MENU
Chiudi
03/09/2018

BANDI E FONDI COMUNITARI

ItaliaOggi Sette

FINANZIAMENTI PMI
SETTORE AMBIENTE ANTICIPAZIONE HTITOLO LIFE GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 Contenuto: si può partecipare ai bandi aperti del programma comunitario Life che cofinanziano progetti integrati, di assistenza tecnica e preparatori. I progetti integrati sono progetti finalizzati ad attuare su una vasta scala territoriale (regionale, multi-regionale, nazionale o transnazionale) piani/strategie ambientali o climatici previsti dalla legislazione comunitaria principalmente nei settori della natura (compresa la gestione della rete Natura 2000), dell'acqua, dei rifiuti, dell'aria (sottoprogramma Ambiente) o del clima, principalmente nei settori della mitigazione e dell'adattamento al cambiamento climatico (sottoprogramma Azione per il clima). I progetti di assistenza tecnica aiutano i richiedenti a elaborare progetti integrati e, in particolare, garantire che essi siano conformi alle tempistiche e ai requisiti tecnici e finanziari del programma Life in coordinamento con Fse, Fesr, Feasr Feamp e Fondo di coesione. I progetti preparatori sono aperti solo per il sottoprogramma Ambiente e rispondono a esigenze specifiche connesse allo sviluppo e all'attuazione delle politiche e della legislazione europea in materia di ambiente o clima coinvolgono anche le pmi. Quelli selezionati dalla Commissione europea per il 2018 concernono vari punti ovvero (1) pascoli per la prevenzione degli incendi boschivi, fornitura di servizi ecosistemici, conservazione della natura e gestione del paesaggio - con un budget di 500 mila euro; (2) i piani per la qualità dell'aria ai sensi della direttiva 2008/50/CE con un milione di euro in dotazione; (3) - transizione verso l'economia circolare nelle reti che riguardano l'innovazione, nelle agenzie regionali e ambientali, nei soggetti del mondo della filantropia e del mercato finanziario - in cui vengono cofinanziati solo tre progetti, con un aiuto finanziario massimo di 350 mila euro ciascuno; (4) - biodiversità nelle Regioni ultraperiferiche con un importo totale di finanziamento di un milione e 800 mila euro; (5) - capacity building per le organizzazioni di sostegno alle pmi a favore delle imprese in materia di economia circolare, efficienza delle risorse ed ecoinnovazione con un budget totale di 500 mila euro. Possono presentare progetti organizzazioni private, associazioni, enti pubblici, ong, organizzazioni commerciali e non commerciali con sede nell'Unione europea. Gli aiuti finanziari possono coprire sino al massimo del 60% dei costi ammissibili a favore dei progetti preparatori e dei progetti integrati; mentre possono essere coperte le spese ammissibili fino al 55% dei costi per i progetti di assistenza tecnica. Si segnala che in Sardegna presso la laguna di Nora il Centro di educazione ambientale e il Centro recupero cetacei e tartarughe marine gestiti dalla Cooperativa ittica Nora valorizzano le potenzialità del compendio, originariamente concesso a uso esclusivo di pesca, e hanno creato un nuovo modello di sviluppo compatibile. Il Centro recupero Cetacei e Tartarughe marine Laguna di Nora inoltre aderisce alla rete nazionale dei Centri di recupero Tartarughe marine realizzata nell'ambito del Progetto Life Natura «Tartanet». Attualmente fa parte della Rete regionale per la conservazione della fauna marina ed è responsabile dei recuperi nell'area ricompresa tra il Golfo di Cagliari e Arbus. L'area è considerata hot spot, ossia particolarmente critica per la conservazione della specie Caretta caretta, dove maggiore è l'interazione tra le attività umane e questi rettili marini. Inoltre hanno anche un ittiturismo ecosostenibile che opera nel rispetto della biodiversità marina, non utilizzano specie ittiche provenienti da stock minacciati, né provenienti da acquacoltura, gli arredi sono realizzati con materiali interamente riciclabili e/o riciclati e sono attivi dispositivi di risparmio energetico e di acqua, utilizzano detersivi privi di Edta, fosfati. Il rinomato chef Davide Atzeni prepara piatti salutari, molto curati, di elevata qualità e utilizza specie di pesci da valorizzare quali palamite, sgombri, muggini, che cucina con grande cura e abilità per valorizzarne gusti e sapori. Il menù è composto di pietanze elaborate anche con utilizzo di piante aromatiche locali e nel rispetto della stagionalità. In questo centro sono venuti 120 esponenti della Rete europea delle zone di pesca (Farnet) presso la Laguna di Nora quale esempio di esperienza di ittiturismo in Italia di qualità. La rete Farnet (2014-2020 webgate.ec.europa. eu/fpfis/cms/farnet/it/tools/clld-around-europe) ha infatti tra i suoi obiettivi quello di sviluppare un turismo correlato alle zone di pesca. Attraverso scambi di informazioni e un'apposita unità di assistenza, la rete si prefigge di aiutare i diversi soggetti che a livello locale, regionale, nazionale ed europeo intervengono nello sviluppo sostenibile delle zone di pesca. Il fulcro della rete è costituito da oltre 300 Gruppi di azione locale Pesca (Flag). Questi partenariati pubblico-privato, istituiti a livello locale, si adoperano in favore dello sviluppo sostenibile delle rispettive zone. Ognuno dei Flag, ubicati in 21 Stati membri, gestisce un bilancio per finanziare una serie di progetti. Ai progetti di assistenza tecnica europei Life viene elargito al massimo un importo di 100 mila euro. Per i progetti integrati si presentano le domande in due fasi ovvero in una prima fase i proponenti interessati devono mandare solo il concept note del progetto, con una descrizione della strategia da attuare e del piano finanziario entro il 5 settembre 2018. Se approvati, vanno inoltrate le domande complete dei progetti entro marzo 2019 e le attività di progetto devono iniziare non prima del primo novembre 2019. Mentre i progetti preparatori hanno un'unica scadenza di presentazione che è il 20 settembre per le attività di dicembre ed hanno un budget totale di 4 milioni e 850 mila euro. I progetti integrati sono suddivisi in due rispettivamente per il sottoprogramma Ambiente con un importo totale di 94 milioni di euro e per il sottoprogramma Azione per il clima con un budget totale di 30 milioni di euro. I programmi di assistenza tecnica sono anch'essi suddivisi per i due sottoprogrammi e rispettivamente per il sottoprogramma Ambiente hanno in totale 930 mila euro e per il sottoprogramma Azione per il clima invece 300 mila euro. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/environment/life/funding/life2018 SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO COSME TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 C ontenuto: si può partecipare a un bando relativo al programma comunitario Cosme pre-diagnostico sulla proprietà intellettuale e che punta a un migliore accesso alla protezione brevettuale per le pmi innovative dell'Unione Europea. Si punta ad agevolare l'accesso delle pmi soprattutto quelle altamente innovative, come quelle titolari del Seal of Excellence del programma di ricerca europeo Horizon 2020, con un elevato potenziale di sfruttamento dei loro diritti di proprietà intellettuale a un'efficace protezione e applicazione della loro proprietà intellettuale. Si vuole creare un Centro che garantisca la fornitura di servizi amministrativi e di rimborso necessari in relazione all'attuazione delle azioni di sostegno da offrire alle imprese e che gestisca servizi on line per le pmi, un controllo di qualità e di valutazione con azioni di supporto agli imprenditori, consulenza gratuita, parziale copertura dei costi relativi al deposito di brevetti in più di due Stati, davanti all'Ufficio europeo dei brevetti; e un servizio di supporto alle pmi innovative attraverso il cofinanziamento dei costi della consulenza legale esterna da parte di avvocati per la preparazione delle domande di brevetto e dei documenti relativi. Sono stati stanziati 4 milioni e 300 mila euro. Possono presentare domanda enti dotati di personalità giuridica sia pubblici che privati, camere di commercio, organizzazioni di sostegno alle imprese, associazioni di imprese e reti di sostegno alle imprese da soli o riuniti in consorzio con altri enti ammissibili. Possono essere coperte le spese sino al 95%. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/easme SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HH GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 COOPERAZIONE Contenuto: è aperto un bando del Mibact con decreto del Segretario generale relativo al fondo per il programma di attività in occasione dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Viene elargito sostegno finanziario a progetti a carattere innovativo, pluridisciplinari inerenti iniziative nazionali che riflettono la finalità e perseguono gli obiettivi dell'Anno europeo. Possono partecipare al bando associazioni, enti pubblici, istituzioni culturali e scientifiche, fondazioni, associazioni, società, imprese aventi sede in Italia o in uno degli Stati dell'Unione europea, la cui attività si svolga prevalentemente in Italia. Possono ricevere sostegno finanziario unicamente le iniziative che abbiano ottenuto la concessione del logo dell'Anno europeo e la conseguente iscrizione nel calendario ufficiale delle manifestazioni. Possono essere coperte le spese sino al 50% sino a un importo massimo di dieci mila euro a progetto. Si ricorda che la associazione ArtedaMangiare organizza ogni anno visite guidate gratuite al Museo Acqua Franca presso il depuratore di Nosedo e il depuratore di San Rocco a Milano (www.artedamangiare.it), con il patrocinio del Parlamento europeo e ogni anno organizza il Festival internazionale dei depuratori con artisti, provenienti da 31 Stati europei ed extraeuropei, che realizzano opere sul tema del valore dell'acqua anche con materiali di riciclo inserito nella Green Week della Commissione europea. A chi rivolgersi: www.beniculturali/mibac SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHHH TITOLO DEAR GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 Contenuto: si può partecipare a un bando con acronimo Dear (Raising public awareness of development issues and promoting development education in European Union), gestito all'interno del programma comunitario DCI II e che cofinanzia progetti ed attività di sensibilizzazione ed educazione allo sviluppo sostenibile in linea con i temi del nuovo consensus europeo People e Planet (cittadini e pianeta terra). Il bando si divide in tre lotti, un primo che fornisce sino a 12 milioni di euro a progetto, cofinanzia campagne strategiche paneuropee guidate da organizzazioni, pmi, ong, associazioni con sede in uno degli Stati membri dell'Unione Europea, mirate a portare più vicine ai cittadini la politica di sviluppo e la risposta dell'Ue alle sfide globali e vengono selezionati solo progetti con minimo coinvolti otto Stati comunitari. Il secondo lotto del bando cofinanzia, con importo massimo di 7 milioni di euro, campagne strategiche paneuropee guidate da enti o associazioni dei 13 nuovi Stati membri dell'Unione Europea sempre mirate a portare più vicine ai cittadini la politica di sviluppo e la risposta dell'Ue alle sfide globali e ogni progetto deve svolgersi sul territorio di minimo cinque di questi Stati. Il terzo lotto cofinanzia con 7 milioni di euro campagne strategiche paneuropee guidate da enti o associazioni sulla politica di sviluppo che si realizzino presso minimo cinque Stati membri dell'Unione europea. I progetti devono riguardare i temi del ban do che sono migrazione e cambiamento climatico. Il target prioritario sono i giovani anche se non in modo esclusivo e i progetti devono coinvolgere i cittadini in attività concrete. Le campagne e le azioni di sensibilizzazione/comunicazione devono avere una chiara dimensione paneuropea, con un'azione coordinata e un approccio coerente in vari Stati membri. Le azioni di apprendimento globale devono riguardare l'educazione allo sviluppo nel sistema di istruzione formale come lo sviluppo del curriculum, la formazione degli insegnanti, i programmi di educazione allo sviluppo nella scuola, il lavoro con le associazioni genitori-insegnanti e progetti anche al di fuori del sistema di istruzione formale. I progetti devono implementare un approccio basato sui diritti e devono affrontare temi quali la parità di genere e l'emancipazione delle donne. Le proposte progettuali che non riguardano il tema del cambiamento climatico, devono affrontare anche le questioni ambientali più ampie e le strette relazioni tra i cambiamenti climatici e la sostenibilità ambientale. Devono inoltre contribuire a promuovere i valori fondamentali su cui è basata l'Ue, come definiti dall'art. 2 del Trattato di Lisbona. Possono presentare domanda persone giuridiche senza scopo di lucro, associazioni, ong, organizzazioni rappresentative di popolazioni indigene, di minoranze nazionali e/o etniche, organizzazioni per la diaspora, associazioni dei migranti nei paesi partner, associazioni professionali e gruppi d'iniziativa locali, cooperative, associazioni di datori di lavoro e associazioni sindacali, organizzazioni che rappresentano interessi economici e sociali, organizzazioni che combattono la corruzione e la frode e promuovono il buon governo, organizzazioni per i diritti civili e organizzazioni che combattono le discriminazioni, organizzazioni locali (comprese le reti) attive nella cooperazione e nell'integrazione regionali decentralizzate, associazioni di consumatori, associazioni femminili e giovanili, organizzazioni ambientali, di insegnanti, culturali, di ricerca e scientifiche, pmi, università, chiese e associazioni o comunità religiose, mass media e qualsiasi associazione non governativa e fondazione indipendente, comprese le fondazioni politiche indipendenti. Possono essere coperti i costi sino al 95% delle spese ammissibili e per il lotto 1 si possono ottenere sino a 12 milioni di euro; per il lotto due e tre il cofinanziamento ammonta al massimo a sette milioni di euro a progetto. Ogni proposta di attività, che devono durare fra i 24 e i 48 mesi, deve coinvolgere minimo due realtà di due Stati diversi. Sia il proponente sia i partner devono essere registrati nel sistema on line Pador. In totale sono stati stanziati 77 milioni di euro. A chi rivolgersi: Commissione europea - Cooperazione e sviluppo EuropeAid - webgate.ec.europa. eu/europaid SETTORE COOPERAZIONE RICERCA HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 COOPERAZIONE Contenuto: si può partecipare a due bandi aperti del programma comunitario Europa per i cittadini per le azioni Memoria europea, Gemellaggio di città, Reti di città, Progetti della società civile in particolare è aperto un bando per l'Asse 2 - misura 1 con scadenza al 3 settembre per progetti aventi inizio tra il primo gennaio e il 30 settembre 2019; mentre per l'Asse 2 misura 2 - stessa prima scadenza sempre per progetti aventi inizio tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2019. Il programma europeo ha un budget totale di 16,3 milioni di euro suddivisi così, per l'azione «Memoria europea» 3,7 milioni; per i gemellaggi di città 4.6 milioni; per le reti di città, 4,5 milioni e per i progetti della società civile 3,5 milioni di euro. Si segnala il Comune di Busnago (http://www.gemellaggiobusnago.eu/it) si è aggiudicato un finanziamento del programma europeo «Europa per i cittadini» con tematica «Solidarietà in tempi di crisi». Il progetto «Come together: 20 years of solidarity - COME20» verrà sviluppato sul territorio di Busnago, durante la Festa delle Associazioni e in concomitanza col XX Anniversario dell'Accordo di Gemellaggio Busnago-Heyrieux dal 7 al 9 settembre 2018. Sono previste numerose iniziative aperte al pubblico e anche un premio per i disegni delle scuole sul tema della solidarietà. Il Gemellaggio tra Busnago e Heyrieux nasce nel Novembre del 1998. Da allora si è dedicato al rafforzamento dei rapporti tra le due comunità, alla sensibilizzazione degli abitanti di Busnago nei confronti di temi inerenti l'interculturalità, l'Unione Europea, e la tolleranza. Periodicamente organizza occasioni di incontro e di scambio che permettano di avvicinare i membri delle due cittadinanze e di stabilire saldi legami di amicizia, che perdurano ormai da lungo tempo, testimoniando il successo dell'operato del Comitato in questi anni. A chi rivolgersi: Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi, la cultura - Eacea - eacea.ec.europa.eu - ec.europa.eu/education/participants/portal/desktop -www.europacittadini.it SETTORE ENERGIA ANTICIPAZIONE HH TITOLO ENERGIA GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 Contenuto: è aperto un bando di 500 milioni di euro relativo al cosiddetto 'Meccanismo per collegare l'Europa', in vigore sino al 2020, che cofinanzia progetti di interesse comune nel settore dell'energia (rif. GUUE C 199/17 del 11/6/2018). È gestito dalla Inea, Agenzia esecutiva per l'innovazione e le reti della Commissione europea, che concede sovvenzioni nel settore delle infrastrutture energetiche transeuropee. Questo bando rientra in una serie di bandi coordinati che coprono i tre settori del Meccanismo per collegare l'Europa (Trasporti, Telecom e Energia) e che mirano a sfruttare le sinergie tra questi settori. Si punta a promuovere l'integrazione del mercato interno dell'energia e l'interoperabilità delle reti elettriche e del gas a livello transfrontaliero; si vuole rafforzare la sicurezza dell'Unione europea in materia di approvvigionamento energetico; contribuire allo sviluppo sostenibile e alla tutela dell'ambiente attraverso l'integrazione di energia da fonti rinnovabili e lo sviluppo di reti di energia intelligenti. Ogni progetto approvato può ottenere sino al 50 o massimo il 75% di copertura dei costi ammissibili. Possono presentare domanda imprese, associazioni, organizzazioni internazionali, enti pubblici o privati. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/inea - Agenzia esecutiva per l'innovazione e le reti SETTORE MOBILITÀ ANTICIPAZIONE HHHHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 5 HORIZON 2020 C ontenuto: entro il 28 febbraio 2019 si può ancora partecipare a un bando per soluzioni più innovative per migliorare la mobilità fuori casa delle persone anziane over 65. Si tratta di un premio incentivo Horizon 2020. Occorre sviluppare delle soluzioni di mobilità innovative, sostenibili e replicabili che consentano alle persone di preservare la propria autonomia e continuare a partecipare attivamente alla vita socio-economica. Nella selezione viene data priorità a soluzioni che abbiano risultati e benefici anche a lungo termine e per specifici gruppi target, come gli anziani che vivono in aree isolate oppure le persone anziane con mobilità ridotta che vivono nelle aree urbane. Nel presentare i progetti occorre fare presente come le idee possano creare nuove opportunità di mercato e di lavoro, per esempio per piccole imprese innovative, operatori del settore dei trasporti, start-up del settore dell'economia sociale oppure associazioni e ong a livello locale, regionale o nazionale. Si possono proporre soluzioni per questioni tecniche quali per esempio quelle riguardanti infrastrutture, veicoli, software e loro applicazioni, oppure altri aspetti, quali per esempio i servizi di comunicazione o i servizi integrati personalizzati. È necessario, per poter candidarsi, che le soluzioni proposte siano implementate per diversi mesi durante il periodo del concorso. La giuria valuta il lavoro e i progressi compiuti durante un periodo di attuazione di minimo cinque mesi delle soluzioni proposte. Possono aderire persone fisiche e giuridiche o gruppi, che siano però stabilite in uno degli Stati dell'Unione Europea o dei Paesi associati a Horizon 2020. Sono stati stanziati in tutto due milioni di euro e si prevede di assegnare un premio di un milione di euro e quattro secondi premi da 250 mila euro ciascuno. L'assegnazione dei premi è prevista nel terzo trimestre del 2019. Per gli anziani e per i pensionati si stanno invece muovendo a livello europeo il Forum di undici associazioni e la Federspev con Unpit, i cui vertici nella persona del prof. Michele Poerio e del prof. Ercolini sottolineano: «In termini di pensioni in Italia quello che si prospetta non è un ricalcolo ma una penalizzazione secca, prodotta da un criterio discutibile ed arbitrario. Vengono colpite soprattutto le donne, i militari e tutti coloro che hanno anticipato la pensione, adoperando le regole vigenti al momento. Tutto questo perché non si vuole affrontare il problema di fondo ovvero al doverosa separazione tra previdenza e assistenza nel bilancio Inps in Italia e vengono forniti pertanto dati non corretti a Eurostat da parte del nostro governo in tema di pensioni. Si nega, anche da parte di questo governo, che il bilancio previdenziale puro ovvero legato ai contributi versati è in pareggio, mentre il bilancio assistenziale puro ovvero non legato a contributi versati, è in clamoroso rosso. Dai disegni di legge in Italia si progetta di rapinare le pensioni più alte senza alcun riferimento ai contributi versati». Il Forum e Federspev (www.federspev.it) sono al fianco delle persone in pensione ma anche di tutti coloro che versando i propri contributi si aspettano uno Stato che rispetti le Persone e i loro diritti. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/portal SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 HORIZON 2020 Contenuto: sono aperti dei bandi riguardanti il programma europeo di ricerca e sviluppo tecnologico Horizon 2020 per il cosiddetto pilastro «Science with and for Society - Scienza con e per la Società». Si tratta delle scadenze 2019. In particolare con scadenza al 2 aprile 2019 si segnala un bando relativo alla ricerca nel settore gender (rif. SwafS-09-2018-2019- Supporting research organisations to implement gender equality plans); un bando per un Sistema di certificazione relativo alle pari opportunità (rif. SwafS-11-2019- Scenarios for an award/certification system for gender equality in research organisations and universities in Europe); un bando per il dialogo sulla parità di genere con i Paesi terzi (rif. SwafS-12-2019- The gender perspective of science, technology and innovation in dialogue with third countries); un bando per l'etica nell'innovazione (rif. SwafS-16-2019- Ethics of Innovation: the challenge of new interaction modes); un bando per consolidare ed espandere la conoscenza scientifica verso i cittadini (rif. SwafS-17-2019- consolidating and expanding the knowledge base on citizen science); un bando per il ruolo della scienza ben comunicata (rif. SwafS-19-2018-2019- Taking stock and re-examining the role of science communication). Mentre due scadenze, una al 2 aprile 2019 e la seconda al 7 novembre 2019 sono aperti due bandi ovvero uno per la collaborazione tra scienza e scolarizzazione (rif. SwafS-01-2018-2019- Open schooling and collaboration on science education) e un bando di ricerca sulla conoscenza di base (rif. SwafS-20-2018-2019- Building the SwafS knowledge base). Si segnala inoltre che per i giovani è aperto il bando del concorso europeo «I giovani e le scienze» della Commissione europea, Direzione Generale Ricerca, per la selezione nazionale gestita dalla Fast, Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche. Si possono vincere borse di studio, viaggi, e sino a 7 mila euro a progetto per invenzioni, prototipi, studi in qualsiasi materia (dalle umanistiche alle scientifiche e la scadenza di partecipazione è il primo febbraio 2019. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en - www.fast.mi.it SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 HORIZON 2020 Contenuto: sono aperti dei bandi all'interno del programma comunitario Horizon 2020 per il Pilastro Sfide della società - Energia sicura, pulita, efficiente (rif. Building a low-carbon, climate resilient future: secure, clean and efficient energy- calls for proposals 20182020 - H2020- LC-SC3-2018-2019-2020). Si segnala per esempio un bando con scadenza al 5 febbraio 2019 (rif. LC-SC3-EE-17-2019- European City facility - European Cities as key innovation hubs to unlock finance for energy efficiency) sulle città europee per progetti di ricerca e hub; con la medesima data di scadenza si può partecipare ad altri cinque bandi sempre per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico innovativi nel settore energetico tra cui il bando per trovare soluzioni per una maggiore cooperazione transfrontaliera regionale nella rete di trasmissione (rif. LC-SC3-ES-2-2019- Solutions for increased regional cross-border cooperation in the transmission grid); un bando per nuovi tool (rif. LC-SC3-ES-6-2019- Research on advanced tools and technological development); un bando per le isole europee (rif. LC-SC3-ES-8-2019European Islands Facility - Unlock financing for energy transitions and supporting islands to develop investment concepts); un bando sulle smart cities (rif. LC-SC3SCC-1-2018-2019-2020- Smart Cities and Communities). Si ricorda che sono aperti anche tre bandi con scadenza al 27 agosto 2019 sul tema energia per progetti di ricerca e di cooperazione di cui per esempio uno (rif. LC-SC3JA-5-2019- Joint Programming with EU and African partners for a R&I actions in the area of renewable energy) per azioni congiunte tra Unione europea e Africa in tema di energie rinnovabili. Mentre con scadenza al 3 settembre 2019 sono aperti 15 bandi sulla decarbonizzazione, sulle soluzioni energetiche innovative, tra cui un bando di studio sul ruolo dei consumatori (rif. LC-SC3EC-1-2018-2019-2020- The role of consumers in changing the market through informed decision and collective actions); un bando sulla decarbonizzazione in Europa (rif. LC-SC3-EE-1-2018-2019-2020- Decarbonisation of the EU building stock: innovative approaches and affordable solutions changing the market for buildings renovation); un bando sulla finanza e l'efficienza energetica (rif. LCSC3-EE-10-2018-2019-2020- Mainstreaming energy efficiency finance); un bando per valorizzare la flessibilità della domanda della risorsa energetica con servizi innovativi (rif. LC-SC3-EE-13-2018-2019-2020- Enabling next-generation of smart energy services valorising energy efficiency and flexibility at demand-side as energy resource); un bando che cofinanzia progetti di ricerca socio-economici (rif. LC-SC3-EE-14-2018-2019-2020Socio-economic research conceptualising and modelling energy efficiency and energy demand; un bando per lo sviluppo di Servizi di ristrutturazione domestica integrata (rif. LC-SC3-EE-16-2018-2019-2020- Supporting public authorities to implement the Energy Union); un bando per Servizi di ristrutturazione domestica integrata (rif. LC-SC3-EE-2-2018-2019- Integrated home renovation services). Inoltre ci sono dei bandi sempre relative all'energia sostenibile quali un bando di ricerca e sviluppo tecnologico (rif. LC-SC3-RES-23-2019- Development of next generation biofuel and alternative renewable fuel technologies for aviation and shipping) per i settori sia dell'aviazione che del trasporto navale con biofuel; e un bando di ricerca per l'energia solare (rif. LC-SC3RES-7-2019- Solar Energy in Industrial Processes) nel settore industriale. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/ portal/desktop/en/opportunities/h2020 SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 5 HORIZON 2020 Contenuto: sono aperti i bandi del programma europeo Horizon 2020 per il Pilastro denominato «Sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e bioeconomia» per il 2019. In particolare sono aperti quattro bandi per il settore marino tra cui uno per soluzioni sulla bio-plastica sostenibile nel mare (rif.CE-BG-06-2019- Sustainable solutions for bio-based plastics on land and sea); un bando (rif. BG-05-2019- Multi-use of the marine space, offshore and near-shore: pilot demonstrators) per progetti di ricerca dimostrativi pilota; un bando per il futuro dei mari (rif. BG-07-2019-2020- The Future of Seas and Oceans Flagship Initiative); un bando per l'acquacoltura sostenibile 4.0 (rif. DT-BG-04-2018-2019- Sustainable European aquaculture 4.0: nutrition and breeding). Inoltre c'è un bando di ricerca e sviluppo (rif. BG-08-20182019- All Atlantic Ocean Research Alliance Flagship) per una cooperazione atlantica nel settore della ricerca per la salute del mare con due scadenze di cui una al 23 gennaio 2019 e una al 4 settembre 2019. Con due simili date di scadenza sono aperti due bandi nel settore rurale. Un bando (rif. RUR-01-2018-2019- Building modern rural policies on long-term visions and societal engagement) riguarda la ricerca nel settore di innovative politiche rurali; un bando (rif. RUR-04-2018-2019- Analytical tools and models to support policies related to agriculture and food) per lo sviluppo di tools innovative per l'agricoltura. Inoltre con scadenza al 23 gennaio 2019 sono aperti otto bandi sempre nel settore rurale quali un bando (rif. CE-RUR-10-2019- Circular bio-based business models for rural communities) per lo sviluppo di modelli circolari bio-based per le Comunità rurali; un bando per la valorizzazione del legno (rif. LC-RUR-11-2019-2020- Sustainable wood value chains). A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en SETTORE RICERCA ANTICIPAZIONE HTITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 HORIZON 2020 Contenuto: sono aperti dei bandi per il programma di ricerca e sviluppo tecnologico europeo Horizon 2020 relativi al «Pilastro Leadership industriale» a favore delle pmi, con scadenza al 2019. Con scaden za al 17 gennaio 2019 ci sono due bandi di cui uno (rif. INNOSUP-02-2019-2020- European SME innovation Associate - pilot) per un progetto pilota per le pmi di innovazione; e uno per progetti innovativi nei luoghi di lavoro delle pmi (rif. INNOSUP-04-2019Workplace innovation uptake by SMEs). Inoltre, con due fasi di scadenza prima al 3 aprile 2019 e per la seconda fase con scadenza al 12 settembre 2019 c'è aperto un bando (rif. INNOSUP-01-2018-2020Cluster facilitated projects for new industrial value chains) per progetti di cluster per nuove catene di valore industriali. Mentre con scadenza al primo agosto 2019 è aperto un bando di ricerca e sviluppo tecnologico sull'open innovation a favore delle pmi (rif. INNOSUP-07-2019- European Open Innovation network in advanced technologies). Poi entro il 13 marzo 2019 e il 16 ottobre 2019 si può aderire a un bando (rif. INNOSUP-05-2018-2020- Peer learning of innovation agencies) per le agenzie di peer learning. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/h2020/topics/ innosup SETTORE SALUTE ANTICIPAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 HORIZON 2020 Contenuto: si può presentare domanda per partecipare ai bandi aperti per il 2019 del programma comunitario Horizon 2020 per il Pilastro «Sfide della Società» per l'ambito «Salute, benessere e cambiamento demografico». Per l'ambito della trasformazione digitale della salute e dell'assistenza sono aperti sino al 24 aprile 2019 cinque bandi di cui per esempio un bando (rif. SC1-DTH-01-2019Big data and Artificial Intelligence for monitoring health status and quality of life after the cancer treatment) sui big data e l'intelligenza artificiale per monitorare lo stato di salute e la qualità di vita dopo i trattamenti antitumorali; un bando per l'implementazione di innovazione digitale nel settore della salute per l'invecchiamento Attivo (rif. SC1-DTH-05-2019- Large scale implementation of digital innovation for health and care in an ageing society); un bando per l'identificazione univocal dei medicinali (rif. SC1-DTH-09-2019- Scaling up the univocal Identification of Medicinal Products); un bando per progetti pilota personalizzati di cura (rif. SC1-DTH-11-2019- Large Scale pilots of personalised & outcome based integrated care), un bando per il support in larga scala di piattaforme open service per l'allungamento della vita (rif. SC1HCC-02-2019- Support for the large scale uptake of open service platforms in the Active and Healthy Ageing domain). Si segnala che si stanno facendo passi avanti per la miastenia e in particolare il Prof. Renato Mantegazza, Direttore Comitato Scientifico A.I.M. Associazione Italiana Miastenia svolge progetti di ricerca europei ed internazionali con il suo team e ha individuato una cura personalizzata con selezione su base clinica dei pazienti. In data 23 e 24 novembre a Milano si terrà un congresso internazionale organizzato dalla associazione AIM (www. miastenia.it), con il patrocinio della Rappresentanza della Commissione europea, in cui si confronteranno esperti a livello mondiale oltre che europeo. «Spesso i sintomi non vengono immediatamente associati a questa malattia che è rara e sotto diagnosticata», dice il Presidente di AIM, prof. Cornelio Ferdinando, «ecco perché è fondamentale la sinergia tra centri di ricerca specializzati a livello comunitario; anche perché ci sono varie tipologie di miastenia, quella più conosciuta è la miastenia gravis». Mentre si segnala anche che sono aperti sino al 16 aprile 2019 otto nuovi bandi per progetti di ricerca e di sviluppo tecnologico a favore di sistemi sanitari sostenibili quali un bando per esempio sulla medicina rigenerativa (rif. SC1-BHC-07-2019- Regenerative medicine: from new insights to new applications); un bando sul sequenziamento di prossima generazione per la diagnosi (rif. SC1-BHC-10-2019 Innovation Procurement: Next generation sequencing for routine diagnosis); un bando sulla Gestione dei big data relativamente alle malattie infettive guidate da cambiamenti climatici o da altri fattori (rif. SC1-BHC-13-2019 - Mining big data for early detection of infectious disease threats driven by climate change and other factors); un bando per progetti di ricerca sull'impatto dell'ambiente sulla salute (rif. SC1-BHC-28-2019- The Human Exposome Project: a toolbox for assessing and addressing the impact of environment on health); un bando per azioni a support del consorzio internazionale per la medicina personalizzata (rif. SC1-HCO-01-2018-2019-2020- Actions in support of the International Consortium for Personalised Medicine); un bando sulle azioni pilota per un atlante sulle cellule umane (rif. SC1-BHC-31-2019- Pilot actions to build the foundations of a human cell atlas); un bando (rif. SC1-BHC-32-2019- Towards a next generation influenza vaccine to protect citizens worldwide - an EU-India collaboration) per una collaborazione di ricerca tra Unione europea e India nel settore del vaccino per l'influenza; un bando per una collaborazione globale sulla prevenzione delle malattie infettive (rif. SC1-HCO-15-2019- Support for the functioning of the Global Research Collaboration for Infectious Disease Preparedness). A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop SETTORE TRASPORTI ANTICIPAZIONE HHHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 HORIZON 2020 Contenuto: s è possibile partecipare a dei bandi aperti del programma europeo Horizon 2020 per il pilastro «Sfide della società - Trasporti intelligenti, green e integrati» con le scadenze 2019. Per le applicazioni Ict nel settore dei trasporti sono aperti due bandi di cui uno per i veicoli automatizzati (rif DTART-03-2019 - Human centred design for the new driver role in highly automated vehicles) e un ban do (rif. DT-ART-04-2019- Developing and testing shared, connected and cooperative automated vehicle fleets in urban areas for the mobility of all) per sviluppare veicoli automatizzati per le aree urbane per la mobilità dei cittadini. Mentre con scadenza in due fasi ovvero prima al 16 gennaio 2019 e per la seconda fase della domanda al 12 settembre 2019 sono aperti sette bandi. In particolare è aperto un bando (rif. LC-MG-1-10-2019- Logistics solutions that deal with requirements of the 'on demand economy' and for shared-connected and low-emission logistics operations) per sviluppare soluzioni logistiche adatte alla economia on demand e alle basse emission; un bando (rif. LC-MG-1-5-2019- Advancements in aerodynamics and innovative propulsion systems for quieter and greener aircrafts) per avanzamenti in aerodinamica e innovative sistemi di propulsion per aerei meno inquinanti; un bando (rif. LC-MG-1-8-2019- Retrofit Solutions and Next Generation Propulsion for Waterborne Transport) per soluzioni innovative per trasporti su acqua; un bando (rif. LC-MG-1-9-2019- Upgrading transport infrastructure in order to monitor noise and emissions) per progetti di ricerca per monitorare rumori ed emissioni nei trasporti; un bando per sviluppare imbarcazioni più ecosostenibili (rif. MG-2-6-2019Moving freight by Water: Sustainable Infrastructure and Innovative Vessels); un bando (rif. MG-2-7-2019Safety in an evolving road mobility environment) per progetti di ricerca sulla sicurezza sulle strade; un bando (rif. MG-2-8-2019- Innovative applications of drones for ensuring safety in transport) che riguarda la ricerca per applicazioni innovative dei droni in modo da poter assicurare maggiore sicurezza nei trasporti; un bando (rif. MG-2-9-2019- InCo Flagship on Integrated multimodal, low-emission freight transport systems and logistics) per soluzioni multimodali a basse emissioni e logistica innovativa. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/h2020

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore