scarica l'app
MENU
Chiudi
09/06/2019

Al bando i venditori abusivi

QN - La Nazione

E' UN TRATTO di arenile di quasi tre chilometri quello che va dalla frazione del Puntone fino al confine con il comune di Follonica ma la Giunta di Scarlino, con l'allora Marcello Stella sindaco, ha messo le mani avanti ed ha dettato,alla luce delle deleghe che in materia sono arrivate ai Comuni, le regole per il commercio ambulante sulla spiaggia . Ed allora chi vuol vendere sia alimenti che non su quel tratto di costa deve mettersi in regola, ma chi ha pendenze con il Comune di Scarlino si risparmi di avanzare richieste perché non saranno prese in considerazione. All'inizio della stagione estiva, anche se quest'anno le cose vanno un po' a rilento causa i capricci della stagione, dal palazzo di via Martiri d'Istia sono stati fissati paletti precisi e così da parte della Giunta, è stato stabilito che il commercio itinerante su queste aree demaniali marittime di prodotti non alimentari può essere concesso e autorizzato «senza restrizioni numeriche ai titolari di autorizzazione sia di tipo Dia, che Scia per l'esercizio del commercio». In parole povere ai venditori abuisvi che scenderanno in spiaggia privi di questo tipo di abilitazione non saranno accetti e pertanto perseguiti dalla legge e tutto questo lascia presagire una estate, in quel tratto di arenile non sovraffollato di venditori 'ombrellone ad ombrellone'. Per gli altri venditori, quelli autorizzati in quanto svolgono attività esclusivamente in forma itinerante senza ausilio di banchi o carrelli c'è comunque un 'ma'. Dicono dal Municipio: «Potranno agire sempre che abbiano onorato eventuali sanzioni emesse a loro carico dal Comune di Scarlino nelle stagioni precedenti». Anche chi realizza opere cosiddette 'del proprio ingegno' potranno usufruire di due postazioni ottenute dopo aver presentato la richiesta di rito. E per i venditori di prodotti alimentari è già in pubblicazione il bando per ottenere il via libera e si può presentare domanda, per scendere sulle spiagge con l'aiuto di un carrello. Questi prodotti non restano fuori dalla delibera del Comune di Scarlino, e la loro vendita è autorizzata con mezzi elettrici, molto importante sia per il rumore minimo che producono che per l'impatto ambientale, e saranno al massimo in numero di cinque i carrelli autorizzati ed i titolari di questa attività avranno da sostenere una spesa di 500 euro che va nel capitolo della gestione dell'arenile. Roberto Pieralli Ammessi 5 carrelli per chi commercia prodotti alimentari

PER i venditori di prodotti alimentari è già in pubblicazione il bando per ottenere il via libera e si può presentare domanda per scendere sulle spiagge con l'aiuto di un carrello. Ne sono ammessi al massimo cinque. Inoltre gli operatori commerciali dovranno versare 500 euro.