MENU
Chiudi
11/09/2018

CONTO alla rovescia per la ripresa delle lezioni. …

QN - Il Resto del Carlino

CONTO alla rovescia per la ripresa delle lezioni. L'amministrazione comunale pesarese, in questi giorni, sta eseguendo lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione per 40mila euro. Per concorrere ai fondi a favore dell'edilizia scolastica - i 7 miliardi di euro confermati dal ministro Bussetti - messi a bando dal Miur per la programmazione triennale, Pesaro ha presentato in Regione tre progetti, mentre sul fronte della vulnerabilità sismica deve pubblicare il bando che inizierà il monitoraggio sugli edifici comunali a partire dalle scuole primarie. «A bilancio per l'edilizia scolastica abbiamo messo 500mila euro - conferma Belloni -. Di questi 250mila euro, frutto di trasferimento recente, copriranno il bando per la verifica della vulnerabilità sismica in tutte le scuole primarie di Pesaro. In particolare, nel redarre il bando avremmo voluto frazionare le risorse, in modo da poter avviare diversi cantieri contemporaneamente. Ma la normativa non ce lo ha permesso. Quindi l'appalto sarà unico». I progetti per la programmazione triennale con cui Pesaro concorrerà alle risorse statali erogate tramite bando regionale saranno tre. «CONCORREREMO con la palestra della scuola di via La Marmora; con un progetto per costruire un nuovo edificio accanto alla Don Milani a beneficio dell'Istituto comprensivo Villa San Martino e con un terzo progetto relativo all'antisismica della Dante Alighieri dopo averne messo in sicurezza palestra e auditorium». In particolare la realizzazione di un nuovo plesso per Villa San Martino «risponde al fatto che il piano regolatore già prevede un'area destinata all'edilizia scolastica. Per cui senza dover procedere a varianti urbanistiche, daremo nuovi spazi ad un quartiere popoloso e numericamente importante». In effetti, l'accordo di programma fatto tra il governo gialloverde e le Regioni, stabilisce dei criteri a monte per l'assegnazione delle risorse. I criteri di distribuzione dei fondi per l'intero triennio verteranno per il 43% sul numero degli studenti; il 42% sullo stato degli edifici; il 10% per le zone sismiche; il 5% sull'affollamento delle strutture. Solidea Vitali Rosati © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore