scarica l'app
MENU
Chiudi
09/07/2020

Waterfront, passi in avanti

Gazzetta del Sud

Consegnati gli studi di fattibilità sulla strutturae sul porto turistico
Il progetto cambierà il volto all' area costiera di Lamezia Il finanziamento di tutte le opere toccherà alla società denomina ta Coipa International
Maria Scaramuzzino Consegnati gli elaboratori tecnici riguardanti lo studio di fattibilità del progetto Waterfronte del nuovo porto turistico che dovrà nascere nell' area industriale di San Pietro Lametino. Gli elaborati sono stati presentati da Coipa International agli enti che hanno sottoscritto il protocollod' intesa nel dicembre scorso per la realizzazione del mega progetto che dovrebbe cambiare completamente il fronte costiero dell' area industriale.A rappresentare Coipa Internazionalel' amministratore delegato Vito Favorito Sciammarella,a coordinarel'in contro il presidente di Lameziaeuropa Leopoldo Chieffallo. Presenti anche l' assessore regionale al Bilancio Franco Talarico; il sindaco di Lamezia Paolo Mascaro; il presidente della Camera di commercio di Catanzaro Daniele Rossi; il generale Aloisio Mariggiò, commissario di Calabria Verde; il commissario Corap Fernando Caldiero; il presidente della Fondazione Terina Gennarino Masi. Un parterre istituzionale piuttosto nutrito che ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto finora dagli enti coinvolti nel progettoe per la «concreta determinazione» mostrata da Coipa International nel voler portare avantil' iniziativa progettuale sulla base degli impegni presi conl' accordo stilato nei mesi scorsi. Talarico, dal canto suo, ha confermatol' impegno della Regione Calabria «a promuoverea livello istituzionale il progettoa garanzia degli investitori internazionali eda migliorare il sistema infrastrutturalee viario dell' area industriale, anche attraverso lo svincolo autostradale di accesso diretto». Perl' assessore regionale «il progettoè una grande opportunità di sviluppo economico ed occupazionale perl' intera Calabria che, con la realizzazione del porto turistico in stretto rapporto conl' aeroporto internazionale, permette di valorizzarel' area industriale di Lamezia Terme quale hub logistico strategico intermodale». Rossi ha ribadito che il progetto sarà «una leva per lo sviluppo turistico, edilizioe ricettivo in tutto il Mezzogiorno». Mariggiò ha centratol' attenzione sul recupero della pineta litoranea dell' area industriale unitamente alla grande valenza del porto «approdo peri flussi turistici internazionali lungolacosta tirrenicacalabrese».Il sindaco Mascaro ha innanzitutto ringraziato Coipa per aver rispettatoi tempi di presentazione degli elaborati. «Finalmente, dopo 50 anni di attesa- ha sentenziato il primo cittadino lametino- il sogno del porto turisticoa Lamezia può diventare realtà». Il prossimo step operativo, dopo una valutazione preliminare del progetto presentato da Coipa International, sarà quello dell' avvio della fase di evidenza pubblica prevista dalla normativa vigente riguardante il Codice degli appalti. Il progetto Waterfront col nuovo porto turisticoè promosso da Lameziaeuropa in stretta collaborazione conl' assessorato regionale alla Urbanistica. Gli enti coinvoli sono il Comune lametino unitamente a: Provincia di Catanzaro, Corap, Anase Fondazione Mediterranea Terina.A finanziare l' operaè la Coipa International. Nel protocollod' intesa siglato il 13 settembre scorso,i soggetti sottoscrittori si sono impegnatia completare l' iter amministrativo ed autorizzativo entro 18 mesi dalla presentazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Foto: SinergiaI rappresentanti di Lameziaeuropa, Regione, Comunee Coipa