MENU
Chiudi
17/10/2018

Ciss: nuovi fondi per il Reddito d’Inclusione

L'Eco del Chisone

Durante l'Assemblea del Ciss approvato anche l'Accordo per l'inclusione degli alunni disabili
Oltre 500mila euro per i progetti legati al Rei, 79mila per la Val Chisone
Come il Consorzio Intercomunale dei Servizi Sociali del Pinerolese (Ciss) ci ha abituati, anche l'assemblea di giovedì 11 si è dimostrata densa di decisioni e contenuti. ASSISTENZA SCOLASTICA Si è cominciato con il portare all'approvazione dell'Assemblea dei 30 Comuni consorziati l'Accordo di programma per l'inclusione scolastica e formativa degli alunni con disabilità o con esigenze educative speciali. Un documento corposo che detta le linee d'indirizzo di tutta la materia in questione e che, come sottolineato dal direttore del Ciss, Monique Jourdan richiesto un anno di lavoro». «ha La materia è di primaria importanza, coinvolge un gran numero di alunni disabili, 190 attualmente, e «le richieste aumentano di anno in anno», impegnati in diversi percorsi scolastici, dall'asilo nido ai corsi di formazione professionale . L'Accordo, che impegna i Comuni, prevede sia un Gruppo di monitoraggio misto, con rappresentanti dei diversi enti, che una Commissione Tecnica Integrata Multidisciplinare (Tim) la quale dovrà programmare annualmente attività a supporto degli alunni disabili. La Commissione, presieduta dal Ciss, è composta da rappresentanti dei Comuni, Città Metropolitana, Servizio di Neuropsichiatria infantile dell'Asl TO3, scuole di ogni ordine e grado e Provveditorato. Proprio questa capacità da parte del consorzio pinerolese di lavorare in maniera condivisa con tutti i soggetti coinvolti, ha creato un modello d'avanguardia riconsociuto a cui dovrà tendere il lavoro degli altri consorzi "metropolitani". Dopo l'approvazione all'unanimità dell'Accordo, il vertice del consorzio ha anche comunicato i termini dell'appalto per l'affidamento del Servizio di assistenza scolastica, vinto dalla cooperativa "Mafalda" che già gestiva il servizio in Val Pellice. Cospicue le risorse impegnate: circa 2 milioni e 733mila euro per i prossimi tre anni scolastici: dal 1° settembre di quest'anno al 31 ottobre 2021. Cifra che vede la copertura da parte di Città Metropolitana del 18 per cento dell'intera spesa; un finanziamento elevato che va a premiare quella capacità di lavoro integrato di cui vi abbiamo riferito in precedenza. Tutti i Comuni versano invece indistintamente il 10 per cento; a questa cifra si aggiunge una quota in carico ai Municipi in base al numero di ragazzi disabili residenti nel loro territorio. Una partita comunque finanziariamente impegnativa. FONDO POVERTÀ Durante la calura agostana, al Ciss è arrivata una bella notizia: 523mila euro circa, di cui 79mila euro destinati all'Unione montana Val Chisone. Stanziata ancora dal Governo Gentiloni la somma, destinata ai beneficiari del Reddito di Inclusione (Rei) dovrà potenziare i tirocini sociali e interventi per i minori. Il nuovo finanziamento ha richiesto una variazione al bilancio consuntivo, anche questa approvata all'unanimità dall'Assemblea dei Comuni. TRASFERIMENTO ALL'EX SUMI Altro protocollo d'intesa sottoposto al voto dell'Assemblea, quello tra il Comune di Pinerolo e il Consorzio Ciss per la "concessione del diritto d'uso a favore del consorzio dei locali ex Cuea ubicati in via Cesare Battisti 6", di proprietà del Comune. In pratica, là dove sorgeva l'Università, a due passi da piazza Vittorio Veneto e dallo stesso Municipio, si trasferirà il Ciss. «Ringrazio il Comune dimostratosi estremamente collaborativo, finalmente anche i dipendenti potranno lavorare in sicurezza», ha dichiarato il presidente dell'Assemblea del Consorzio, e sindaco di Osasco, Adriano Miglio. Ci vorrà ancora qualche tempo perché la struttura necessita di lavori di adeguamento: dell'importo di questi, stimati attorno ai 600mila euro, si farà carico il Comune; il Ciss dovrà invece appaltare la progettazione ad un tecnico. La concessione d'uso avrà durata di 30 anni, con un affitto annuale di 30mila euro, più o meno la stessa cifra richiesta dal contratto di affitto per i locali di via Montebello. Non tutta la superficie dell'ex Cuea sarà concessa al Ciss. Come ha spiegato lo stesso sindaco di Pinerolo, Luca Salvai, intervenuto all'Assemblea, il Ciss impegnerà circa 1.000 metri quadrati della struttura, grande il doppio. Lì troveranno, molto coerentemente, nuova sede anche l'Ufficio Casa e l'assessorato alle Politiche sociali. Si sta invece riflettendo sull'utilizzo del rimanente spazio. Una cosa è certa: non si farà la Casa delle Associazioni, gli orari di utilizzo non sono compatibili con quelli degli uffici. SPORTELLO DI PROSSIMITÀ Prosegue la saga sullo Sportello di prossimità, che ospiterà l'Ufficio Tutele e Curatele ma che, ha spiegato l'assessora Lara Pezzano, potrebbe arricchirsi di molto altro. «Siamo in dirittura d'arrivo - ha dichiarato ottimista l'assessora l'inaugurazione potrebbe essere il 21 novembre» . Un annuncio accolto con un evidente scetticismo. Va detto che, ha riferito più cautamente il sindaco di Pinerolo Salvai, «il presidente del Tribunale ha firmato il protocollo d'intesa e ci ha invitato ad andare avanti senza attendere la conclusione dell'iter dell'appalto bandito dal Ministero, che si accollerebbe le spese del software necessario». Sofia D'Agostino

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore