scarica l'app
MENU
Chiudi
04/06/2019

Approvato il progetto definitivo Entro luglio il cantiere della Rsa

Gazzetta di Mantova - Francesco Romani

La nuova casa di riposo da cento posti letto sarà pronta entro l'estate del 2021 L'appalto da 77 milioni prevede una durata trentennale della gestione castel goffredo
Francesco RomaniI ritardi accumulati nella complessa procedura ormai sono giunti al termine. Entro luglio le ruspe inizieranno la costruzione della nuova Casa di riposo da oltre 100 posti destinata a sostituire l'attuale Rsa Il gelso, ormai ritenuta insufficiente in termini di letti a disposizione. È questo l'esito degli ultimi sviluppi della vicenda nata con la precedente amministrazione e che ora l'amministrazione del sindaco Achille Prignaca porterà a compimento. «È stato presentato il progetto definitivo - conferma il primo cittadino - Vi sono solo degli adeguamenti interni, Piccole modifiche rispetto all'impianto del progetto nella fase precedente. Direi che finalmente si può partire con gli scavi. Le prime opere partiranno entro il mese di luglio».La casa di riposo sarà progettata, realizzata e gestita da un raggruppamento temporaneo di imprese che fanno capo ad un colosso del settore welfare. Si tratta della piemontese Punto Service che quest'anno festeggia il trentennale dalla fondazione e dalla sede di Caresanablot, in provincia di Vercelli, gestisce oltre 50 case di riposo in sei regioni del Nord e Centro Italia. Fra queste la stessa Il Gelso di Castel Goffredo. Con oltre 3mila soci, la cooperativa sociale assiste circa 5mila anziani in ambito residenziale, offre numerosi servizi educativi, ed ha circa 3mila assistititi a domicilio. Con un fatturato di circa 99,4 milioni di euro, è tra i principali gruppi operanti nel settore dell'assistenza in Italia.Con queste credenziali, il gruppo ha vinto l'appalto da 77 milioni di euro che comprende la costruzione della nuova struttura per anziani e un centro diurno nell'area fra le vie Madrid e Sant'Apollonio. Il contratto prevede che l'aggiudicatario acquisti il terreno necessario per la costruzione dall'Istituto diocesano per il sostentamento del clero e versi un milione di euro nelle casse comunali procedendo quindi alla costruzione della struttura. Il tempo necessario è stimato in due anni di cantiere al termine dei quali lo società procederà con la gestione della durata di 30 anni, tempo ritenuto necessario per rientrare dall'investimento. L'attuale casa di riposo, una volta in funzione la nuova struttura, non sarà però abbandonata, ma sarà destinata ad essere a sua volta ristrutturata per ospitare alloggi protetti destinati ai soggetti deboli. Già nel 2016 il Comune ha ceduto il ramo d'azienda dei servizi Socio sanitari in previsione della costruzione della nuova Rsa. I posti letto saranno 80 residenziali e 25 di centro diurno integrato. Dal primo luglio 2017, sempre per creare continuità fra vecchia e nuova Rsa è la cooperativa Punto service a gestire Il gelso. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI