MENU
Chiudi
15/10/2018

Appalti, il livello minimo esente dalle gare verso un rialzo da 40 mila a 200 mila euro

Il Messaggero

Misure in cantiere
Capitoli in bilico con la manovra ma che potrebbero ancora rientrare nel testo che dovrebbe essere varato oggi sono infine anche quelli legati al "caso Bramini", ovvero l'imprenditore diventato un simbolo perché fallito a causa del ritardo nei pagamenti di amministrazioni pubbliche, e quelli dei "ritocchi" al codice degli appalti. L'idea di base dell'esecutivo sarebbe quella di alzare il limite dei 40.000 euro per gli affidamenti senza gara portandolo sui livelli europei e quindi su lavori inferiori ai 200.000 euro. In questo modo - stando alle dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli - potrebbero partire più velocemente un buon numero di appalti fermi per l'espletamento delle gare. Lo stesso ministro dell'Economia ha più volte ripetuto che lo stallo degli investimenti non dipende solo dalle risorse finanziarie disponibili, ma dalla difficoltà di spenderle in particolare per gli enti locali.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore