scarica l'app
MENU
Chiudi
09/06/2020

Viaggio nel verde incolto della Vercelli-savana Pozzolo: “Cambieremo”

La Stampa - ROBERTO MAGGIO

i tormentoni dell'estate
Il Comune sta rimettendo mano a parchi e giardini ma sono ancora tante le zone con l'erba alta un metro
VERCELLI I due volti della città: quello di parco Kennedy, del parco Masih e del prato dietro la basilica Sant'Andrea, in ordine e con il verde tagliato a regola d'arte. L'altro, diffuso un po' dappertutto - dal Cervetto al Concordia e Porta Torino -, con l'erba alta un metro, rami secchi che spuntano dai marciapiedi e piccole giungle che sommergono panchine e giochi. Come successo in passato, anche quest'anno, con l'arrivo della bella stagione, Vercelli mostra il lato più selvaggio: con il verde incolto e lasciato crescere indisturbato. Aiuole incolte e parchi quasi inaccessibili si presentano, ad esempio, nel rione Cervetto, in particolare su viale Torricelli, con cespugli d'erba ad altezza d'uomo. Per non parlare del vialetto che costeggia lo stadio Piola, in «modalità savana». Un panorama del genere s'era verificato con la passata amministrazione e si ripresenta con l'attuale. Che ammette, però, che qualcosa non sta funzionando. «E' una situazione non positiva - dichiara Emanuele Pozzolo, assessore ai Parchi e giardini -. Dopo quello dei giorni scorsi, la settimana prossima avremo con il sindaco un colloquio chiarificatore con le ditte: è necessario un nuovo piano d'intervento per la gestione del verde. Serve maggiore efficacia: certo, arriviamo da un periodo di notevole difficoltà, ma questo non giustifica certe situazioni». Con la «fase 2» Palazzo di Città ha tagliato l'erba al parco Camana, aggiustato i giardini della stazione e altri angoli del capoluogo. Ma molto c'è ancora da fare, come testimoniano tanti scorci della città, tra piazza Solferino e la zona attorno all'aeroporto. Secondo Pozzolo, la situazione del verde trae origine anche da altri motivi: «Una grave difficoltà - sottolinea - deriva dalla discutibile mozione consiliare della precedente legislatura che mise al bando il glifosato (potente erbicida, ndr); peccato che questo prodotto sia in vendita per i privati e venga usato dai Comuni limitrofi, essendo stata ridimensionata la sua pericolosità. Il Comune, con quella mozione, non può più usarlo. Questo ha inciso nella gestione dell'erba». C'è poi l'appalto per il verde in scadenza: «Ci siamo trovati un appalto costruito in maniera discutibile, inadeguata, che esclude pure una serie di zone di Vercelli - conclude Pozzolo -. Garantisco una svolta: dovremo tenerci questo appalto ancora solo qualche mese». -

Foto: FOTO GREPPI


Foto: In alto i cespugli che sommergono le panchine di viale Volta, qui sopra a sinistra via Tripoli, l'aiuola incolta di via Derna e il parco Quattrocchi