scarica l'app
MENU
Chiudi
26/06/2020

Videosorveglianza privata Fondi anche a parrocchie condomini e università

Messaggero Veneto - m.mi

sicurezza
La gran parte sono privati cittadini - e solo poco più della metà otterrà il contributo -, ma, con le ultime modifiche apportate al regolamento regionale (suggerite dal Comune di Pordenone e dall'assessorato alla sicurezza e polizia locale), non mancano i condomini e le strutture con finalità sociale tra i beneficiari dei contributi per l'installazione degli impianti di videosorveglianza privati (ammessi a finanziamento anche i videocitofoni). Il bando 2019, che ha visto il Comune di Pordenone capofila della funzione in convenzione di polizia locale tra la città e Cordenons, ha assegnato a questi due Comuni 126.916,14 euro. In passato, anche solo per Pordenone, i fondi a disposizione erano di più, ma, siccome in pochi ne facevano richiesta, la gran parte veniva ristituita e così la Regione ha cambiato parametri e ha deciso didistribuire le riorse sulla base della domanda storica.I privati che hanno presentato domanda e che risiedono nei Comuni di Pordenone e Cordenons sono stati 113, però i soldi a disposizione consentono di soddisfare solo 76 domande (per un ammontare di 110 mila euro), di cui circa un terzo di residenti a Cordenons. Per quanto riguarda la "categoria" condomini, invece, otterranno i contributi: il Glicine di viale Marconi, il Topazio di via de Paoli, Ala rotante di via Nitti, il Valentino di via Interna, Damiani nell'omonima via e palazzo Etro in corso Vittorio Emanuele II. Queste richieste corrispondono - i fondi regionali coprono il 60 per cento della spesa - a poco più di 9mila euro. Altre quattro domande sono arrivate, invece, dalle parrocchie della città: solo tre saranno soddisfatte perché una è arrivata oltre i termini di presentazione fissati dal bando. A percepire il contributo sono Cristo Re, San Lorenzo e casa della Madonna pellegrina (in tutto 5300 euro). Non ammessa, invece, la parrocchia di Sant'Agostino. Accolta, infine, tra gli edifici scolastici e sportivi, la richiesta del consorzio universitario per la sede di via Prasecco. Il contributo ammonta a 1800 euro. --m.mi© RIPRODUZIONE RISERVATA