scarica l'app
MENU
Chiudi
18/06/2019

Dall’Ater di Gorizia 140 alloggi popolari grazie al recupero di edifici esistenti

Il Piccolo di Trieste

Evitate nuove colate di cemento con costruzioni ex novo Lavori in via Ascoli e, prossimamente, in Campagnuzza
Francesco FainL'imperativo categorico? Recuperare l'esistente. Rimettendo in sesto i palazzi (e gli alloggi) che già ci sono, evitando nuove colate di cemento e salvaguardando il verde pubblico.È la nuova strategia dell'Ater di Gorizia che ha in piedi lavori e progetti per la realizzazione complessiva di 140 alloggi popolari, sia in città, sia nei centri della Destra Isonzo. L'Azienda territoriale per l'edilizia residenziale sta, dunque, imprimendo l'accelerazione da tanti auspicata ai vari progetti in saccoccia che metteranno a disposizione delle famiglie bisognose e che non hanno la possibilità di rivolgersi al libero mercato una serie di nuovi (o ristrutturati) appartamenti. Ed è una notizia molto attesa nell'Isontino che non è immune, ahinoi, dal fenomeno della tensione abitativa.A fare il punto dei lavori è il direttore Alessandra Gargiulo. Che ricorda come la ristrutturazione dello stabile in via Ascoli 16/interno (il corpo prospiciente via Ascoli era stato oggetto di intervento di ristrutturazione negli anni Ottanta) porterà in dote complessivamente 6 alloggi. «L'intervento - spiega - è completamente assistito da finanziamento regionale per 835.000 euro. I lavori sono stati appaltati all'impresa "Monticolo&Foti" di Sgonico per un importo di contratto di 516.755,65 euro. La chiusura del cantiere è prevista per la fine del 2019».Via libera anche all'intervento di recupero della ex scuola media di San Lorenzo Isontino concessa dal Comune all'Ater in "diritto di superficie". Tale progetto consentirà la realizzazione di quattro alloggi. Potrebbero sembrare pochi di primo acchitto, ma è tanta roba per un paese piccolo come San Lorenzo Isontino, in cui la richiesta di appartamenti a canone non di mercato è in costante crescita. L'intervento è integralmente coperto da finanziamenti regionali derivanti dalla legge 1/2016 per complessivi 600 mila euro. «L'appalto dei lavori - annota Gargiulo - è previsto entro quest'anno».Altro intervento importante e atteso riguarda la manutenzione straordinaria di un edificio a Gradisca d'Isonzo, in via Dante 37, di proprietà del Comune e in gestione all'Ater. Anche in questo caso, si tratta di un progetto che è interamente coperto da finanziamento regionale (legge 1 del 2016) per 165.000 euro. L'intervento riguarda quattro alloggi. L'impresa esecutrice è la "Edilimpianti" di Trieste e la fine dell'intervento dovrebbe avvenire a settembre 2019.Prossimo l'avvio dell'intervento (anche contestato) di Cormòns sull'ex catasto e l'ex pretura: 13 alloggi per un quadro economico di 2.250.000 euro. «È in attesa di definizione il "Programma periferie" (Dpcm 25 maggio 2016), proposto dal Comune di Gorizia, in cui Ater - spiega ancora Gargiulo - partecipa con i due interventi di via Pola 1 (10 alloggi per 2,4 milioni) e via Campagnuzza (18 alloggi finanziati con 4 milioni) nonché con l'intervento sull'ex collegio Filzi che vede interessati sia il Comune sia la nostra azienda. Recentemente, è stato firmato l'aggiornamento della convenzione tra Ministero e Comune».In corso di progettazione l'intervento di completamento dell'ambito dei "Contratti di quartiere 2" per la realizzazione di dieci appartamenti nel lotto ancora disponibile. Importo stimato di circa 2 milioni. «Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria degli alloggi sfitti nell'ambito dei Comuni del Tavolo territoriale 3 Collio-Alto Isontino, allo stato attuale ci sono circa 30 alloggi in fase esecuzione e 45 alloggi in progettazione. Inoltre, sono in continua lavorazione gli appartamenti che necessitano di interventi di manutenzione ordinaria, per i quali è di prossima pubblicazione il bando per un ulteriore accordo-quadro. Gli interventi sugli alloggi sfitti sono realizzati con fondi statali (legge 80 del 2014) con fondi regionali (legge 1/2016) e con fondi propri». -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI