - Esposizione Internazionale di Macchine per l'Agricoltura e il Giardinaggio (Bologna, 7-11 novembre 2018). La Regione Piemonte concede un contributo finalizzato a un abbattimento dei costi di partecipazione a secondo della metratura espositiva richiesta: le imprese artigiane piemontesi, in possesso dei requisiti previsti dal bando. L'abbattimento dei costi previsto sarà concesso fino a esaurimento dei fondi disponibili, secondo un criterio cronologico di arrivo delle domande di partecipazione. Possono presentare domanda imprese artigiane con sede operativa attiva in Piemonte. Riferimenti: Camere di Commercio piemontesi www.al.camcom.it - www.at.camcom.it - www. bv.camcom.it - www.cn.camcom.it - www.no.camcom. it - www.pie.camcom.it - http://www.regione.piemonte.it/artigianato - http://artigianato.sistemapiemonte. it/home.shtml ETTORE OCCUPAZIONE REGIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto il bando per la Dote Unica Lavoro di Regione Lombardia con 170.740.027,58 euro di budget di cui 164 milioni del Por Fse 2014-2020 Asse 1 e 6.740.027,58 euro a valere sulle risorse nazionali ex L. 53/2000 e suddivisi per diverse fasce di beneficiari tra cui giovani disoccupati, residenti o domiciliati in Lombardia, dai 15 ai 29 anni compiuti; disoccupati, residenti o domiciliati in Regione Lombardia, dai 30 anni compiuti, indipendentemente dalla categoria professionale posseduta prima della perdita del lavoro, compresi i dirigenti in mobilità; gli occupati, dai 16 anni compiuti lavoratori sospesi da aziende ubicate in Lombardia percettori di cassa integrazione guadagni in deroga alla normativa vigente e cassa integrazione guadagni straordinaria; militari congedandi etc. Una volta verificati i requisiti della persona, l'operatore supporta il richiedente per la profilazione nel sistema informativo, che sulla base delle caratteristiche del destinatario (stato occupazionale/distanza dal mercato del lavoro, titolo di studio, genere, età) definisce in automatico l'appartenenza a una delle quattro fasce di intensità d'aiuto. La persona, a seconda della fascia di intensità d'aiuto cui accede, ha a disposizione una dote ossia uno specifico budget, entro i limiti del quale concorda con l'operatore i servizi funzionali alle proprie esigenze di inserimento lavorativo e/o qualificazione. L'operatore è tenuto a erogare ai destinatari, a titolo gratuito, i servizi di base funzionali a comprendere le caratteristiche e le esigenze della persona. L'operatore definisce con la persona il Piano di Intervento Personalizzato (PIP). I destinatari non devono partecipare finanziariamente alla Dote e l'operatore non può percepire altri finanziamenti a copertura delle stesse unità di costo già finanziate da Regione Lombardia nell'ambito della Dote. È attivo il sistema informativo per l'attivazione delle doti Siage, la profilazione e la sottoscrizione del Pip secondo le regole dell'avviso con scadenza al 30 dicembre 2018. Sul tema dei giovani e dei diritti dei lavoratori e dei pensionati è molto attivo il Forum nazionale che racchiude ben undici associazioni, tra cui la Federspev e Unpit. Il presidente prof. Michele Poerio e il prof. Marco Perelli Ercolini, Presidente Unpit hanno detto di recente «La recentissima notizia del rigetto, da parte della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, del ricorso contro il blocco della perequazione è un ennesimo fiero colpo ai nostri diritti di pensionati e una conferma che la tendenza a interpretare le norme secondo convenienza non è limitata al nostro Paese. Vivere in uno Stato di diritto non è una definizione di comodo: significa vivere in una comunità con regole precise e rispettate da tutti e in ogni situazione. giovani lavoratori e futuri pensionati con quale spirito possono affrontare il loro percorso lavorativo se portati a riflettere seriamente sul fatto che le promesse fatte oggi possono essere disattese o modificate con effetto retroattivo? La credibilità dello Stato va oltre le vicende delle nostre pensioni, ma si fonda sulla tenuta del sistema, che comprende anche le nostre pensioni. Il concetto di diritto acquisito non è una espressione egoistica, come si cerca di accreditare, ma è la base necessaria per ogni attività». Riferimenti: www.doteunicalavoro.regione.lombardia.it - www.spazio.regione.lombardia.it con sedi e orari di apertura; Call Center numero 800 318 318 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 - www.unpit. it - www.federspev.it ETTORE PROMOZIONE REGIONE PIEMONTE Contenuto: si può aderire a un bando che cofinanzia progetti di promozione delle risorse turistiche piemontesi per l'anno 2018. I contributi sono per la realizzazione di azioni di comunicazione e di attività di promo-pubblicità, nell'ambito di manifestazioni e iniziative organizzate nelle località del Piemonte, che valorizzino l'offerta turistica e contribuiscano all'arricchimento del prodotto turistico della regione, con particolare attenzione alle manifestazioni di rilevanza nazionale e internazionale svolte in raccordo con l'Agenzia turistica locale competente per territorio e commercializzati tramite gli operatori turistici locali, in grado di consolidare la conoscenza del territorio turistico piemontese. Tali azioni di comunicazione e di attività di promo-pubblicità sono riconducibili a manifestazioni e iniziative di promozione e valorizzazione turistica di particolare rilevanza, ricaduta turistica e radicamento sul territorio, con aspetti peculiari, originali, innovativi, unici. Il sostegno regionale è concesso a una sola manifestazione/iniziativa per soggetto organizzatore. Non è pertanto concesso il contributo a programmazioni annuali comprendenti manifestazioni o iniziative di diversa natura e contenuti. Non è altresì concesso il finanziamento per la sola realizzazione di materiale promo-pubblicitario non collegata e compresa nell'ambito di manifestazioni e/o iniziative. Sono stati stanziati 112.500 euro. Riferimenti: www.regione.piemonte.it ETTORE SVILUPPO REGIONE LOMBARDIA Contenuto: si può partecipare a una iniziativa di Finlombarda denominata Al Via che finanzia gli investimenti in sviluppo aziendale delle piccole e medie aziende lombarde. È stata rifinanziata con 42 milioni da Finlombarda Spa e dalle banche convenzionate e per 10 milioni di euro da Regione Lombardia. In totale ci sono 262 milioni di euro per i finanziamenti e 103, 4 milioni a valere su risorse del Por Fesr 2014-2020 di Regione Lombardia, di cui 65 milioni di euro per garanzie gratuite e 38,4 milioni di euro per contributi a fondo perduto in conto capitale. Si può fare domanda tramite il sistema SiAge fino al 31 dicembre 2019. Possono presentare domanda anche pmi del settore artigiano attive da almeno due anni operanti in Lombardia. Gli ambiti sono vari dal manifatturiero, alle costruzioni, ai trasporti, ai servizi alle imprese e all'agromeccanica. Occorre presentare piani di sviluppo aziendale o di rilancio produttivo collegati alla Strategia di specializzazione intelligente regionale (S3). Possono ottenere un'agevolazione maggiorata gli investimenti in progetti di manifattura 4.0, a elevata capacità aggregativa, che prevedano sistemi di certificazione ambientale o realizzati sull'area Expo. dotazione finanziaria. I programmi di sviluppo aziendale (linea sviluppo aziendale) devono prevedere investimenti per un importo massimo di 3 milioni di euro per l'acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica, software, hardware, acquisizione di marchi, brevetti e licenze di produzione e, per un massimo del 20% delle spese ammissibili, opere murarie, di bonifica, impiantistica; i piani di riqualificazione e/o riconversione di aree produttive (linea rilancio aree produttive) devono prevedere per esempio investimenti per un importo massimo di sei milioni di euro per l'acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica, software & hardware e acquisizione di marchi, brevetti e licenze di produzione e, per un massimo del 50% delle spese ammissibili, in opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e acquisto di immobili destinati all'esercizio dell'impresa inutilizzati da almeno 12 mesi. Viene elargito ai progetti selezionati un co-finanziamento da parte di Finlombarda e delle banche convenzionate per un importo compreso tra 50 mila e 2,85 milioni di euro e durata tra 3 e 6 anni con pre-ammortamento massimo di 18 mesi; contributi a fondo perduto in conto capitale compresi tra il 5 e il 15% dell'investimento complessivo; garanzia regionale gratuita a copertura del 70% del finanziamento (rif. B.U.R.L. - Serie Ordinaria n. 24 del 13 giugno 2017). A chi rivolgersi: piattaforma SiAge www.siage.regione.lombardia.it www.finlombarda.it numero verde 800.131.151 EUROAPPUNTAMENTI Ogni mese vengono evidenziati alcuni eventi, manifestazioni, iniziative, progetti a cui le aziende possono partecipare gratuitamente e che riguardano finanziamenti e settori di ricerca europei. COOPERAZIONE Area tematica: INNOVAZIONE Data: 7-9 novembre 2018 Sede: Novi Sad, Serbia Contenuto: le pmi possono partecipare gratuitamente all'evento di brokerage all'interno del primo SEE IT Summit (South East European Hub for IT, Telecommunication, Innovations, Gaming and IoT) previsto in Serbia. Possono aderire anche start-up, investitori realtà pubbliche e private, centri di ricerca, del settore Ict, delle telecomunicazioni, dell'ìnnovazione, del Gaming, del Internet of Things. Ci si può iscrivere on line sino al 26 ottobre e scegliere entro il 2 novembre selezionare i profili delle aziende/enti con cui fissare gli incontri B2B grazie alla rete Enterprise Europe Network della Commissione europea. SEE-IT Summit prevede 150 espositori, oltre 2 mila tra professionisti e visitatori, un migliaio di consumatori e sono previste quindici tra conferenze, workshops e meeting suddivisi per target. Novi Sad punta ad affermarsi come hub per l'Europa sud est per il settore Ict. Parteciperanno oltre ad aziende europee anche Israele e imprese dei Balcani. L'evento di brokerage è interessante per chi lavora alle applicazioni innovative in vari settori dalla sanità, al turismo, ai trasporti, logitica, e-learning, applicazioni delle realtà virtuali. Riferimenti: http://seeitsummit2018.talkb2b.net - http://see-it-summit.com COOPERAZIONE Area tematica: AUTOMOTIVE Data: 22-23 novembre 2018 Sede: Bratislava, Slovacchia Contenuto: si può partecipare gratuitamente a un evento di matchmaking nel settore automobilistico. Possono aderire produttori di auto, produttori di componenti per l'ambito automotive, investitori, università, centri di ricerca, società di car shering, istituzioni pubbliche e private. Si chiama Autonomous Vehicles Summit Matching e prevede incontri B2B per pmi e gli aderenti al matchmaking. I veicoli autonomi rappresentano la maggiore novità nel settore automotive e sono in continua evoluzione grazie anche allo sviluppo delle tecnologie Ict ed elettroniche. I temi dell'AV Matching sono la sicurezza, la cybersecurity, le innovazioni energetiche e tecnologiche, nuove soluzioni di meccatronica e di automazione. I B2B consentono alle aziende di trovare partnership, agenti, accordi di collaborazione, di trasferimento di know how, partners per partecipare a bandi europei di ricerca e di sviluppo tecnologico. È utile per aziende del settore anche dei sistemi di controllo, dell'illuminazione e segnaletica, dello sviluppo dei sensori, della sicurezza dei devices, degli ibridi. Riferimenti: https://avmatch.b2match.io - www. rpicpo.sk COOPERAZIONE Area tematica: AMBIENTE Data: 27 - 30 novembre 2018 Sede: Lione, Francia Contenuto: si può aderire a un evento di brokerage gratuito che si svolgerà durante la fiera Pollutec Green Days prevista a Lione. Possono partecipare pmi, centri di ricerca, università, agenti, distributori. L'adesione agli incontri B2B è gratuita, ci si può registrare entro il 4 novembre, si possono selezionare le aziende che si intendono incontrare entro il 14 novembre. La fiera Pollutec Lyon è una delle fiere più importanti internazio nali per il settore ambiente, energia e tecnologie e servizio innovative. Sono previsti meeting bilaterali, una conferenza sui progetti di ricerca e di sviluppo tecnologico, intercluster meetings. Nell'edizione precedente alla fiera avevano partecipato 2.206 espositori, 60mila visitatori da 33 Stati. Pollutec ha come partner la Commissione europea DG Ambiente e gli incontri B2B sono organizzati dalla rete Een della Commissione europea per le pmi. Nell'edizione precedente all'evento di brokerage avevano aderito 261 partecipanti da 28 Stati con 279 profili e 634 incontri bilaterali realizzati. Riferimenti: https://www.b2match.eu /greendays2018-pollutec http://www.mypollutec.com - www. auvergne-rhone-alpes.cci.fr COOPERAZIONE Area tematica: INNOVAZIONE Data: 4 dicembre 2018 Sede: Louvain-la-Neuve, Belgio Contenuto: si chiamano BioWin Day 2018 - Artificial Intelligence for Health e vi possono partecipare le pmi, università, centri di ricerca, enti privati e pubblici, associazioni, organizzazioni tecnologiche. Gli eventi di brokerage sono gratuiti organizzati dalla rete Een della Commissione europea in occasione del Cluster della Salute della Vallonia in Belgio che viene organizzato ogni due anni e prevede anche conferenze, workshop e uno spazio per gli espositori dei settori delle biotecnologie, tecnologie mediche, ingegneria genetica e molecolare, innovazione medico-scientifica, intelligenza artificiale applicata. Sono previste quattro sessioni mattina e pomeriggio di incontri B2B utili alle aziende per trovare partnership, per accordi di trasferimento di know how, accordi di business. Nella precedente edizione avevano aderito 170 partecipanti da dieci Stati per le sessioni B2B ed erano stati schedulati 220 meeting. Riferimenti: http://events.biowin.org - https:// biowinday2018.b2match.io - www. capinnove.be

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore