scarica l'app
MENU
Chiudi
24/01/2019

Deserto il bando del parcheggio multipiano

Il Gazzettino

In vendita 500 posti in viale dei Tropici Progetto accantonato
CAORLE
Si è chiusa con un nulla di fatto la vendita dei posti auto del parcheggio multipiano. E' andato completamente deserto il bando emanato dall'amministrazione comunale per la vendita di 500 posti auto del park multipiano di viale dei Tropici. Per la precisione il bando aveva messo in vendita 171 posti scoperti al secondo ed ultimo piano della struttura, al prezzo di 12mila euro ciascuno, e 329 posti coperti tra il piano terra ed il primo piano, al prezzo di 20mila euro ciascuno. Il bando tutelava anche i diritti degli attuali titolari di un contratto di locazione di durata novennale aventi ad oggetto alcuni dei posti auto messi in vendita (43 scoperti e 59 coperti). Tutto inutile: alla scadenza della gara, fissata per lo scorso 7 dicembre, né privati cittadini né tantomeno imprese hanno presentato la domanda per l'acquisto dei parcheggi. Per l'amministrazione comunale si tratta sicuramente di un duro colpo: dalla cessione dei posti auto, la giunta Striuli sperava di poter recuperare il denaro necessario alla realizzazione di un'importante opera pubblica, la riqualificazione urbanistica ed architettonica di viale Santa Margherita. Il costo complessivo di questo intervento è stato stimato in circa 6.150.000 euro e dalla sola vendita del multipiano il Comune stimava di poter ricavare, nella migliore delle ipotesi, fino a 5 milioni di euro. Secondo le ipotesi avanzate nei mesi scorsi dalla giunta, i lavori del primo stralcio della riqualificazione di viale Santa Margherita (che comprende il tratto compreso tra piazza Sant'Antonio e Via Gozzi o in caso di carenza di risorse fino a Via Giovanni da Pordenone) sarebbero dovuti partire entro la fine di quest'anno, essendo già stata approvata la relativa progettazione. «Riusciremo comunque a finanziare la riqualificazione di viale Santa Margherita con altre risorse» ha dichiarato il vicesindaco Giovanni Comisso facendo riferimento agli oneri di urbanizzazione, all'impiego dell'avanzo di amministrazione (recentemente sbloccato per tutti i comuni virtuosi da una recente pronuncia della Corte Costituzionale), alle perequazioni previste per gli accordi di pianificazione tra soggetti privati e Comune ed a quelle relative allo svincolo dalla destinazione alberghiera dei piccoli hotel con meno di 25 camere e 50 posti letto. Sempre Comisso ha poi precisato che il progetto di vendita dei parcheggi del multipiano verrà per il momento accantonato: la struttura rimarrà dunque in mano all'ente pubblico. Non saranno, dunque, emanati altri bandi di vendita a prezzo ridotto.
Riccardo Coppo
© RIPRODUZIONE RISERVATA