MENU
Chiudi
08/08/2018

Appalto delle pulizie, esposto in Procura dei sindacati

Giornale di Sicilia

il caso. Nuova protesta dei dipendenti contrari alla riduzione del monte ore, che, con l ' ingresso della nuova impresa, CM Service di Ivrea, passerà da 16 ad 11 ore settimanali
OOO Una battaglia che prosegue ed avrà adesso un prosieguo anche nelle aule giudiziarie. Non si atte nua la protesta dei trentotto addetti alle pulizie degli uffici comunali che anche ieri dopo aver occupato l ' au la consiliare ed oggi in occasione della prima seduta, sono rimasti per ore in sit-in davanti a Palazzo Ver mexio contro il bando del Comune che ha assegnato l ' appalto delle pu lizie alla ditta CM Service di Ivrea con una riduzione del monte ore da 16 a 11 ore settimanali. Le segreterie provinciali della Filcams Cgil e Fisa scat Cisl con Stefano Gugliotta e Te resa Pintacorona sono passate all ' attacco e ieri mattina hanno de positato un esposto in Procura, sol lecitando chiarezza dopo le criticità emerse fin qui nell ' indizione e nell ' aggiudicazione della gara per il servizio di pulizie alla ditta CM Ser vice . I sindacati non hanno rispar miato le proprie critiche all ' ammi nistrazione comunale, che non avrebbe prodotto alcun atto ufficia le tendente ad una più risolutiva de cisione, contro la riduzione a 11ore settimanali proposte dall ' azienda. Contattato, il dirigente Vincenzo Miccoli ha preferito evitare qualun que commento. Resta la tensione tra i lavoratori ancora in attesa di una proroga. «Siamo stato scaricati dal Comune e neanche la riunione in Prefettura ha prodotto effetti - ha detto una delle lavoratrici, Lucia Malignaggi - a questo punto siamo disposti a restare in presidio perma nente davanti a Palazzo Vermexio. In queste condizioni non possiamo lavorare, il misero contributo che percepiamo verrebbe ridotto con le spese di benzina per raggiungere nelle undici ore previste dal con tratto settimanalmente tutti gli uffi ci che si trovano a distanza di chilo metri l ' uno dall ' altro». Filcams e Fi sascat hanno incalzato l ' ammini strazione comunale a revocare in autotutela il bando che prevede il subappalto dei servizi alla ditta La Perla di Palermo.«Siamo al surreale - hanno sottolineato Gugliotta e Pintacorona - nonostante le varie defezioni e lacune che in questi me si abbiamo evidenziato anche di nanzi al prefetto, il Comune non si assume la responsabilità di una so spensiva in autotutela della gara. Questo in presenza di palesi viola zioni delle norme del capitolato che ricordiamo, escludeva qualsiasi possibilità di subappalto e che ga rantiva la continuità occupazionale con i medesimi orari e livelli acqui siti». «Abbiamo lanciato la nostra preoccupazione per gli effetti sull ' ordine pubblico che potrebbe ro verificarsi, qualora la ditta su bentrante provasse ad immettersi nell ' appalto con altro personale in sostituzione degli attuali trentasette lavoratori che non accetteranno mai di ridurre il loro già misero sti pendio». (*VICOR*)

Foto: La protesta degli addetti alle pulizie del Comune a Palazzo Vermexio

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore