scarica l'app
MENU
Chiudi
04/01/2019

Concorso per il Mercatale: presentati ben 23 progetti

QN - Il Resto del Carlino

- URBINO - PER IL CONCORSO di idee indetto per la riqualificazione del sistema Borgo Mercatale, parco delle Vigne, via Mazzini, la Data, la Rampa, sono arrivati ben 23 progetti: la commissione ha già fatto un primo incontro in cui ha vagliato le proposte e a metà gennaio potrebbe arrivare alla definizione del vincitore. «CI SIAMO meravigliati del numero elevato di partecipanti, considerando che la premialità del concorso è molto contenuta, ma forse chi ha presentato il progetto conosce la legge sugli appalti e sa che al vincitore potrebbe essere affidata direttamente la progettazione definitiva del complesso e questo è sicuramente un elemento di attrattiva», spiega l'assessore all'Urbanistica Roberto Cioppi, che ha fortemente voluto il concorso di idee per Borgo Mercatale. SUL CONCORSO, in questa fase transitoria, c'è ancora molto riserbo proprio perché esso è regolato dalla legge sugli appalti: il 30 agosto scorso si sono chiusi i termini per la presentazione dei progetti, come stabilito da bando pubblicato a maggio; sono arrivati al Comune di Urbino 23 progetti ed è stata formata una commissione giudicatrice, composta da Costantino Bernardini, responsabile del Settore Urbanistica del Comune di Urbino, l'architetto Paolo Zermani, Oreste Rutigliano, esperto in materia di tutela dei beni di interesse culturale e paesaggistico, Pietro Di Natale, esperto di storia dell'arte e architettura, Fabio Canessa esponente del mondo dell'arte e della cultura (e anche un membro che possa sostituire uno di essi in caso di necessità); sono stati assegnati alle buste con i progetti dei numeri identificativi per evitare di conoscere i nomi degli autori, la loro provenienza, durante la valutazione. «La commissione è composta da figure di altissima qualità, cosa che ci garantisce un operato impeccabile - continua Cioppi -. Gli esperti si riuniranno ancora il 16 di gennaio, ma potrebbero aver bisogno di una terza seduta, ma alla fine si arriverà alla designazione del vincitore. Io ho sempre detto che quello del Mercatale è un sistema che comprende anche le Vigne, via Mazzini, ecc. e richiede una serie di valutazioni: per questo motivo ci si aspetta di vedere delle idee innovative per la riqualificazione dell'area ma anche pragmatiche e operative, perché la legge sugli appalti consente di assegnare la progettazione a chi ha vinto, senza fare un altro bando, e quindi si potrebbe davvero arrivare a qualcosa di concreto proprio grazie al concorso. L'amministrazione comunale, comunque, si è riservata la possibilità di decidere se affidare o meno l'incarico a chi vincerà: i progetti non li abbiamo visionati e credo che la giunta potrà farlo solo al termine della procedura, quando la commissione avrà stilato il suo giudizio. Quello che vogliamo, in ogni caso è che Mercatale diventi una vera piazza vicino al centro storico, dove fare eventi, dove possano circolare i cittadini e i turisti, dove i bambini possano muoversi con sicurezza, che sia utilizzabile e anche vivibile». Lara Ottaviani © RIPRODUZIONE RISERVATA