scarica l'app
MENU
Chiudi
21/10/2020

Vigilanza ospedali, respinto il ricorso: gara a Mondialpol

Giornale di Sicilia

La decisione del Cga
Il contenzioso riguardava l ' affidamento dei lotti di Palermo e Catania Pierpaolo Maddalena PA L E R M O La sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa della Regione Siciliana mette la parola fine alla lunga serie di ricorsi e stabilisce, definitivamente, che a Palermo e Catania la vigilanza negli ospedali delle aziende del sistema sanitario regionale spetta alla Mondialpol. Servizio di vigilanza che le era stato affidato nel 2018 dalla Centrale unica di committenza della Regione, ma che la Ksm aveva contestato ricorrendo al Tar per invalidare la gara. La congruità dell ' offerta presentata da Mondialpol, difesa dagli avvocati Claudio Cataldi, Lorenzo Maria Dentici ed Alessandra Testuzza è stata quindi riconosciuta dal Cga, che nella primavera del 2019 aveva comunque dato via libera al mega appalto da 43 milioni di euro ribaltando la decisione del Tar e accogliendo la domanda cautelare della Mondialpol. Il Cga, allora, sospese gli effetti della sentenza con cui il Tar Palermo aveva annullato l ' aggiudicazione di tutti i lotti sulla base di presunte irregolarità nella composizione della commissione di gara. L ' appalto riguardava l ' affidamento, mediante convenzione di 5 anni, dei servizi integrati di vigilanza armata per tutti gli ospedali dele aziende sanitarie siciliane. In particolare, Mondialpol aveva ottenuto l ' aggiudicazione definitiva del lotto 1 (Palermo), per un valore di oltre 6 milioni di euro, e del lotto 2 (Catania) per un valore di 16 milioni. La Ksm ha sollevato censure riguardanti i livelli di inquadramento del personale impiegato, la quantificazione dell ' aliquota contributiva Inps, il dato delle ore medie lavorate, l ' inizio anticipato e il fine turno posticipato dell ' orario di servizio e i costi derivanti da disposizioni di legge. Aspetti che sono stati ritenuti «potenzialmente incidenti sulla quantificazione del costo del lavoro e quindi sulla congruità dell ' offert a, determinando un ' omessa esposizione di oneri per 349.195 euro importo superiore all ' utile quinquennale dichiarato di euro 232.047», come si legge nella sentenza. «Abbiamo dimostrato la sostenibilità e la validità operativa della nostra offerta, che ha meritato di aggiudicarsi il servizio e siamo una realtà imprenditoriale seria e onesta. Anche questa volta ci è stato giustamente riconosciuto e siamo orgogliosi di poter essere al servizio dei cittadini soprattutto in un momento così difficile per il servizio sanitario a causa della pandemia da Covid-19», dichiara in una nota così Giuseppe Campagna, titolare della Mondialpol. (*PPM*) © RIPRODUZIONE R I S E RVATA