MENU
Chiudi
19/10/2018

Differenziata raddoppiata

Gazzetta del Sud

Taormina, indici cresciuti dal 20 al 43% e abbattimento incoraggiante dei co sti
In fase di affidamento il servizio di nettezza urbana
Emanuele Cammaroto TAO R M I N A Scatterà a febbraio la nuova fase del servizio di raccolta rifiuti a Ta o r m i n a . È in corso di espletamento infatti la gara d'appalto presso Urega, l'Ufficio regionale Gare d'Appalto che prevede l'affidamento per sette anni delle attività di nettezza urbana nella " capitale del tu rismo siciliano " . Sono pervenute 12 offerte all'Urega da altrettante ditte interessate che si stanno contendendo un appalto da 20 milioni di euro. Non ha partecipato invece la Mosema, ditta che al momento ha in affidamento il servizio con proroga sino al 31 gennaio 2019 data dal Comune di Taormina, in attesa che venga conclusa la gara in atto. L'Urega sta procedendo all'apertura delle buste per ultimare quanto prima le procedure in atto. Da febbraio dovrebbe quindi scattare la nuova fase operativa del servizio. Intanto la raccolta differenziata in città è cresciuta a Taormina dal 20% al 43% e l'impennata che il Comune auspicava si sta registrando soprattutto con i risultati incoraggianti della separazione tra la differenziata e l'indifferenziata. Sembra lontana la spada di damocle che la Regione impone ai Comuni che differenziano una quota di rifiuti inferiore al 35%. Ora l'obiettivo del Comune e' di arrivare al 65% entro fine dicembre. Il mese appena trascorso ha dato riscontri positivi e l'aspettativa, in città, è che anche l'incoraggiante abbattimento dei costi in atto possa portare ad un graduale riduzione della Tari a caricob dei contribuenti. A settembre di questo anno sono stati contati 703.180 kg di indifferenziata e 239.970 kg di differenziata nel territorio comunale per un totale di 943.150 kg di materiale raccolto e poi conferito. Tale attività ha impegnato il Comune nel pagamento di quattro ditte rispettivamente per 80 mila 619 euro, 213 mila 955 euro, 19 mila 265 euro, e mille 500 euro, per un totale di 315 mila 349 euro di costi per il bilancio di Palazzo dei Giurati. Nello stesso mese, a settembre però del 2017, a Taormina si erano contati 886.340 kg raccolti di indifferenziata e 195.500 kg di differenziata per un totale di 1.082.240 kg raccolti. In quel caso sono stati spesi 369 mila 367 euro, suddivisi in pagamenti per due ditte da 98 mila 672 euro e 270 mila 694 euro. Per il Comune si è determinato, insomma, nel settembre 2018 rispetto al corrispettivo mese di un anno fa un risparmio di 54 mila 026,52 euro.

La crescita del settore nei numeri registrati

l Differenziata al 42%: ora l'obiettivo del Comune è arrivare al 65% entro fine d i ce m b r e l A settembre di questo anno sono stati contati 703.180 kg di indifferenziata e 239.970 kg di d i f f e r e n zi at a

Foto: Il servizio di raccolta rifiuti Stanno funzionando le strategie programmate dal Comune

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore