MENU
Chiudi
20/07/2018

In Italia 270 lavori pubblici bloccati Ecco la mappa dei cantieri chiusi

Gazzetta di Mantova

Stop che valgono 21 miliardi. Tra le opere ferme, 80 scuole di cui venti in zone terremotate Accordo Ance-Coop, arriva il rinnovo del contratto dell'edilizia: aumenti medi di 55 euro
in 5 puntiMichele Di Branco / romaUn cantiere chiuso. La foto scattata dall'Ance (Associazione nazionale costruttori) sulla base delle segnalazioni raccolte dal sito Sbloccacantieri.it mostra un Paese in cui le infrastrutture restano al palo. Ponti, strade, uffici e soprattutto scuole: ci sono ben 270 opere pubbliche bloccate per un valore di 21 miliardi di euro. Una palude che inghiotte 330mila posti di lavoro e che brucia 75 miliardi di euro di indotto. 1 Mappa dei cantieri al palo Fra i cantieri fermi segnalati sul sito Sbloccacantieri. it spiccano, per valore, quelli della Gronda di Genova (5 miliardi), la realizzazione della terza corsia dell'A1 tra Firenze e Pistoia (3 miliardi) e il sistema di tangenziali venete nel tratto Verona-Vicenza-Padova (2,2 miliardi). Nella lista anche 28 opere di depurazione delle acque in Sicilia, il collegamento autostradale Campogalliano-Sassuolo e la superstrada Grosseto-Fano due mari, incompleta dopo 60 anni. E ancora il progetto del Sarno, finanziato con 220 milioni ma ancora fermo, e il nuovo Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria riappaltato l'anno scorso ma tuttora nel degrado. Destano scalpore anche i 78 milioni per la manutenzione ordinaria del Comune di Roma o ad opere dall'importo di un milione, come nel caso del completamento dell'adeguamento a 4 corsie della Ss2 Cassia. 2 Il caso scuole In cima alla graduatoria dei cantieri fermi ci sono quelli che riguardano le scuole: il 30% dei casi segnalati dall'Ance sono infatti opere di manutenzione e messa in sicurezza di edifici scolastici. Sono molti i casi portati come esempio dalle associazioni dei costruttori e dei Comuni, ma il più clamoroso è quello che riguarda i 21 interventi sulle scuole danneggiate dal sisma nel Centro Italia, fermi o bloccati nonostante fosse prevista la riapertura per l'anno scolastico 2017/18. Nella lista delle opere pubbliche ferme, dopo le scuole seguono quelle di gestione delle acque con il 29% delle segnalazioni concentrate principalmente nel Mezzogiorno, gli interventi per la viabilità che riguardano la messa in sicurezza, manutenzione e realizzazione di strade statali, provinciali e comunali (il 15% dei casi segnalati) e le opere idrogeologiche (11%). 3 Mezzogiorno in sofferenzaSerie le conseguenze al settore. Nel Mezzogiorno dove operano 131mila imprese di costruzioni che rappresentano un quarto delle imprese italiane, a causa della crisi, tra il 2008 e il 2016, sono 26mila le imprese uscite dal mercato. Solo nell'ultimo anno il Sud ha visto ridurre il numero delle ore lavorate di circa il 12% (-2% media nazionale) e di circa il 10% il numero dei lavoratori iscritti (-2, 5% media nazionale). Ance spiega che i tempi di pagamento della Pubblica amministrazione, più lunghi rispetto alla media nazionale, uniti allo split payment, che sottrae 2,3 miliardi, incidono negativamente sulla liquidità delle imprese. 4 Codice degli appaltiSemplificazioni, incentivi alla digitalizzazione e misure di trasparenza per il contrasto all'illegalità. Questa la sintesi delle dieci osservazioni e proposte che Ance e Anci fanno al governo nell'ottica di rivedere il Codice degli Appalti. Nel documento sottoscritto dall'associazione dei costruttori edili e da quella dei Comuni italiani si fa notare che «i Comuni sono stati tra gli enti appaltanti più colpiti dall'entrata in vigore del nuovo codice. Nel 2016 hanno registrato un calo del 37% dell'importo in gara». 5 Rinnovo del contratto Intanto ieri sindacati, Ance e Coop hanno raggiunto l'accordo per il rinnovo del contratto dell'edilizia, che interessa più di un milione di addetti. Previsti aumenti medi di 55 euro per un operaio comune (71,50 operaio specializzato), un incremento, a carico delle imprese, delle aliquote per la sanità integrativa (0,35% sulla massa salari) e di quelle per il Fondo Prepensionamento (+0,10%, arrivando allo 0, 20). -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore