scarica l'app
MENU
Chiudi
22/06/2019

Contributi per lo sport: servono altri 3,5 milioni

La Nuova Sardegna

L'allarme è stato lanciato dall'assessore Biancareddu: «Li recupereremo con la manovra di bilancio»
CAGLIARII bandi della Regione per i contributi alle società sportivi sono stati pubblicati. Però all'appello mancano ancora un bel po' di soldi. «In cassa c'è a disposizione solo un milione e mezzo, ma per coprire il fabbisogno e le aspettative del mondo dello sport, dobbiamo trovarne altri 3 e mezzo». A mettere le mani avanti è stato l'altro giorno, in Giunta, l'assessore alla Cultura e allo Sport Andrea Biancareddu. Secondo la sua ricostruzione, quando ha preso possesso dall'incarico, a maggio, gran parte del finanziamento destinato all'assessorato era impegnato da diversi mesi. A cominciare dagli 8 milioni inseriti nell'ultima Finanziaria del centrosinistra per poi passare ai 6 destinati ad altri contributi previsti dalla legge per lo sport. «Ho chiesto - fa sapere l'assessore - un'immediata variazione di bilancio per soddisfare le richieste che arriveranno da tutte le società sportive e che ogni anno sono intorno ai 5 milioni di euro». L'appello di Biancareddu è stato raccolto dall'assessore al Bilancio, Giuseppe Fasolino, e i 3 milioni e mezzo che mancano dovrebbero essere recuperati in una delle correzioni di bilancio annunciate per una delle prossime settimane e che dovranno essere approvate dal Consiglio regionale.I bandi. L'assessorato ha pubblicato, in questi giorni, i bandi destinati alle società sportive per chiedere i contributi alla Regione. Qualche giorno prima era stato il gruppo dei Progressisti a denunciare in un'interrogazione che «il forte ritardo accumulato dai bandi rischiava di mettere in difficoltà le società, la loro sopravvivenza e anche l'iscrizione ai campionati nazionali, o gli impegni presi per la manutenzione degli impianti». La risposta dell'assessorato è stata immediata e i bandi sono stati pubblicati sul sito ufficiale della Regione.Le scadenze. Il decreto firmato dall'assessore Biancareddu prevede quattro scadenze. Entro il 10 settembre per i contributi destinati all'attività sportiva giovanile e agli atleti di primo piano nelle competizioni agonistiche. Il 17 settembre sarà invece la scadenza per i contributi a sostegno dell'organizzazione di manifestazioni sportive nazionali, la partecipazione delle società ai campionati nazionali e le società iscritte al Comitato per lo sport paralimpico. Non oltre il 25 settembre dovranno invece essere presentate le domande per far fronte alle spese che saranno sostenute per le trasferte extra regionali. Cinque giorni scadrà la presentazione delle richieste da parte degli enti di promozione sportiva e delle federazioni associate al Coni.