MENU
Chiudi
03/10/2018

Decoro urbano e raccolta rifiuti ora si va verso la nuova gara

Corriere Adriatico

IL SERVIZIO
SANT'ELPIDIO A MARE Ultimi dettagli da limare per l'appalto di igiene urbana del comune di Sant'Elpidio a Mare, che entro ottobre sarà pubblicato per dare il via alla gara. In ballo la gestione dei rifiuti dei prossimi anni per il comune elpidiense, ma anche altri servizi importanti per il decoro e la cura del patrimonio pubblico. Della questione si è discusso di recente anche in maggioranza, a questo punto rimangono solo piccole questioni tecniche da definire, ma sostanzialmente l'impianto dell'appalto è stato definito e le procedure sono prossime alla partenza.
L'ex assessore
Il tema è stato seguito da vicino dall'ormai ex assessore Matteo Verdecchia, che pur lasciando l'incarico ha sottolineato l'intenzione di continuare a seguire la pratica fino a quando il bando sarà formalmente pubblicato. Secondo il sindaco Alessio Terrenzi si tratta «di uno dei passaggi più importanti della legislatura, perché da chi si prenderà cura di queste attività dipende una parte significativa della qualità della vita per tutti».
Il bando
«Lo definiamo un bando di igiene urbana - dice Terrenzi - perché oltre alla raccolta porta a porta ci sono altri servizi fondamentali, dal taglio dell'erba alla manutenzioni di alcune aree. E' proprio su questa parte dell'appalto che stiamo definendo gli ultimi aspetti, perché vogliamo ottimizzare la gestione per garantire una città sempre più curata. Per quanto riguarda invece i rifiuti abbiamo già stabilito le linee guida che chiederemo alle aziende candidate». Non si prevedono rivoluzioni rispetto al sistema che la città ha adottato dal 2012 e che è stato affidato all'Ecoelpidiense, poi prorogato di due anni alla scadenza. Secondo gli amministratori elpidiensi, un'esperienza che si chiude con un bilancio largamente positivo.
Le percentuali
«Ricordiamo tutti come si partisse da percentuali di differenziata imbarazzanti, oggi siamo tra i comuni migliori e negli ultimi mesi, dopo aver effettuato un giro di vite nei controlli sul corretto conferimento, i dati ci dicono che siamo tornati a crescere rimarca il primo cittadino elpidiense - A questo abbiamo affiancato un'imposta assolutamente sostenibile. La nostra Tari, confrontata ad altri Comuni di dimensioni analoghe, è la più bassa. Quindi l'intenzione è proseguire su questa linea, cercando di introdurre incentivi a chi differenzia di più e premialità per chi produce meno quantitativi di rifiuti». L'appalto in corso scade alla fine dell'anno, ma considerando i tempi tecnici necessari per l'espletamento della gara, ci sarà quas sicuramente una proroga che è già posisbile ipotizzare per i primi mesi del 2019, per poi partire con la nuova gestione in primavera.
Pierpaolo Pierleoni
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore