MENU
Chiudi
05/08/2018

Estate con il lido chiuso

QN - Il Giorno

di ROBERTO CANALI - COMO - I MIRACOLI, si sa, capitano di rado e il suo bonus il Comune di Como l'ha già utilizzato l'anno scorso quando riuscì, in extremis, a riaprire il lido di Villa Olmo per Ferragosto. Quest'anno la storia sembra ripetersi, ma l'epilogo con buona pace dei comaschi e dei turisti potrebbe essere ben diverso. A Villa Olmo infatti tutto è rimasto fermo all'autunno dell'anno scorso, quando iniziarono i problemi della Sport Management con Palazzo Cernezzi che si accorse di una irregolarità, a carico del privato, nell'assegnazione dell'appalto. UN ERRORE solo in apparenza veniale, il non aver dichiarato da parte di uno degli amministratori aver subito una condanna in primo grado, abbastanza per configurare agli occhi degli uffici la configurazione del reato di falso in atto pubblico nonostante l'assoluzione poi attenuta in Appello. Come spesso capita a Como ne è nato un contenzioso, di fronte al Tar, tra Comune e privato e alla file a trionfare di fronte alla giustizia è stato Palazzo Cernezzi che ha visto archiviare, perché infondato, il ricorso della società. Nei giorni scorsi le chiavi del lido sono state riconsegnate e i tecnici hanno compiuto un primo sopralluogo, non troppo confortante a dir la verità. La struttura dove da mesi nessuno, visto il ricorso pendente, metteva piede è stata trovata in stato abbandono. A preoccupare è soprattutto lo stato delle piscine, già al centro degli interventi di sistemazione della Sport Management, senza le quali l'unica alternativa per bagnanti sarebbe quello di gettarsi nelle acque del lago, per altro l'unico punto balneabile rimasto in città stando alle analisi dell'Ats. Il principale problema da risolvere però è quello legato al gestore. Decaduta la società veronese si tratta infatti di capire se sarà necessario fare una gara d'appalto ex-novo, con la certezza quindi di riaprire il lido solo tra qualche mese, oppure considerare valida quella effettuata l'anno scorso e affidare la struttura ai comaschi della Villa Olmo Lido Snc che hanno gestito la struttura per oltre trent'anni. TANTO per complicare ancora di più le cose c'è il fascicolo aperto dalla Procura di Como che vuole vederci chiaro sulla gara e la procedura di assegnazione. Morale comaschi e turisti si rassegnino a guardare il lago da riva, per la tintarella e il bagno occorrerà prendere il pullman e spostarsi perlomeno nella vicina Cernobbio, dove il lido appena aperto a pochi passi da Villa Erba da settimane sta registrando il tutto esaurito. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore