scarica l'app
MENU
Chiudi
03/10/2019

Vigilanza all’Asl, i lavoratori a corto di stipendio da luglio

La Gazzetta Del Mezzogiorno

IL CASO PER UN CAMBIO D'APPALTO: LA DITTA SUBENTRANTE HA CANCELLATO IL PREGRESSO MATURATO SUL CONTRAT TO
IL SINDACATO USB «Il direttore Piazzolla prenda posizione ed eviti un abuso in danno soltanto dei lavoratori»
l I lavoratori dell'istituto di vigilanza che prestano servizio presso i presidi e le strutture dell'Asl sono senza stipendio dal mese di luglio a seguito di un cambio d'appalto: l'azienda presso la quale presetavano servizio non era più nelle condizioni di andare avanti nell'incarico contrattuale, ne è dunque subentrata un'altra la quale tuttavia per prendersi in carico tutti i lavoratori (così come prevede la clausola di salvaguardia in casi del genere) chiede ai futuri dipendenti «l'az zeramento dei diritti economici e normativi maturati in tutti gli anni di anzianità acquisiti dai lavoratori. Questo azzeramento - sottolinea in una nota il sindacato Usb - significherebbe per ogni lavoratore una perdita economica secca di oltre 300 euro mensili». «Non è più accettabile - denuncia l'Unio ne sindacale di base - che chiunque vinca una gara d'appalto detti le proprie leggi a spese dei lavoratori. Alla ditta subentrante ricordiamo che c'è anche l'istituto della rinuncia (non essendo vincitore di gara d'appalto, ma subentrante ad un vincitore) e se ritiene che l'appalto sia sottostimato economicamente, rinunci, volontariamente, all'affidamento. Ma non possiamo accettare che a pagare queste conseguenze, anche a causa di inopportune valutazioni da parte degli uffici dell'Asl e dell'azienda uscente che ha vinto l'appalto siano i lavoratori: massimizzare il profitto per un'azienda non sempre deve significare massacrare i diritti dei dipendenti». Il sindacato ha pertanto invitato il direttore generale della Asl Foggia, Vito Piazzolla, ad intervenire per impedire un abuso. «Invitiamo il direttore dell'Asl ad essere conseguente rispetto a quanto da egli stesso stabilito: e cioè se l'azienda subentrante non rispetta le condizioni contrattuali non potrà gestire il servizio a meno che - ricorda l'Unione sindacale di base - dal giorno successivo la ditta non si faccia carico di accettare tutte quelle clausole previste dal contratto e dalla delibera di affidamento del servizio».

Foto: SENZA DIRITTI Un vigilante: i lavoratori pur di conservare il posto dovrebbero rinunciare agli scatti d'anzianità