scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/05/2021

” Vitalizi e regole sugli appalti: che cosa rischiamo “

Il Fatto Quotidiano - Lorenzo Giarelli

VANNUCCI, POLITOLOGO
" Vitalizi e regole sugli appalti: che cosa rischiamo " GIARELLI A PAG. 5 Dei tanti modiper analizzare la politica, un dato generale aiuta a comprendere gli avvenimenti particolari: " Og ni sondaggio certifica che la classe politica gode di un enorme tasso di discredito, il peggiore tra i soggetti pubblici " . Aricordarlo è Alberto Vannucci, professore di Scienza Politica all ' Universi tà di Pisa, che riconduce a questa lettura eventi molto diversi. Tra oggi e domani, per esempio, il Senato potrebbe restituire una volta per tutte il vitalizio a tutti gli ex eletti, eliminando il ricalcolo voluto dai 5 Stelle tre anni fa. Ma anche sulla gestionedelPnrr iprimisegnalinon sono incoraggianti. Professor Vannucci, la battaglia contro i privilegi della politica sembra già una stagione conclusa. Laquestionedei vitalizièilsegno che questa classe politica ritiene il valore dell ' onore perduto inferiore alle somme che potrà continuare a rastrellare ogni mese grazie a questi benefici arcaici. Ai tentativi di dare messaggi di giustizia sociale stanno rispondendo in modi sempre più sofisticati. Persino ai condannati è stato restituito l ' assegno. Il nobile principio dell ' autodi chia è diventato la barricata dietro cui difendere privilegi assurdi. Bisognerebbe fare attenzione ai messaggi che si mandano ai cittadini, ma mi pare che invece si confermi l ' immagine desolante di una politica profondamente screditata. E su questo le forze politiche trovano compattezza. Come mai è rimasto solo il M5S a parlarne? Per due motivi. Il primo è che questo ormai è un impegno politico riconoscibile che subito si collega al Movimento, dunque impugnare una bandiera sventolata da altri non conviene. Ma credo anche che questa battaglia richiederebbe una credibilità e una energia che in questo momento i partiti, ridotti allo stato gassoso e ognuno diviso in piccoli feudi, non hanno. E allora ognuno guarda alle proprie convenienze. Lei si è spesso occupato di corruzione. A questo proposito, che idea si è fatto dell ' impostazione del Pnrr e delle norme inserite nel dl Semplificazioni ? Se l ' emergenza diventa una condizione strutturale è un pericolo, perché in Italia l ' em er ge nz a è sempre statacapace di suscitare grande appetiti. Mi riferisco al fatto che ci si affidi a strutture commissariali per le grandi opere, in deroga alle consuete norme sugli appalti. Questo è significato il modello della cricca della Protezione civile. Tutti però chiedono procedure più snelle. Ma l ' emergenza è il grimaldello attraverso cui penetrano gli interessi criminali. Conosciamo esattamente le patologie del sistema: l ' inflazione normativa, la scarsa qualificazione dei soggetti chiamati a svolgere i controlli, l ' eccessivo numero di stazioni appaltanti. Lei non abolirebbe il Codice degli appalti? Invece che bruciarlo in pubblica piazza, come vorrebbe Salvini, si potrebbe lavorare col bisturi. Al contratio mi pare che gli imprenditori potranno fare quello che vogliono, si torna all ' appalto integrato, al meccanismo pericoloso del massimo ribasso, che favorisce gliaccordi trai privatie ciillude di risparmiare, perché poi subentrano varianti d ' o pera, correzioni eccetera. E poi c ' è un tema che ci lega a quanto detto sui vitalizi. Cioè? Perché non coinvolgere i cittadini nel processo decisionale? Si eviterebbe poi di ritrovarsi i vari comitati contrari ai lavori, ma soprattutto se le opere rispondessero davvero alla comunità, i cittadini eserciterebbero un ruolo di vigilanza naturale anche contro il malaffare. Condannato Roberto Formigoni co n t i n u e rà a percepire il vitalizio F OTO ANSA / LA PRESSE LE TAPPE
2 0 15 I PRESIDENTI di Camera e Senato Grasso e Boldrini varano due delibere che sospendono il vitalizio agli ex onorevoli condannati 2018 A P P ROVAT E le delibere che tagliano i vitalizi degli ex parlamentari 2021 IN POCHI MESI la commissione contenziosa del Senato annulla il taglio dei vitalizi e quello agli ex senatori condannati