MENU
Chiudi
04/11/2018

Vigevano sfida Milano sulla superstrada «Serve al territorio»

La Provincia Pavese - SELVAGGIA BOVANI

Città Metropolitana ricorre al Tar per bloccare il progetto La replica di Sala e altri 4 sindaci: «I lavori devono partire» la polemica tra enti locali
VIGEVANO Dopo aver cercato a lungo di diventare parte della Città Metropolitana, ora Vigevano si trova a combattere contro Milano nel nome della superstrada. Al suo fianco quasi tutti i Comuni milanesi toccati dalla Vigevano-Malpensa. All'indomani del ricorso al Tar presentato da Città Metropolitana, che raccoglie i Comuni dell'ex Provincia di Milano, i sindaci di cinque centri toccati dalla superstrada si sono riuniti a Robecco sul Naviglio per ribadire la necessità dell'infrastruttura. «L'Iter istituzionale per la realizzazione della Vigevano-Malpensa si è concluso la scorsa estate - scrivono i sindaci Andrea Sala (Vigevano), Cesare Nai (Abbiategrasso), Chiara Calati (Magenta), Fortunata Barni (Robecco sul Naviglio) e Guglielmo Villani (Ozzero). - Ora ci auguriamo che i tempi per l'avvio delle procedure operative siano brevi e che si apra in fretta il cantiere. Questa infrastruttura è attesa dalle imprese e dalla maggior parte dei cittadini che noi rappresentiamo».Il ricorso dei contrariI sindaci non si costituiranno in giudizio contro il ricorso al Tar di Città Metropolitana e nemmeno faranno richiesta di un cosiddetto "Intervento volontario in causa". Il rischio per Vigevano e gli altri 4 Comuni è che il Tar conceda la sospensiva, cioè il blocco dell'iter, in attesa del giudizio sul progetto.«I Comuni di Albairate e Cassinetta di Lugagnano - spiega Nai - sono contrari alla superstrada e hanno tutto il diritto di ricorrere in giudizio, come Città Metropolitana e le varie associazioni ambientaliste. Noi, con questo comunicato, abbiamo ribadito che il territorio rappresentato dai Comuni più grandi, cioè Vigevano, Abbiategrasso, Robecco sul Naviglio, Ozzero e Magenta, è favorevole, perché favorirà in modo decisivo la ripresa economica e occupazionale». L'ok alla superstrada è arrivato lo scorso 28 febbraio quando il Cipe aveva approvato la costruzione del collegamento tra il nuovo ponte di Vigevano e Malpensa indicando, quale metodo di realizzazione, la gara d'appalto di esecuzione dei lavori. All'Anas era stato dato mandato di redigere il progetto esecutivo dell'opera, anche se, ad oggi, l'unico stralcio approvato e finanziato è la tratta C, la Vigevano-Albairate. Si tratta di una circonvallazione che inizierà all'altezza del semaforo di Ozzero (sulla 494), che sarà sostituito da una rotatoria, e proseguirà fino al primo passaggio a livello di Abbiategrasso, dove ci sarà un'altra rotatoria, che poi costeggerà Abbiategrasso passando dietro la Mivar, scavalcando il naviglio e sbucando all'altezza del parcheggio della stazione di Albairate. La spesa è di 220 milioni di euro per quasi 11 chilometri. Ora si attendono il progetto e la gara d'appalto, ma si dovrà aspettare il 2019 per il cantiere. --SELVAGGIA BOVANI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore