scarica l'app
MENU
Chiudi
26/06/2019

Appalti“tru ccati” ed evasori totali

Gazzetta del Sud

Priorità operativa Gli investigatori della Guardia di Finanza hanno riservato anche negli ultimi 17 mesi di attività particolare attenzione al contrasto del narcotraffico internazionale La Guardia di Finanza ha festeggiato il 245° anniversario della fondazione del Corpo
In prima linea contro la' ndrangheta: sottratti beni per 1,41 miliardi
Accertata una base imponibile non dichiarata per oltre 850 milioni di euro; scoperti 100 evasori totali; individuati appalti"t ruccati" per oltre 66 milioni di euro; accertati danni erariali per circa 85 milioni di euro; sequestrate 6,7 tonnellate di stupefacenti; sottratti alla' ndrangheta 1,41 miliardi di euro tra sequestrie confische: hanno operatoa tutto campo le Fiamme Gialle di Reggio come confermato dalla relazione diffusa nel giorno incui si celebra l'anniversario di fondazione del Corpo. Che quest'anno ha toccatoi 245 anni di vitae di attività al servizio della collettivit à. Lotta all' evasione Sono stati condotti 1133 tra verifichee controlli fiscali che hanno consentito di constatare una base imponibile sottrattaa tassazione per oltre 850 milioni ed iva evasa per circa 54 milioni. Interventi mirati, potenziati perl' interazione trale banchedati adisposizione e l'introduzione della fatturazione elettronica obbligatoria. Una strategia di controllo che permette quindi di intervenire"a colpo sicuro" nei confronti dei responsabili delle grandi frodi fiscalie di chi,a scapito dei contribuenti onesti, non rispetta le regole alterando i meccanismi di leale concorrenzae di sano sviluppo del mercato. Sono 100 gli evasori totali che hanno sottratto al fisco un imponibile di oltre 755 milioni ed evaso IVA per circa 37 milioni. In materia di fiscalità internazionaleè stata constatata una base imponibile non dichiarata per circa 625 milioni. 313 sonoi soggetti denunciati per reati fiscali (emissioneo utilizzo di fatture false, dichiarazione fraudolenta, occultamento di documentazione contabile). Nel contrasto allo sfruttamento della manodopera"ir re gola re"o "in nero", 122 datori di lavoro sono stati verbalizzati per aver illecitamente impiegato 482 lavoratori in "nero"o" irregolari". Nel settore dei giochie delle scommesse illegali,i 134 controlli eseguiti hanno consentito di rilevare 43 violazionie sottoporrea sequestro 20 punti clandestini di raccolta scommesse. Tutela della spesa pubblica Sono 819 gli interventi svoltia tutela dei principali flussi di spesa pubblica, dagli appalti agli incentivi alle imprese, dalla spesa sanitaria alle erogazioni a carico del sistema previdenziale, dai fondi europei alla responsabilità per danno erariale. Le frodi scoperte sono state paria 29 milioni, mentre si attestano intorno ai 27 milioni quelle nel comparto della spesa previdenziale, assistenzialee sanitaria. Passando al settore degli appalti, il valore delle procedure contrattuali risultate irregolariè stato paria 66 milioni; contestualmente, l'ammontare complessivo delle gare sottopostea controllo siè attestatoa circa 131 milioni. Le persone denunciate per reati in materia di appalti, corruzionee altri reati contro la Pubblica amministrazione sono state 123. Lotta alla criminalità organizzata L' enorme disponibilità di ricchezza (acquisita grazie al malaffare e, soprattutto, attraversoi redditizi traffici di droga) ha spinto le cosche ad investire direttamente nei trasporti, nelle cave, nella lavorazione del calcestruzzo, originando lo sviluppo delle cd"imp rese a partecipazione mafiosa", finanziate peraltro- in modo diretto ed indiretto - con capitali illeciti immessi nel circuito legale, al termine di complesse operazioni di riciclaggio.L' infilt razione ed il condizionamento dell' economia legale avviene inoltre anche attraversol' imposizione dell' acquisto di benie servizi, nonché dettando le assunzioni.L' impegno della Guardia di Finanza di Reggio, in applicazione della normativa antimafia, nel periodo gennaio 2018-maggio 2019, siè materializzato nell' approfondimento e nella segnalazione di 990 posizioni soggettive legatea reati di criminalità organizzata: nei confronti di 99 sono state disposte misure cautelario di prevenzione personale. Ammonta, invece,a circa 1,2 miliardi il valore dei beni mobili, immobili, aziende, quote societariee disponibilità finanziarie proposti per il sequestro, mentrei provvedimenti di sequestroe confisca operati hanno raggiunto, rispettivamente, la quota di 1,23 miliardie 180 milioni di euro. Continua incessantemente la collaborazione istituzionale con le Autorità Prefettizie, quale fulcro del sistema di prevenzione antimafia. Complessivamente sono stati eseguiti quasi 700 accertamenti riferiti alle verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia. L'azione volta alla prevenzionee repressione del riciclaggio dei capitali illeciti per impedirne l'introduzione nel tessuto economico-finanziario sano del Paese, nonché per intercettare possibili pratiche di finanziamento del terrorismo, siè concretizzata con la la denuncia di 33 persone peri reati di riciclaggioe autoriciclaggio, 15 delle quali sono state arrestate. Sul fronte della prevenzione, il Reparti hanno proceduto all'analisi di 273 segnalazioni di operazioni sospette.

Lotta al narcotraffico e alla contraffazione

l Il controllo del territorio per il contrasto ai traffici illecitiè assicurato da un dispositivo d'intervento che garantisce una sempre più penetrante ed incisiva azione di contrasto dei traffici di droga, uno dei principali settori illegali tramitei quali la ' ndrangheta accumulai propri ingenti ed illeciti patrimoni: tra gennaio 2018e maggio 2019 sono state complessivamente sequestrate oltre 6,7 tonnellate di stupefacenti (di cui oltre1 tonnellata di cocaina)e denunciati 74 soggetti (di questi 16 agli arresti). l In tema di sicurezza prodotti, di contrasto alla contraffazionee al falso made in ltalye di lotta all'illecito sfruttamento economico delle opere protette dal diritto d'autore,i Reparti operativi hanno eseguito 79 interventi, sequestrando 353.770 prodotti industriali contraffatti, con falsa indicazione "made in ltaly"o non sicuri.

Foto: Il colonnello Flavio Urbani è il comandante p rovinc iale della Guardia di Finanza