MENU
Chiudi
09/11/2018

Ecco il parco al terminal crociere «I lavori sono necessari»

QN - Il Resto del Carlino

LA DIGA nord di Porto Corsini, danneggiata dalla mareggiata del 28 ottobre, verrà riaperta lunedì. La notizia è stata diffusa ieri sera nella sede della Pro Loco, durante l'incontro per la presentazione del progetto Hub portuale. Un investimento di 250 milioni pubblici e altrettanti privati. Un'operazione complessa che prevederà un via vai di draghe e mezzi per alcuni anni, problemi di traffico, rumore e altri disagi. Non a caso il progetto Hub portuale, terminato l'iter amministrativo, va nelle località che maggiormente potranno avvertire i problemi per questa operazione che cambierà il volto al porto con fondali a meno 12,50 metri, aree per la logistica, ferrovia e più competitività. PRIMA tappa del tour del progetto Hub ieri sera a Porto Corsini, mentre il 29 toccherà a Marina di Ravenna, le due località dove L'Autorità di Sistema Portuale ha aree di proprietà e dove può quindi intervenire per risolvere problemi da tempo sul tappeto come la sistemazione dell'area adibita al terminal crociere, l'area di imbarco del traghetto, la sistemazione di via Molo San Filippo, l'area camper, la cura del verde e dell'arredo urbano . Come sottolinea il sindaco de Pascale «i disagi ci saranno, ma non abbiamo scelta se vogliamo continuare a essere competitivi nella portualità nazionale, e non solo, e aumentare l'occupazione. L'alternativa ai lavori in partenza è la morte del porto». UN PRIMO pacchetto di interventi di riqualificazione è stato quindi illustrato dal presidente dell'Autorità di Sistema Portuale, Daniele Rossi. Cinque milioni di euro sono previsti per trasformare quello che oggi è un ammasso di terra pieno di erbacce in un parco, il Parco delle dune, proprio davanti alle banchine dove attraccano le navi da crociera: un biglietto da visita per i turisti al loro arrivo in città. L'AdSP ha licenziato il progetto in questi giorni e i documenti iniziano ora l'iter amministrativo che richiederà, gara d'appalto compresa, circa un anno. La previsione è quella di poter iniziare i lavori nell'autunno del prossimo anno. La terra incolta verrà sostituita da aree verdi, dune, alberature, mentre nascerà un collegamento tra il terminal e la parte centrale della località. Nell'occasione verranno inoltre sistemati anche i parcheggi. SECONDO intervento, tra l'altro atteso da tempo da Porto Corsini, è la sistemazione della banchina danneggiata diversi anni fa dal traghetto Ravenna-Catania. L'intervento richiederà 2,5 milioni di euro di investimento. La gara d'appalto è in corso e si prevede di iniziare i lavori il prossimo anno appena la stagione lo permetterà. Saranno riparati la banchina, il marciapiede di via Molo San Filippo e saranno posizionate nuove alberature. Previsto lo spostamento del monumento ai caduti in mare nell'area del terminal crociere come simbolo di accoglienza per le navi che entrano in porto cariche di turisti diretti alla città. NEL FRATTEMPO sono stati effettuati lavori per riparare buche, staccionate e asfalto divelto lungo la diga dall'ultima mareggiata della settimana scorsa. Resta comunque la preoccupazione degli abitanti per il carico di traffico dei pullman crocieristici nella località e sulla Baiona. lo. tazz. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore