MENU
Chiudi
06/08/2018

Finanziamenti PMI / 1

ItaliaOggi Sette - CINZIA BOSCHIERO

SCADENZARIO RAGIONATO DELLE OPPORTUNITÀ CONTENUTE NEI BANDI COMUNITARI E REGIONALI Agosto 2018
Per le pmi ci sono bandi aperti per progetti di Ict, cultura, internazionalizzazione, sicurezza, sviluppo e ricerca. È fondamentale lavorare in rete per partecipare ai bandi europei. Per il bilancio dell'Unione europea il Parlamento europeo ha BANDI E FONDI COMUNITARI SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 COOPERAZIONE Contenuto: con quello che è definito Strumento per la democrazia e i diritti umani in vigore sino al 2020 vengono elargiti fondi per progetti in Stati extraeuropei in difficoltà. È aperto un bando per progetti in Nigeria (rif. European Instrument for Democracy and Human Rights - EIDHR- Country-Based Support Scheme - CBSS- Call for Proposals - Nigeria Id: EuropeAid/160440/DD/ACT/NG) con un budget di 600 mila euro. Si ricorda che è attivo il Piano di investimenti dell'Unione Europea per l'Africa (Eip), lanciato nel 2017 allo scopo di attrarre investimenti privati in Africa. L'obiettivo è mobilitare 44 miliardi di euro di investimenti complessivi attraverso un input iniziale comunitario di 4,1 miliardi di euro, facendo leva sui fondi pubblici per mobilitare investimenti privati a basso rischio in settori chiave per lo sviluppo delle economie africane quali l'energia sostenibile o il credito alle piccole imprese. «Attraverso il sostegno finanziario e un forte partenariato», dice il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, «l'Unione europea ha aiutato il Niger a ridurre i flussi migratori verso Libia e Ue di oltre il 95%». Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani ha svolto una missione in Niger il 17 e 18 luglio di diplomazia economica con rappresentanti di oltre trenta imprese europee, esperti di ricerca e innovazione, e organizzazioni internazionali, tra le quali la Fao. La missione era basata su quattro pilastri: cooperazione politica; sviluppo dell'imprenditorialità; ricerca, innovazione e trasferimento di tecnologie; cooperazione internazionale. Il Presidente Tajani ha anche partecipato a una riunione dei Presidenti dei Parlamenti dei paesi del Sahel 5 (Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger, Chad). Il trasferimento di tecnologie e tecniche di produzione innovative è essenziale per lo sviluppo del Niger. Il Fondo fiduciario di emergenza dell'Unione europea mira a promuovere la stabilità in Africa affrontando le cause di destabilizzazione e di flussi migratori. Il Fondo mette a disposizione 3,3 miliardi di euro in tre regioni chiave dell'Africa: il Sahel e il Lago del Ciad, il Corno d'Africa e il Nord Africa, con l'obiettivo di aiutare oltre 160 mila migranti in transito e creare oltre 250 mila posti di lavoro in Africa.A seguito del Consiglio europeo del 28 e 29 giugno, ulteriori 500 milioni di euro chiesto più fondi per le pmi e per il programma Cosme. Con un bilancio di 500 milioni di euro per il biennio 2019-2020, il nuovo Programma europeo di sviluppo industriale per la difesa (Edidp) contribuirà a finanziare lo sviluppo di nuove tecnologie e prodotti. provenienti dal bilancio Ue sono stati assegnati al Fondo fiduciario, con la richiesta agli Stati membri e agli altri paesi contribuenti di mettere a disposizione una cifra equivalente. Per il Niger, il principale beneficiario del Fondo fiduciario, sono stati stanziati finora 230 milioni di euro per finanziare undici progetti volti a sostenere la governance, a prevenire conflitti, a migliorare la gestione della migrazione e a creare opportunità economiche e lavoro. L'aiuto umanitario dell'Ue in Africa e altri progetti sono principalmente erogati attraverso il Fondo europeo di sviluppo, giunto ora alla sua undicesima edizione, che prevede un totale di 596 milioni di euro per il Niger nel periodo 2014-2020. A chi rivolgersi: webgate.ec.europa.eu/europaid ec.europa.eu/europaid SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 COOPERAZIONE C ontenuto: sono aperti dei bandi del programma europeo Erasmus Plus che cofinanzia progetti nei settori dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. In particolare si possono presentare domande di cofinanziamento per progetti di mobilità individuale nel settore della gioventù e progetti e iniziative per l'Azione chiave 3 denominata Dialogo strutturato che cofinanzia incontri tra giovani e decisori politici. La prima scadenza è al 4 ottobre 2018. Si ricorda che Erasmus Plus ha un budget totale di 2490, 9 milioni di euro così suddivisi ovvero per il settore istruzione e formazione ben 2253,2 milioni di euro; per il settore Gioventù 188,2 milioni di euro; per le azioni Jean Monnet 12,1 milioni di euro e per i progetti relativi allo Sport 37,4 milioni di euro. Ai giovani si rivolgono anche le associazioni come HSOS (www.hsos-donatori.org) che ha di recente realizzato anche un Bersò con pergolato presso la ASST FBF Sacco a Milano in collaborazione con Ubi Banca e il cui presidente Renato Dal Compare, alla presenza di Letizia Moratti, Presidente del Consiglio di gestione di Ubi Banca e dell'assessore Stefano Bolognini al Servizi Sociali di Regione Lombardia, ha ricordato che mancano donatori di sangue in Italia e in Europa. «È stato realizzato un intervento di miglioramento di un presidio di eccellenza, che garantisce le migliori cure in ambito oncologico ed è riconosciuto a livello internazionale», ha detto Letizia Moratti, Presidente del Consiglio di Gestione di Ubi Banca. «Con la nostra associazione incrementiamo le donazioni di sangue ma ascoltiamo sempre anche i bisogni delle famiglie e dei pazienti», ha sottolineato Renato Dal Compare. Per i grant (sovvenzioni) comunitari invece si segnala che sono 42 i ricercatori italiani, su un totale di 403, che potranno fare ricerca di eccellenza grazie agli starting grants dell'European Research Council, l'Italia ne ospiterà 15 di progetti, di cui tre alla Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova, due ciascuno alle Università di Pisa, Trento e la Sapienza; uno ciascuno a Politecnico di Milano, Bocconi, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Università di Pavia, Firenze e Napoli Orientale. Si ricorda anche la spedizione Polarquest 2018 (www.polarquest2018. org), di cui è project leader la dott.ssa Paola Catapano del Cern, realizza diversi progetti scientifici tra cui PolaquEEEst (dall'acronimo Extreme Energy Events) Cosmic Explorer - Programma senza precedenti di misura e studio dei raggi cosmici a latitudini polari, con un rivelatore sviluppato presso il Cern di Ginevra dal Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi di Roma, in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Infn, con la partecipazione di studenti di licei e istituti tecnici di Norvegia, Svizzera e Italia; Nanuq-Mantanet - Programma di campionamento di microplastiche in mare, per la prima volta oltre gli 80° N, mediante dispositivo di cattura Mantanet, sotto la responsabilità scientifica dell'Ismar-Cnr di Lerici; Aurora - Programma di osservazione geografica con droni consumer-level della costa settentrionale di Spitsbergen e dei litorali della Nordaustlandet, definito dal Greal dell'Università Europea di Roma e dalla Società Geografica Italiana; Arco di Nobile - Sperimentazione di un sonar multi-beamer di nuova concezione, sviluppato da una azienda norvegese per la scansione tridimensionale ad alto livello di dettaglio del fondo marino, a oggi scarsamente cartografato, nella zona di massima probabilità di caduta del Dirigibile Italia nel 1928, e di eventuale rilevamento di tracce del relitto del dirigibile scomparso. A chi rivolgersi: http://www.erasmusplus.it - erc.europa.eu/funding/starting-grants SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 ENI - COOPERAZIONE Contenuto: si chiama Eni - Voices of Culture ed è aperto un bando per il sostegno a progetti culturali in Egitto. Eni è lo Strumento per la politica di vicinato. Si punta a sbloccare il potenziale della cultura e della creatività, possono essere cofinanziati progetti di creazione e promozione di iniziative culturali e artistiche di alta qualità in grado di promuovere una cultura accessibile e inclusiva; attività del patrimonio culturale immateriale; iniziative dei settori culturali e creativi; economia e innovazione creative; promozione della diversità culturale. Priorità viene data ai progetti che facilitino anche l'accesso alla cultura in spazi pubblici, aree informali e luoghi culturalmente svantaggiati, organizzazione di incontri e dibattiti sulla storia e i valori che Unione europea ed Egitto hanno in comune per rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio culturale comune europeo-egiziano. Possono essere coperte le spese per eventi che promuovano il dialogo e riuniscano le persone, e performance quali teatro, danza, musica, poesia, arti visive, patrimonio immateriale, film, letteratura e ogni altro linguaggio e genere artistico. Possono essere coperte le spese per creazioni e iniziative artistiche, produzioni culturali, iniziative che possono illustrare l'importanza del coinvolgimento delle comunità locali nel costruire un'agenda culturale nel settore pubblico, iniziative di cultura, sviluppo sostenibile, crescita economica nelle aree urbane e rurali; creazione di industrie culturali basate su produzioni artistiche e culturali moderne che promuovano la diversità culturale e l'inclusione. Possono presentare domanda persone giuridiche quali ong, realtà pubbliche e private, associazioni, organizzazioni internazionali, operatori economici del settore della cultura, del patrimonio culturale, della ricerca e sviluppo applicate alla promozione delle attività culturali, dello sviluppo di servizi, dell'ambiente, dell'integrazione economica e sociale e del turismo, consorzi, istituti culturali, centri di ricerca. Le domande possono essere presentate da realtà non sono con sede negli Stati dell'Unione europea, ma anche negli Stati Eni-Med (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Siria, Tunisia e Autorità palestinese), nei Paesi Efta/See, Paesi e territori d'oltremare (Ptom), Ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Turchia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Serbia, compreso il Kosovo o Paesi in via di sviluppo che rientrano nella categoria Ocse/Dac dei beneficiari di aiuto pubblico allo sviluppo e che non rientrano nel gruppo G20. Possono essere coperti i costi sino al novanta% per un massimo di 30 mila euro a progetto. Le attività devono durare tra i due e i 15 mesi e devono essere realizzate in Egitto. Sono stati stanziati 110 mila euro. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/europaid Commissione europea - Delegazione in Egitto - Commissione europea - EuropeAid - webgate. ec.europa.eu/europaid SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 INNOVAZIONE Contenuto: sono ben 500 milioni di euro i fondi del nuovo programma europeo di sviluppo industriale per la difesa per il periodo 2019-2020. Vengono finanziati gli sviluppi di nuovi prodotti e tecnologie innovative. Sii punta alla cooperazione tra Stati membri dell'Unione europea e le imprese europee per ottimizzare la capacità di produzione e ridurre la duplicazione di equipaggiamenti, si punta anche a rendere più competitivi i prodotti comunitari. L'Unione cofinanzierà i progetti realizzati dai consorzi di almeno tre imprese pubbliche o private con sede in almeno tre diversi Stati membri dell'Unione Europea. Per ottenere i contratti, i promotori dovranno dimostrare il contributo all'eccellenza, all'innovazione e alla competitività del proprio progetto. I progetti specificatamente dedicati alle piccole e medie imprese e alle Mid-Caps ovvero, le imprese che non rientrano nelle pmi, ma che impiegano fino a tremila dipendenti, così come le azioni nel quadro della Pesco, per una difesa europea più efficiente, beneficeranno di tassi di cofinanziamento più elevati. Il Programma europeo di sviluppo industriale della difesa finanzierà le fasi che vanno dalla ricerca alla produzione di nuovi e avanzati strumenti di difesa all'interno dell'Ue, dagli studi alla progettazione, fino ai test e alle fasi di certificazione e sviluppo, in settori quali i sistemi pilotati a distanza, le comunicazioni via satellite, l'accesso autonomo allo spazio e l'osservazione permanente della terra, la sostenibilità energetica, la sicurezza cibernetica e marittima, le capacità militari di alto livello nei settori aereo, terrestre e marittimo, e i sistemi di dominio comuni, compresi gli abilitatori strategici. Questo programma è stato varato in vista poi del prossimo Fondo europeo per la difesa che, con una proposta di bilancio pari a 13 miliardi di euro in 7 anni, mira a rendere l'Unione Europea più indipendente nel settore della difesa attraverso la cooperazione, promuovendo al contempo un uso più efficiente del denaro dei contribuenti. I primi progetti dovrebbero essere finanziati nel 2019. A chi rivolgersi: www.europarl.europa.eu - https://ec.europa.eu SETTORE COOPERAZIONE RICERCA HTITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 INNOVAZIONE Contenuto: si può partecipare a un bando aperto del programma europeo di ricerca e sviluppo tecnologico Horizon 2020 per le piccole e medie aziende nel quadro del cosiddetto «pilastro Leadership industriale» (rif. INNOSUP-05-2018-2020 - Peer learning of innovation agencies) con scadenza al 18 ottobre. Si ricorda anche un bando aperto sempre di Horizon ma per il settore Salute e con scadenza al 14 novembre (rif. SC1-DTH-10-2019-2020- Digital health and care services) e vi sono altri sei bandi aperti con due scadenze una al 2 ottobre e una al 16 aprile 2019 che riguardano il settore sanità ovvero un bando sulle multimorbidità (rif. SC1-BHC-01-2019- Understanding causative mechanisms in co- and multimorbidities); un bando di ricerca (rif. SC1-BHC-02-2019- Systems approaches for the discovery of combinatorial therapies for complex disorders) sulle terapie combinate; un bando (rif. SC1-BHC-14-2019- Stratified host-directed approaches to improve prevention, treatment and/or cure of infectious diseases) sulle patologie infettive; un bando (rif. SC1-BHC-19-2019- Implementation research for maternal and child health) sulla salute in maternità di mamma e figlio; un bando che cofinanzia progetti di ricerca (rif. SC1BHC-22-2019- Mental health in the workplace) sulla salute mentale nei luoghi di lavoro; un bando (rif. SC1-BHC-25-2019- Demonstration pilots for implementation of personalised medicine in healthcare) sulla medicina personalizzata«. Sul tema della medicina personalizzata e della sicurezza alimentare si è tenuto a Milano un corso organizzato da Cisl Medici Lombardia in collaborazione con la Rappresentanza a Milano della Commissione europea. Sono state spiegate le attività di Efsa Agenzia europea e i progetti a oggi cofinanziati. «Ci sono nuovi progetti di ricerca anche sulla nutraceutica che deriva dalla fusione di nutrizione e farmaceutica, il cui utilizzo è in aumento. In Europa tuttavia non esiste una legislazione univoca, pertanto è indispensabile l'utilizzo dei nutraceutici solo sotto stretto controllo medico e una opportuna verifica che convalidi la loro buona qualità», ha spiegato il dott. Danilo Mazzacane, segretario generale di Cisl Medici Lombardia. L'Ue ha istituito un sistema di allarme rapido (Rasff) per evitare di esporre i consumatori ad alimenti non conformi alla normativa dell'Ue. Il sistema rileva anche se gli alimenti contengono sostanze vietate o quantità eccessive di sostanze ad alto rischio, come residui di medicinali veterinari nella carne o di coloranti cancerogeni. Il dott. Massimo Gaudina, Direttore a capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea ha spiegato ai giornalisti presenti le normative comunitarie e il ruolo di Efsa e come vengono attivati gli Alert negli Stati membri dell'Unione europea. Misure speciali sono previste in Eu per i settori in cui è giustificata una tutela dei consumatori più specifica: uso di pesticidi, integratori alimentari, coloranti, antibiotici e ormoni; additivi alimentari come conservanti e aromatizzanti; sostanze che entrano in contatto con gli alimenti, come gli imballaggi di plastica; etichettatura di ingredienti che possono causare allergie. È stato ribadito come l'accordo EU- Canada ovvero il Ceta tuteli i prodotti italiani. Per quanto riguarda gli organismi geneticamente modificati, la clonazione e le nanotecnologie (i cosiddetti nuovi prodotti alimentari), la Commissione europea sostiene una innovazione responsabile. È stato anche presentato il caso della carne di cavallo, e l'esperto medico veterinario Tiziano Dorotea di Naba Carni Spa e il sig. Virginio Masina hanno spiegato come sia in atto un regime di autocontrollo basato sul sistema HACCP e come nel proprio ciclo produttivo siano adottate tutte le disposizioni previste dalle normative nazionali e comunitarie, comprese tutte le direttive previste dal Pacchetto Igiene e come sia implementato anche lo standard IFS Food; la tracciabilità della carne di cavallo si distingue in tale realtà, a livello internazionale, per l'innovazione e l'iter qualitativo, ha un percorso produttivo dei lotti commercializzati e precisamente con i dati di provenienza, lotto fornitore, lotto interno, data di arrivo, lavorazione, spedizione e linea di confezionamento. Si segnala pure un bando nel settore dello smart living che ha scadenza al 14 novembre (rif. DT-TDS-01-2019- Smart and healthy living at home). Ricordiamo che sono aperti quattro bandi per l'area Information & Communication Technologies (rif. H2020-ICT-2018-2020) nel quadro del pilastro Leadership industriale. Riguardano diversi ambiti ovvero c'è un bando (rif. ICT-11-2018-2019- HPC and Big Data enabled Large-scale Test-beds and Applications) sui big data; un bando (Rif.- ICT-14-2019- Co-designing Extreme Scale Demonstrators) sul codesign; un bando (rif. ICT-19-2019-Advanced 5G validation trials across multiple vertical industries) sul 5G e un bando (rif. ICT-25-2018-2020- Interactive Technologies) sulle tecnologie interattive. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/h2020/calls SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHHHH TITOLO HHHH TITOLO RICERCA GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 5 INNOVAZIONE Contenuto: si chiama Worth Partnership Project e si possono presentare candidature sino al 24 ottobre. Il bando rientra nel programma comunitario Cosme. Si incentiva la creazione di 140 partnership in quattro anni in tutta Europa tra fashion designer talentuosi, creativi, artigiani, innovatori, piccole e medie aziende per sviluppare nuovi prodotti, tecniche, processi e modelli di business. Possono partecipare al bando creativi, designer, artigiani, startup, piccole e medie aziende di vari settori tecnologici e produttivi quali l'ambito della moda e dei beni di consumo, tessile, calzature, arredamento, cuoio, pellicce, gioielli, accessori. Si possono presentare progetti con massimo tra partner di minimo due Stati diversi. Viene elargito un contributo sino a un massimo di 10 mila euro, coaching e copertura costi per la partecipazione a due eventi internazionali di punta del settore di riferimento, supporto per il networking e la collaborazione intersettoriale. Il precedente bando ha selezionato e cofinanziato 25 partenariati. Si segnala che la Commissione Europea periodicamente conduce degli studi per monitorare l'accesso al credito da parte delle imprese con un focus particolare sulle pmi. Queste imprese hanno maggiore difficoltà ad accedere ai finanziamenti rispetto alle imprese con dimensioni maggiori che spesso godono di un accesso diretto al mercato dei capitali. Per questo motivo, a partire dal 2008, la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea (Bce) hanno collaborato alla realizzazione del Survey on the Access to Finance of Enterprises (Safe) e nella più recente edizione annuale emerge che in totale il 17% delle piccole e medie aziende europee non riesce a ottenere completamente il prestito che aveva programmato per il 2017. Confrontando le medie europee con quelle italiane emerge che al 2017, in Italia, la percentuale di negazione dei prestiti ammonta al 3% contro il 9% del 2009; i prestiti bancari concessi per una somma inferiore a quella richiesta sono il 13% contro il 16% del 2009. In generale circa il 16% delle pmi italiane non riesce a ottenere il finanziamento che avevano programmato inizialmente a differenza di quanto avveniva nel 2009 in cui tale percentuale si attestava intorno al 28%. A chi rivolgersi: www.worthproject.eu - https:// ec.europa.eu/growth/access-to-finance/data-surveys_ en SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 C ontenuto: è possibile partecipare a dei premi Horizon 2020 si tratta di un bando con un budget di un milione di euro denominato Low carbon hospital. È un premio che sostiene lo sviluppo di soluzioni per l'utilizzo esclusivo di fonti di energia rinnovabili per il riscaldamento e l'approvvigionamento di energia negli edifici ospedalieri. Il premio viene dato a una soluzione innovativa capace di integrare diverse tecnologie in un unico sistema. La soluzione deve garantire un approvvigionamento energetico continuo. Si possono presentare progetti sino al 3 aprile 2019. È aperto anche un altro bando per un premio intitolato CO2 Reuse e che ha la stessa data - Questo premio da 1,5 milioni di euro punta ad abbattere le emissioni di CO2 nell'atmosfera sostenendo lo sviluppo di prodotti innovativi che riutilizzano l'anidride carbonica, superando allo stesso tempo le barriere tecniche, commerciali e finanziarie che incontrano le tecnologie per il riuso di CO2. Anche in questo caso la scadenza per presentare candidature è il 3 aprile 2019. Un altro premio Horizon si intitola Cleanest engine of the future e punta a stimolare lo sviluppo di una nuova generazione di veicoli che utilizzino carburanti tradizionali (benzina e diesel), capaci di ridurre l'inquinamento dell'aria. Il premio di 3,5 milioni di euro viene dato a chi individua una soluzione integrata in un prototipo che si dimostri capace di ridurre le emissioni inquinanti e il consumo di carburante in condizioni reali di guida, senza influire sulle capacità operative del veicolo. Si possono presentare progetti sino al 20 agosto 2019. Mentre sino al 26 settembre 2018 ci si può candidare per il premio Horizon 2020 intitolato Photovoltaics meets history. Saranno elargiti 750 mila euro a chi riesce a sviluppare un sistema fotovoltaico con soluzioni innovative architettoniche, estetiche e tecniche di integrazione di fonti energetiche nei quartieri urbani storici. Si ricorda che è aperto anche un bando con un budget totale di 2 milioni e 350 mila euro (rif. GUUE C 185/3 del 30/5/2018) all'interno del programma europeo Sanità pubblica in vigore sino al 2020. Il bando è gestito dalla l'Agenzia esecutiva per i Consumatori, la Salute, l'Agricoltura e l'Alimentazione - Chafea a favore di progetti per promuovere la salute, prevenire le malattie non trasmissibili e ridurre le disuguaglianze sanitarie. Si intende favorire il trasferimento ad altri Stati dell'Unione europea dell'iniziativa svedese Pap sulla attività fisica su prescrizione e il trasferimento in altri Stati del programma Cardio50 italiano che attua un sistema di screening cardiovascolare sulla popolazione cinquantenne ed era stato attuato in Veneto con ottimi risultati. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/health/sites ec.europa.eu/research/horizonprize - Chafea -Agenzia esecutiva della Commissione per i consumatori, la salute e l'agricoltura - ec.europa.eu/chafea/health/ projects.html SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 TELECOMUNICAZIONI Contenuto: sono aperti quattro bandi del cosiddetto «Meccanismo per collegare l'Europa» in vigore sino al 2020 (rif. bando Cef Connecting Europe Facility -TC-2018-4). Si possono presentare proposte nell'ambito del programma di lavoro per le sovvenzioni in materia di reti transeuropee di telecomunicazione (Guue/Guue C 225/53 del 2/7/2018). I bandi sono gestiti dalla Commissione europea, Direzione Generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie e possono essere cofinanziati progetti tesi a stimolare e sostenere la diffusione delle infrastrutture europee di servizi digitali. Possono presentare domanda realtà di uno o più Stati membri dell'Unione Europea, ma anche con sede in Islanda e in Norvegia, organizzazioni internazionali, enti pubblici o privati. I progetti devono essere di interesse comune, devono contribuire ad aumentare l'interoperabilità, la connettività e l'impiego delle infrastrutture digitali transeuropee a favore dei cittadini, delle imprese e delle amministrazioni pubbliche, in linea con lo sviluppo di un Mercato unico digitale. I bandi sono pubblicati sul sito dell'Inea - Agenzia esecutiva per l'innovazione e le reti. Un bando ha un budget di 5 milioni di euro (rif. CEF-TC-2018-4: Sanità elettronica -eHealth) e cofinanzia progetti per migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria transfrontaliera e i servizi attraverso strumenti Itc. Un altro bando ha un importo totale di 3 milioni di euro (rif. CEFTC-2018-4 - Appalti elettronici - eProcurement) e cofinanzia servizi che consentano alle imprese e società dell'Unione europea di rispondere alle procedure di aggiudicazione degli appalti in qualsiasi Stato membro; un bando (rif. CEF-TC-2018-4 - Portale europeo e-Justice) - garantire che i cittadini e le imprese possano sfruttare rapidamente i vantaggi pratici degli strumenti di giustizia elettronica. Infine c'è un bando con 400mila euro di budget che cofinanzia progetti (rif. CEF-TC-2018-4 - Risoluzione delle controversie online) per risolvere le controversie tra consumatori e commercianti derivanti dagli acquisti online transfrontalieri e nazionali. Si possono presentare proposte di progetti sino al 22 novembre 2018. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/inea - Inea - Agenzia esecutiva per l'innovazione e le reti BANDI E FONDI regionali e strutturati SETTORE AGRICOLTURA REGIONE LOMBARDIA Contenuto: fino al 23 novembre è possibile partecipare a un bando del PSR 2014-2020 (Feasr) misura 16, operazione 16.10.02 per progetti integrati d'area. È gestito dalla Direzione Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi. Il progetto integrato d'area è finalizzato a favorire percorsi di sviluppo dei sistemi rurali locali, attraverso l'integrazione degli attori pubblici e privati. Deve quindi coinvolgere una pluralità di soggetti, che si aggregano per sviluppare una strategia comune, perseguire obiettivi e realizzare iniziative condivise, finalizzate allo sviluppo territoriale, economico e sociale di un'area delimitata attraverso un accordo tra partner. Il progetto integrato d'area deve rispettare quanto stabilito nel bando per quanto attiene l'ambito territoriale (da 3 a 20 comuni), la composizione del partenariato (un capofila e i partner di progetto, di cui almeno il 50% imprese agricole) e le operazioni da attivare e deve avere una durata non superiore a 36 mesi. L'importo complessivo di progetto deve essere compreso tra un minimo di 300 mila euro e un massimo di 5 milioni di euro. Gli obiettivi di progetto devono essere quantificabili e misurabili, con vantaggi attribuibili alle imprese agricole partecipanti e deve essere previsto un sistema di monitoraggio, di coordinamento e di comunicazione con l'amministrazione regionale. Sono stati stanziati 24.848.564,91 di cui euro 998.913,94 per le spese di cooperazione relative all'operazione 16.10.02. La spesa massima ammissibile a finanziamento è pari al 10% della spesa ammissibile del progetto, esclusa l'operazione 16.10.02, con un limite massimo di contributo pari a 80 mila euro. Riferimenti: Numero Verde 800 131 151 - www.regione.lombardia.it- http://www.psr.regione.lombardia. it/wps/portal/PROUE/FEASR/Bandi/DettaglioBando/ Agevolazioni/bando-2018-operazione-16.10.02-disposizioni-attuative-presentazione-domandet SETTORE DESIGN REGIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto un bando promosso da Regione Lombardia e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi in collaborazione con il Politecnico di Milano, per giovani designer che intendano realizzare, con l'endorsement di imprese lombarde, prototipi di idee progettuali che saranno presentati in occasione dell'evento Expo Dubai 2020. Obiettivo del bando è l'individuazione di idee progettuali presentate da giovani designer insieme alle imprese interessate a realizzarne il prototipo, sul tema «Connecting spaces», declinate in Innovative crafting, inteso come oggetti di design per connettere gli spazi che richiamano la tradizione italiana dell'artigianato interpretato in maniera innovativa; Digital Connecting spaces, ovvero spazi connessi attraverso il digitale, IoT, nuove tecnologie di domotica applicate al design e information design; Design for human connection, ovvero strutture temporanee per connettere le persone (esempio: per il ristoro, per la preghiera, per i bambini, per stare in un microclima controllato). Per tutte le idee progettuali si richiede di collegarsi alle tematiche di Expo Dubai 2020 Sustainability, Mobility e Opportunity e di porre l'accento sull'innovazione di prodotto e di processo. Tali tematiche sono coerenti altresì con il tema scelto da Padiglione Italia a Expo Dubai 2020, Creatività, Connessione e Conoscenza, che intende sottolineare la capacità del sapere italiano di creare innovazione attraverso la competenza e la bellezza, combinando arte e scienza, tradizione e tecnologia, creatività e bellezza, quale base di dialogo a livello globale. Possono presentare domanda di partecipazione team composti da giovani designer e imprese. In particolare i designer devono avere età inferiore a 35 anni, un titolo di studio nell'ambito del design, architettura e ingegneria; essere residenti in Lombardia o frequentanti/aver frequentato e completato corsi di studio presso istituti o università lombarde. È prevista una premialità per i progetti che coinvolgano anche studenti o giovani designer di nazionalità emiratina. Mentre possono aderire al bando piccole, medie e grandi imprese, con codice di attività manifatturiero Ateco 2007, lettera C, che abbiano sede legale e/o operativa in Lombardia o che si impegnino ad averla entro e non oltre l'erogazione del contributo. Sono stati stanziati 400 mila euro da Regione Lombardia e alle imprese che realizzeranno le idee progettuali selezionate sarà riconosciuto un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 20 mila euro pari al 100% della copertura delle spese sostenute per lo sviluppo del prototipo, che dovranno essere adeguatamente rendicontate; sarà offerta la partecipazione a una serie di eventi dedicati al design in Lombardia di avvicinamento all'evento Expo Dubai 2020, dove verranno esposti i prototipi realizzati con il supporto del presente bando; sarà offerta la possibilità di esporre il prototipo a Expo Dubai 2020 e, a discrezione degli organizzatori, anche all'interno del sito espositivo; sarà data visibilità mediante la pubblicazione di un redazionale sul prototipo all'interno del sito Internet dedicato all'iniziativa e la realizzazione di eventuale materiale promozionale dedicato al prototipo. Le domande di partecipazione devono essere presentate a Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi entro il 22 gennaio 2019 on line. La domanda deve essere presentata dall'impresa per conto di un gruppo di lavoro composto dall'impresa stessa e da giovani designer (singoli o in team). La domanda di partecipazione, generata automaticamente, contiene i campi per la raccolta dei dati dell'impresa e le autodichiarazioni. Riferimenti: www.deco.regione.lombardia.it - Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi - U.O. Marketing territoriale, cultura e turismo - www. mi.camcom.it SETTORE INNOVAZIONE REGIONE PIEMONTE Contenuto: sino al primo ottobre si può partecipare al bando Piattaforma Tecnologica Bioeconomia a favore di progetti di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale. I settori/ambiti tecnologici per i quali possono essere attivate le proposte di candidatura nel bando, sono agroalimentare, chimica verde, cleantech, economia circolare. Possono aderire raggruppamenti e aggregazioni di piccole e medie imprese, grandi imprese, organismi di ricerca pubblici o privati del Piemonte che, sul territorio piemontese, intendano sviluppare in forma collaborativa, progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale sul tema della bioeconomia e al bando possono partecipare imprese e soggetti con sede destinataria dell'investimento avente codice Ateco 2007 primario. Sono stati stanziati 40 milioni di euro a valere sui Fondi Por-Fesr 2014-2020. Riferimenti: http://www.sistemapiemonte.it/cms/ privati/attivita-economico-produttive/servizi/861-bandi-2014-2020-finanziamenti-domande/3301-documentazione - www.regione.piemonte.it - http://www. regione.piemonte.it/attivitaProduttive/web/fondistrutturali-por-fesr-2014-2020/bandi-e-finanziamenti/ piattaforma-tec SETTORE INNOVAZIONE REGIONE EMILIA ROMAGNA Contenuto: si può aderire a un bando per progetti di ricerca industriale strategica (rif. Por Fesr 2014-2020, Asse 1, Azione 1.2.2 - Contributi per raggruppamenti di laboratori di ricerca). La Giunta regionale con delibera n.986 del 25 giugno 2018, in Emilia-Romagna intende rinnovare il sostegno a progetti strategici di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale utili a determinare significativi avanzamenti tecnologici per le filiere produttive regionali. A seguito dei Forum S3 sono state focalizzate le priorità tecnologiche per le esigenze di innovazione di sistema in ciascun ambito produttivo ovvero per agroalimentare, edilizia e costruzioni, meccatronica e motoristica, industrie della salute e del benessere, industrie culturali e creative, innovazione nei servizi, energia e sviluppo sostenibile. Possono fare domanda i laboratori di ricerca aggregati in associazioni temporanee di scopo (Ats) fra minimo 3 e massimo 5 soggetti, di cui almeno 2 laboratori di ricerca accreditati dalla Regione Emilia-Romagna (DGR n.762/2014). Il capofila deve essere un laboratorio di ricerca industriale accreditato. Ogni capofila può gestire al massimo 2 progetti. Altri organismi di ricerca non accreditati possono partecipare al progetto per un massimo del 30% del budget. Sono stati stanziati 30 milioni di euro per il 2019 e per il 2020. Per ciascun progetto è erogabile un contributo a fondo perduto pari a un massimo di 800mila euro, fatta eccezione per le Industrie culturali e creative, sul quale è previsto un massimo 600mila euro. Gli organismi di ricerca potranno ricevere un sostegno pari al 70% del valore del progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, mentre per gli altri soggetti pubblici e privati il contributo sarà pari al 50%. Per la diffusione e valorizzazione dei risultati è previsto invece un contributo pari al 100% della spesa, per un massimo di 60 mila euro. I progetti dovranno chiaramente identificare le ricadute industriali dei risultati in uno degli ambiti S3 e la loro valorizzazione a favore delle imprese regionali. A questo scopo è necessario che i laboratori assicurino, soprattutto nella fase realizzativa finale del progetto, il concreto coinvolgimento di minimo due aziende. Dovrà inoltre essere definito, in accordo con gli uffici regionali, un piano di diffusione e valorizzazione di quanto realizzato. I progetti dovranno concludersi entro 24 mesi dalla sottoscrizione della convenzione con la Regione. Sono ammesse spese per il personale destinato alla ricerca, per attrezzature e strumentazioni utili al progetto, incluso software specialistico, per consulenze e altre spese dirette come componentistica per prototipi e diffusione dei risultati, a esclusione di materiali di consumo e missioni. Le domande di partecipazione possono essere presentate tramite applicativo informatico Sfinge 2020 sino al 5 ottobre 2018. Riferimenti: http://fesr.regione.emilia-romagna.it/ por-fesr/progetti - Sportello imprese dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00 tel. 848.800.258 Helpdesk Sfinge2020 numero 06.99.330.300 SETTORE INNOVAZIONE REGIONE EMILIA ROMAGNA Contenuto: possono partecipare a un bando le start Per domande o segnalazioni: cinziaboschiero@gmail.com LEGENDA - Grado di anticipazione della notizia rispetto all'uscita in Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea espresso in numero di stelle HHHHH (5 stelle = massima anticipazione) - Grado di difficoltà nella partecipazione: livello espresso da 1 a 5 (L. 1 ecc.). La valutazione del livello fa riferimento alla tipologia della modulistica (complicata ecc.), ai tempi di attesa (tra l'inoltro e la comunicazione di avvenuto vaglio e approvazione), ai tempi per l'arrivo dei fondi ecc. Aiuti per progetti di internazionalizzazione, digitalizzazione e sicurezza

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore